BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Marino pensa al futuro: “Europa? Vi stupiremo E i colpi son già pronti” video

Il dirigente nerazzurro dopo il rinnovo per 5 anni sta preparando la nuova Atalanta: "Cercheremo di ottenere grandi risultati, ma con pazienza e senza proclami. Seguiamo tutto il calcio sudamericano, compreso quello uruguaiano".

Più informazioni su

“Siamo mancati forse un pochino in zona gol, ma sono soddisfatto. Complimenti ai nostri ragazzi, che han fatto tremare una squadra che giocava la partita della vita”. Nonostante la sconfitta per 2-0 contro il Milan, Pierpaolo Marino esce da San Siro comunque sorridente.

Non solo per la salvezza matematica già conquistata dalla sua Atalanta, ma anche per il suo fresco rinnovo di contratto che lo legherà alla società nerazzurra per le prossima cinque stagioni: “Sono felice di essermi legato all’Atalanta e a Percassi per un periodo così lungo –le parole del prossimo direttore generale atalantino- Ora c’è solo tanta voglia di lavorare, perché a Bergamo c’è un contesto positivo in cui si può fare bene. Di solito sono abituato a stipulare contratti più brevi, a Udine lo firmavo anno per anno con Pozzo, però il presidente lo avrebbe voluto a vita e allora abbiamo cercato di trovarci a metà. Tra undici anni devo andare in pensione, e ho dato metà della mia restante vita lavorativa all’Atalanta”.

Tanta voglia di lavorare, incoraggiato da una tifoseria che dopo una stagione così esaltante sta iniziando a sognare in grande per il futuro: “L’Atalanta ha aspettato 50 anni, ora non bisogna fare voli pindarici. Dobbiamo stupire senza avere la presunzione di farlo. I posti per andare in Europa sono sei, e di solito tra quelle squadre ci sono società che fatturano anche sette volte quello che fatturiamo noi. Noi ci proponiamo di stupire in questi anni, ma senza fretta. Con la pazienza si fanno i lavori giusti, con le promesse roboanti si rischia di fare marcia indietro. Basta guardare il Cesena quest’anno”.

Nel frattempo si pensa già alla prossima stagione, e ad allestire una rosa competitiva almeno quanto quella di quest’anno: “I colpi di mercato sono già pronti, aspettavamo solo la salvezza matematica. Le idee non ci mancano. Mercato argentino? Sì, ma direi più in generale sudamericano. Non dimenticatevi che ho portato in Italia anche alcuni uruguaiani forti nel corso della mia carriera”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    Il primo colpo da fare è con la Lazio ed è quello di far giocare Gabbiadini nella posizione di Bonaventura, con Moralez al centro. E Minotti? Una trentina di minuti?

  2. Scritto da verita'

    Portaci,portaci,portaci in Europa,dai Marino,portaci in Europa.!!!!!!!!!!!!

  3. Scritto da luca

    sicuramente un paio di pezzi pregiati partiranno..ma ne arriveranno altri sicuramente all’altezza

  4. Scritto da doge

    Mi sembrano idee chiare e precise……..una persona seria e attaccata ai colori nerazzurri della Dea ! speriamo non venda i ” pezzi pregiati ” di questa bellissima annata calcistica !!!!