BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Piano cave bocciato Pirovano: 0 autorizzazioni Le imprese: no, sono 19

Da informazioni raccolte nell’ambito del Gruppo Cave di Confindustria Bergamo risulta che le autorizzazioni già concesse siano 19. E almeno altrettante erano ormai giunte alla fase finale dell'iter autorizzativo. Per questo l'associazione chiede un incontro col prefetto.

Il piano cave di Bergamo è stato, come annunciato venerdì scorso, bocciato dal Tar di Brescia. La Regione Lombardia, attraverso l’assessorato all’ambiente guidato perlatro da un bergamascao, Marcello Raimondi (Pdl), ha annunciato di stare valutando un possibile ricorso al Cosniglio di Stato.

Intanto venerdì stesso il presidente della Provincia di Bergamo Ettore Pirovano (Lega) ha dichiarato a Bergamonews che nessuna autorizzazione era stata data in base al piano cave. Però, da informazioni raccolte nell’ambito del Gruppo Cave di Confindustria Bergamo, che rappresenta le imprese più significative operanti sul territorio, risulta che le autorizzazioni già concesse siano 19. E almeno altrettante erano ormai giunte alla fase finale dell’iter autorizzativo durato quattro anni.

A tale proposito, l’Associazione di rappresentanza ha richiesto un incontro con il Prefetto Camillo Andreana per esaminare, nei prossimi giorni, le possibili soluzioni al fine di sbloccare un empasse burocratico/amministrativo che sta creando ulteriori gravi danni all’attività delle imprese della provincia di Bergamo che operano in questo primario settore produttivo per l’edilizia e che sono già così duramnete provate dallagrave crisi economica e finanziaria in atto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da massimo

    la domanda è Chi ha autorizzato le 19 concessioni che hanno,pare, sempre lo stesso studio professionale alle spalle????
    Ancora una coincidenza???????
    Perche \9 si e 19 no??????

  2. Scritto da Grandi Infrastrutture

    D’altronde per fare le grandi opre e infrastrutture quali autostrade, poli intermodali, treni, supertreni e trenini, piattaforme logistiche e tante cose care al Pirovano e ai suoi alleati il materiale inerte ci vuole.
    Probabilmente il materiale tossico che dovrebbe essere smaltito e invece a volte viene infilato nel basamento delle grandi opere non basta…
    Bisogna anche proprio estrarne un pò ex-novo.

  3. Scritto da Zufolo

    Ma adesso non da le dimissioni nessuno ?

    1. Scritto da silviuccio

      ma ti pare che diano le dimissioni?? Ma nemmeno quando sono indagati le danno figurati per questo, son solo soldi dei cittadini in fin dei conti, perché non li pagano con quelli dei partiti????

  4. Scritto da 19 ?

    Magari sono state autorizzazte a sua insaputa. Capita.

  5. Scritto da silvio

    complimentoni Pirovano e ora chi paga i danni??? E lo spreco di denaro pubblico per gli studi??? Ovviamente nessuno o meglio noi cittadini Padani….

    1. Scritto da A.Z. Bg

      Probabilmente dimentica che fu la”grande” amministrazione Bettoni a confezionarlo.

      1. Scritto da silvio

        sei davvero “ignorante”, ma spero solo perché ignori le cose, se vuoi difendere l’indifendibile allora sei ancora peggio…

      2. Scritto da che falsità

        az perché scrivi se non sai le cose? Solo perchè hai davanti a te una tastiera? Ci fai pentire di amare la libertà. Il piano cave di Bettoni riduceva e di molto, molto i metri cubi da scavare. Ed è stato stravolto dalla Regione e da Pirovano. Informati: o sei un piccolo bugiardo o sei un incompetente totale