BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo capitale cultura, pieno sostegno della Regione

Pieno sostegno di Regione Lombardia alla candidatura di Bergamo come “capitale europea della cultura 2019”. Hanno infatti ricevuto consenso unanime le due mozioni approvate questa mattina dal Consiglio regionale.

Pieno sostegno di Regione Lombardia alla candidatura di Bergamo come “capitale europea della cultura 2019”. Hanno infatti ricevuto consenso unanime le due mozioni approvate questa mattina dal Consiglio regionale. La prima, presentata dai Consiglieri regionali di minoranza Gabriele Sola (IdV, primo firmatario), Mario Barboni e Maurizio Martina (PD), Valerio Bettoni (UdC) e Elisabetta Fatuzzo (Pensionati), impegna il Presidente Formigoni, la Giunta e il Consiglio regionale “a predisporre tutti gli strumenti più opportuni al fine di promuovere e sostenere, anche presso il Ministero per i Beni e le Attività culturali, la candidatura della città di Bergamo come Capitale europea della Cultura 2019”. La seconda, presentata e illustrata dal Vice Presidente del Consiglio Carlo Saffioti (PdL), impegna il Presidente e la Giunta regionale “a sostenere la candidatura di Bergamo come candidatura ufficiale a capitale europea 2019 per Regione Lombardia e a garantire il massimo appoggio per la buona riuscita del progetto, partendo dalla promozione della candidatura negli ambiti di propria competenza”. Un acceso dibattito in Aula prima del voto è scaturito dall’annuncio dell’Assessore regionale mantovano alla Digitalizzazione e Semplificazione Carlo Maccari (PdL) della possibile e prossima candidatura anche della città di Mantova, con conseguente richiesta che il sostegno a Bergamo non fosse pertanto esclusivo. D’accordo con l’assessore Maccari si era dichiarata anche l’Assessore regionale alla Cultura Valentina Aprea, evidenziando come la “candidatura di più città non è un problema ma semmai un motivo di orgoglio per la Lombardia e non tocca comunque alla Regione stabilire quale sia più meritoria dell’altra”. “Abbiamo costruito un paniere ricco, qualificato e condiviso con tutte le istituzioni e i soggetti territoriali interessati per far sì che la candidatura di Bergamo potesse essere forte e altamente qualificata –ha ribattuto Carlo Saffioti- ma ecco che ora Mantova viene a rompere le uova in questo paniere. Auspico però che Regione Lombardia continui a sostenere Bergamo con convinzione perché una doppia candidatura sarebbe un brutto segnale di debolezza e confusione. L’assessorato regionale alla Cultura di Regione Lombardia deve avere un ruolo attivo per individuare la strategia più adatta a far sì che sia la Lombardia a vincere la partita”. Rispetto alla versione originaria della sua mozione, in cui indicava Bergamo come unica candidatura ufficiale, il Vice Presidente Carlo Saffioti ha accettato di togliere il termine unica, fermo restando l’appoggio univoco e unanime del Consiglio regionale a Bergamo come candidatura ufficiale di Regione Lombardia. D’accordo con Saffioti anche Gabriele Sola (IdV), Roberto Pedretti (Lega Nord), Mario Barboni e Maurizio Martina (PD), che hanno sottolineato la necessità di “presentare e appoggiare un’unica candidatura ufficiale come dimostrazione e segnale di forza e piena condivisione, recitando così un ruolo attivo nell’azione di promozione e di sostegno alla candidatura stessa”. “Regione Lombardia deve assumersi chiaramente le sue responsabilità nelle scelte che vuole sostenere -ha aggiunto Sola- anche perché solo così tali scelte possono essere davvero rafforzate e diventare più autorevoli”. Valerio Bettoni (UdC) ha infine evidenziato come Bergamo possa contare anche su un aeroporto internazionale e su importanti infrastrutture di cui invece non dispone Mantova.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Nino

    Me la immagino: fuori dall’aereoporto di orio una gigantografia : la copertina del vocabolario italiano – bergamasco. Palermo, verona, siena, napoli, perugia, roma, catania, tanto per dire che bergamo e un quartiere di operai. Pero c’ha l aereoporto! E 6 taxi. In bocca al lupo.

  2. Scritto da wies

    Ma è una competizione tra infrastrutture?Aereoporti e autostrade?Mantova ha cultura da vendere da secoli, e non solo nell’architettura storica ma nel collettivo.Comunque credo che Bergamo è l’unica eletta ,per l’aeroporto….non per città alta…

  3. Scritto da Tentorio?!!

    Lux ma almeno leggere…idv, pd, pensionati, pdl, udc…cioè quasi tutti. Sarà tutto marcio come dici tu perchè hai il salame come incubo ma almeno leggi l’articolo. Credimi, Tentorio al ghentra prope negot…scusate il bergamasco approssimativo ma a me il salame non piace

  4. Scritto da Gianfranco rota

    Ma la assessore alla cultura di bg che tanto si preoccupa della candidatura spiazzante di mantova, credeva forse che bergamo fosse l’unica cittadina a candidarsi per il 2019? Che sapesse che oltre a Mantova sono candidate RavennaMatera Siena Sofia Varna. I bergamaschi lo sanno e lei no… O non lo fa sapere!!! E quei 4 consiglieri regionali non sanno che la regione non ha voce in questione credendo di declassare Mantova che vive di cultura e non di polenta e licenze medie?Comunque le loro barzellette hanno tempo fino al 2015 quando sara presa una decisione da un ente europeo e quando questi consiglier e assessore non saranno piu super stipendiati

    1. Scritto da Ridicolo

      Rota Gianfranco ma tu sai a quanto ammonta lo stipendio degli assessori del Comune di Bg? Prima di scrivere idiozie informati.

  5. Scritto da Lux

    Bergamo : 2019 = cultura : salame
    Ma vi rendete conto che non c’e niente di culturale all’altezza di captare l’europa?
    Fatevi illudere con queste notizie spot fino alla fine del mandato di tentorio poi arrivederci a tutti. Sveglia e solo bassa propaganda di politichesi che governano la citta del salame!!!!

  6. Scritto da il gipeto

    Cacchio che notizione !!! adesso si che voliamo alto..anche la Regione !!! e che Regione !!! credibile, autorevole, e ancora in libertà !!! fate presto prima che se li portino dentro tutti !!!

  7. Scritto da nino cortesi

    Finchè i leghisti sono così tanti non può assolutamente essere capitale della cultura.