BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bettoni attacca: “Si fa finta di non vedere crisi politica in regione”

Durante il Consiglio Regionale della Lombardia sulla crisi politica in regione è intervenuto anche Valerio Bettoni, Consigliere regionale dell'Udc al Pirellone.

Più informazioni su

Durante il Consiglio Regionale della Lombardia dell’8 maggio sulla crisi politica in regione è intervenuto Valerio Bettoni. Il Consigliere regionale dell’Udc al Pirellone ha chiesto a Formigoni l’apertura di un serio confronto in Consiglio regionale per verificare se sia ancora possibile ricercare un’adeguata governabilità da qui alla fine della Legislatura.

Di seguito il comunicato stampa.

MILANO, 8 MAG. – “Mi sembra che si continui a far finta di non vedere la profondità della crisi del sistema Lombardia nella ancora più grave stallo economico della società e nella perdita di credibilità complessiva derivata da ripetute indagini che hanno colpito proprio l’Ufficio di Presidenza”. È quanto ha dichiarato Valerio Bettoni, Consigliere regionale dell’Udc al Pirellone, commentando l’elezione del leghista Fabrizio Cecchetti a Presidente del Consiglio regionale della Lombardia, in sostituzione di Davide Boni.

Secondo il Consigliere bergamasco “questo passaggio non rappresenta sicuramente l’atto di purificazione per ripartire richiamato dallo stesso Presidente Formigoni e dal suo mondo valoriale di riferimento. La Giunta Formigoni sta attraversando da tempo un profonda crisi di credibilità e capacità di governo non risolta dai rimpasti né tantomeno da questa nuova elezione”.

Infine la richiesta dell’esponente centrista a Formigoni di “aprire un serio confronto in Consiglio regionale per verificare se sia ancora possibile ricercare un’adeguata governabilità da qui alla fine della Legislatura, perché oggi è evidente che è saltato il bossismo, è saltato il berlusconismo e in questi fallimenti politici del federalismo e del liberismo sono saltati anche la visione e la spinta propulsiva del governo e del Consiglio regionale”.

La soluzione, secondo Bettoni, passa attraverso “l’azzeramento della Giunta e dell’Ufficio di Presidenza e una loro ricomposizione che chiami le migliori energie imprenditoriali, economiche, sociali e culturali della Lombardia all’assunzione di una responsabilità di guida, di indirizzo, di esempio, di partecipazione può aiutare la ricerca di una soluzione d’emergenza”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.