BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sovere, il programma di “Lista Civica per Sovere” fotogallery

Ecco il programma di "Lista Civica per Sovere" che presenta Francesco Filippini come candidato sindaco

Più informazioni su

Ecco il programma di "Lista Civica per Sovere" che presenta Francesco Filippini come candidato sindaco

PRESENTAZIONE – Chi siamo: un gruppo di persone non legate a partiti politici, ma accomunate dalla volontà di impegnarsi per il bene e lo sviluppo del paese. Quello che ci unisce è il programma elettorale e la voglia di proporre ai soveresi un’idea di paese nuova, ponendo al centro la famiglia, la qualità della vita e delle relazioni. Ci aggrega la passione di lavorare per il futuro di Sovere, in termini di popolazione divenuto oggi il secondo paese dell’Alto Sebino, che ha bisogno quindi di dotarsi di infrastrutture importanti, ma soprattutto di mettere a disposizione dei suoi cittadini nuovi servizi. Vogliamo costruire una rete di relazioni, affinché sempre più persone si sentano parte integrante e viva della nostra comunità. Nella nostra realtà contano le persone, conta la voglia di impegnarsi, conta l’esperienza maturata negli anni all’interno delle istituzioni e delle associazioni operanti sul territorio. Se saremo chiamati ad amministrare il paese, nessuno di noi trasformerà il ruolo dell’amministratore comunale in una professione. Tutti continueranno la loro normale attività lavorativa, con un impegno, o meglio, una passione in più: amministrare il Comune di Sovere nell’interesse di tutti.

I PRIMI PASSI –  Come tutti, sappiamo delle difficoltà economico-finanziarie che attanagliano l’Italia. Siamo a conoscenza dei meccanismi di bilancio imposti dalle Leggi nazionali che hanno trasformato i Comuni in soggetti sempre più impossibilitati ad offrire dei servizi ed a realizzare opere per i propri cittadini. Gestiremo in modo oculato ogni euro del bilancio comunale. La prima cosa che faremo qualora i soveresi ci daranno il privilegio di amministrarli nei prossimi 5 anni, sarà quello di ridurre le indennità degli amministratori. Rispetto all’anno 2011, taglieremo le indennità di oltre il 60%. Il risparmio per le casse comunali sarà di almeno 45.000 euro. La riduzione sarà reale e non solo frutto della diminuzione del numero degli assessori. Per nostra scelta infatti l’indennità lorda del Sindaco passerà dagli attuali 2.509 euro a 600 euro mensili (- 76 %). Per gli assessori verrà fissato un tetto massimo di indennità pari a 400 euro. Non condividiamo la Legge Nazionale che per i Comuni come il nostro ha ridotto i componenti del Consiglio Comunale da 16 a 7. Riteniamo questa decisione una grave limitazione della rappresentatività dei cittadini. Basti dire che due delle “potenziali” 5 liste che si presentano nel nostro paese non avranno nessun rappresentante in Consiglio Comunale. Purtroppo nulla possiamo contro questa scelta impostaci dallo Stato. La stessa legge ha ridotto da 6 a 3 il numero degli Assessori del nostro Comune. Pensiamo che la gestione del nostro Paese non possa essere affidata solo a 3 Assessori ed al Sindaco. Per questo motivo della nostra Giunta faranno parte anche 2 Consiglieri delegati, che come gli Assessori riceveranno specifiche deleghe dal Sindaco. Essendo una sola squadra e volendo nei fatti dimostrare che non esistono differenze tra chi la compone, nell’arco del quinquennio tutti i componenti della Giunta, mantenendo le loro specifiche deleghe, verranno a rotazione nominati Assessori e sempre a rotazione perderanno questo status per ricoprire quello di Consigliere Delegato. Nei primi mesi del nostro mandato intendiamo dar vita ad una serie di iniziative, che hanno un impatto modesto o in alcuni casi anche positivo, sul bilancio comunale, ma che vanno a sopperire ad emergenze croniche, recepiscono istanze dei soveresi, migliorano la qualità della vita e delle relazioni nel nostro Paese.

Queste sono:

– Creazione di uno o più capitoli di spesa nel bilancio comunale per associazioni ed emergenze sociali: i fondi verranno reperiti dal taglio delle indennità per gli amministratori comunali;

– Verifica di tutti i capitoli di spesa del bilancio comunale con lo scopo di individuare eventuali tagli e risparmi;

– Approfittando della chiusura estiva 2012 manutenzione degli edifici scolastici e delle palestre comunali. Forse non riusciremo a fare tutto il necessario, ma i nostri edifici scolastici necessitano ad esempio di una imbiancatura di una manutenzione ai bagni e di righe nuove nelle palestre. Non escludiamo di poter ricorrere al volontariato per questa attività.

– Viste le sempre più molteplici emergenze sociali che colpiscono i soveresi, creazione di una rete parallela a quella ufficiale che si faccia carico di rispondere alle difficoltà della gente. Alcuni esempi: insegnanti disponibili a prestare alcune ore di ripetizione a bambini che non se le possono permettere. Persone disponibili per cuore e magari non per titolo di studio a farsi carico di emergenze. Professionisti disponibili a scrivere un ricorso per uno sfratto senza richiedere compenso. Fondamentale per il buon esito sarà la collaborazione con tutti quanti a Sovere, in particolare le Parrocchie, che si occupano già di questa attività silenziosa ma preziosa.

– Prima della chiusura dell’anno scolastico 2011-12 creazione di un tavolo di lavoro con il personale docente operante a Sovere per migliorare l’offerta formativa ai nostri ragazzi. 

– Creazione di foglio informativo comunale, che vada oltre l’Amministrazione Comunale. Non vogliamo fare il giornale del Sindaco o della maggioranza, ma il giornale delle associazioni, dei ragazzi, della Biblioteca e delle minoranze rappresentate in Consiglio Comunale. Un giornale che racconti il nostro Paese e serva anche come strumento di crescita e d’unione.

– Installazione di due display luminosi nelle Frazioni di Sellere e Piazza per informare i residenti sulle attività amministrative. Per abbattere i costi di installazione verrà valutata la possibilità di inserire messaggi pubblicitari.

– Organizzazione per i primi giorni di settembre 2012 della festa dello Sport. L’obiettivo è quello di mettere insieme tutte le realtà sportive presenti nel nostro Paese. Speriamo diventi la prima di molte iniziative realizzate insieme e perché no anche l’occasione per chiedersi se non siano ormai maturi i tempi per realizzare una Polisportiva che dia ai ragazzi la possibilità di cimentarsi con più discipline sportive.

– Creazione della Consulta delle Associazioni. L’estate 2012 è ormai programmata. L’obiettivo è quello di incontrare tutte le associazioni a ottobre 2012 e provare a pianificare insieme il 2013. L’obiettivo è quello di riuscire ad organizzare nuovi eventi in collaborazione tra più Associazioni.

– Istituzione in capo al Sindaco dell’assessorato per la Protezione Civile. Questo Assessorato avrà non solo compiti di raccordo con il gruppo della Protezione Civile, ma anche l’incombenza di predisporre tutti quei piani necessari in caso di calamità naturale.

– Avviare l’iter per l’eliminazione dei vincoli mediante un incontro con le autorità competenti al fine di verificare tempi, modalità, fonti di finanziamento ed eventuale alienazione della parte diroccata e non più recuperabile di Palazzo Bottaini.

– Promuovere il nostro territorio inserendo nel sito internet del Comune di Sovere la mappa dei sentieri e presentando e promuovendo le specificità del nostro territorio (es. Santuario, cervo fossile, Malga Lunga, palazzo Silvestri). Acquisire l’autorizzazione, da parte di chi li ha realizzati, all’inserimento nel sito internet del Comune di video presenti in YouTube che presentano in modo perfetto il nostro territorio.

– Ricognizione sullo stato delle acque del Borlezza, sugli scarichi non collettati ancora presenti e su eventuali altri scarichi. Costante monitoraggio della qualità dell’aria stante le criticità presenti sul territorio.

– Creazione della carta dei servizi comunali.

– Adesione al PAES (Patto dei Sindaci per lo svilupppo sostenibile promosso dall’Unione Europea) per sviluppare un percorso virtuoso verso la sostenibilità energetica ed ambientale. Ricercheremo attraverso bandi tutte quelle opportunità per produrre energia verde. Dove possibile installeremo impianti fotovoltaici o di altre fonti rinnovabili sugli edifici comunali. Non disponendo di risorse economiche, valuteremo la possibilità di “cedere il tetto” dell’edificio richiedendo in cambio la gratuità dell’utenza.

– Verifica sullo stato dell’arte di tutti i Piani di intervento Integrato in essere (es. Filatoio e via Pascoli).

– Vista la decisione già presa dall’attuale Amministrazione di affidare all’esterno il servizio di trasporto alunni verifica sulle modalità con cui verrà effettuato il servizio di trasporto alunni dal settembre 2012.

Quelli riportati sopra sono i punti da cui inizieremo il nostro lavoro.

IL PROGRAMMA – Uno sviluppo sostenibile senza ulteriore cementificazione utilizzando strategicamente il PGT recentemente approvato con una forte attenzione al territorio con progetti di sostenibilità energetica nel rispetto dell’ambiente

INFORMAZIONE 

– Realizzare uno sportello on line per i giovani, un servizio di ascolto, accoglienza ed informazione da mettere a disposizione dei giovani con tematiche legate al mondo del lavoro, della scuola, con gli eventi e le manifestazioni culturali rivolte a questo mondo;

– Vista la drastica riduzione del numero dei Consiglieri Comunali e della rappresentanza verrà prevista nello Statuto un’apposita modalità di incontro dove dare diritto di parola a Consiglieri e non sulle problematiche più importanti per il nostro territorio.

CULTURA, SPORT E TURISMO

– Costante promozione sulle scoperte nel nostro comune in particolare il cervo fossile che deve diventare un forte veicolo culturale e turistico per il nostro paese.

– Forte sinergia con la biblioteca comunale quale motore delle attività culturali e costante attenzione verso tutte le iniziative promosse.

– Studio di fattibilià per la ristrutturazione della filanda da ripensare come casa delle associazioni o in parte come Biblioteca Civica.

– In collaborazione con la Biblioteca e con il gruppo di ricerca storica Agorà creazione di un museo virtuale (ma non solo) ubicato nel sito internet del Comune o della Biblioteca Civica ove raccogliere attraverso la digitalizzazione dei documenti i documenti storici inerenti il nostro paese. Vogliamo salvare la nostra memoria, la nostra storia ed offrirla ai nostri figli. Raccoglieremo documenti, oggetti, cartoline, foto d’epoca che raccontino e ricordino la storia dei soveresi e di Sovere.

– Valutare lo spostamento del campo da tennis in prossimità del polo sportivo di Canneto e realizzazione di un area feste all’interno del parco Silvestri.

– Favorire la stesura di un carta dei diritti per i giovani che praticano sport nelle associazioni sportive dilettantistiche del nostro paese.

BAMBINI E ISTRUZIONE

– Sostenere le iniziative proposte ai bambini e ragazzi dalle realtà educative presenti sul territorio (es. Oratorio);

– Ottimizzare la gestione dell’asilo nido cercando sinergie per migliorare l’offerta e rendere sostenibile l’investimento pubblico;

– Mantenere il finanziamento per la Scuola dell’Infanzia Ente Morale, in quanto la pluralità educativa è un valore e una ricchezza per la nostra comunità;

– Realizzare parchi giochi nelle zone periferiche del paese (es. Piazza, via Casari – Gramsci,..) dove i bambini possano incontrarsi e giocare.

POLITICHE SOCIALI

– Attraverso il lavoro dell’Assessorato preposto, dell’assistente sociale e della commissione servizi sociali favorire sinergie tra pubblico e privato per la gestione delle criticità oggi fortemente in crescità.

– Giovani: consolidare e sviluppare le iniziative presso la Casa della Musica a Sellere. Valutare adeguata gestione per un più corretto utilizzo della struttura.

– Disponibilità a studiare forme di assistenza ai cittadini che ne hanno fortemente bisogno in cambio di attività di pubblica utilità.

AMBIENTE

– Reperire presso gli enti preposti le risorse necessarie per potere proseguire nell’opera intrapresa di messa in sicurezza della Rupe di San Martino e del muro di piazza Risorgimento.

– Manutenzione delle strade agro-silvo-pastorali da effettuarsi in collaborazione con gli enti preposti.

– Promuovere delle convenzioni o linee di finanziamento ad hoc per l’acquisto di composter e l’installazione di pannelli fotovoltaici.

– Adeguare il Regolamento edilizio in funzione del risparmio energetico e della promozione dell’edilizia bioclimatica, prevedendo sgravi e/o incentivi per i privati che ottimizzano con interventi il consumo energetico degli edifici.

– Forte intervento per migliorare il decoro di alcune zone del paese oggetto di “discariche” a cielo aperto e adeguata pulizia strade e cimiteri comunali

PARCO DEL BORLEZZA

– Valorizzare un’ampia area, per lo più di proprietà comunale, compresa tra l’ex filatoio, il piombo, l’area sottostante la scuola dell’infanzia e l’alveo del Borlezza, realizzando nel tempo un parco pubblico ed un collegamento con il campo sportivo in Canneto.

– Il parco verrà realizzato a lotti. Il primo di questi, già finanziato, prevede la realizzazione di una pista ciclabile di 800 metri circa, ove tutti potranno pedalare in completa sicurezza realizzando alll’interno della stessa uno zona skateboard ed un gazebo per la sosta degli accompagnatori.

– Pensare all’inserimento nella zona del percorso vita ora ai margini del paese e scarsamente utilizzato ed alla realizzazione di percorsi mountain-bike stante interessanti dislivelli che caratterizzano le sottostanti sponde del fiume.

– Partenza di un “sentiero del fiume” con realizzazione di un attraversamento ciclo-pedonale che permetta di raggiungere la zona del Cervo Fossile ed il campo sportivo.

IMPIANTI SPORTIVI

– Realizzazione di un’area sportiva polivalente in Canneto nel campetto adiacente alla scuola materna primo passo per la creazione di un polo sportivo

– Studio di fattibilità per ampliamento dell’attuale palestra della scuola secondaria statale con l’intento di renderla “omologabile” per le società sportive operanti sul territorio.

LE FRAZIONI

Avvicinare le Frazioni all’attività amministrativa tenendovi almeno un Consiglio Comunale all’anno.

Sellere:

– Abbattimento barriere architettoniche presso il cimitero

– Rendere più sicuri gli attraversamenti pedonali adeguando l’illuminazione al semaforo e valutando la possibilità di installare dei dissuasori di velocità.

Piazza: 

– Realizzare in collaborazione con la Provincia il marciapiede lungo Via S. Antonio

– Programmare la ristrutturazione dell’oratorio con l’intento di farne il punto di riferimento della frazione per giovani ed anziani e realizzare un campetto sintetico polifunzionale.

VIABILITA’, PARCHEGGI E PEDONALIZZAZIONE

– Analizzare e risolvere i problemi che da anni caratterizzano alcune zone del paese (ad esempio Via S. Rocco, la parte terminale di Via Pascoli, la strettoia di Via Matteotti, Via Carducci)

– Rendere più agevole la circolazione in Via Marconi e Via Cavour durante ingressi ed uscite scolastiche

CENTRI STORICI

– Favorire il recupero dei centri storici attraverso una politica di forte abbattimento degli oneri di urbanizzazione

– Realizzare ove fattibile, parcheggi e/o box e allargare punti particolarmente stretti, rendendo più agevole il transito (es. accesso al Santuario).

– Realizzare un collegamento pedonale tra la Piazza della Chiesa Parrocchiale e la zona retrostante il bocciodromo comunale.

– Studio di fattibilità per la realizzazione di una piazza sfruttando la corte interna di Palazzo Bottaini (ex bar “alpino”) ed il sagrato della Chiesa di San Gregorio.

BARRIERE ARCHITETTONICHE

– Analisi e soluzione delle diverse situazioni che provocano criticità con particolare attenzione al palazzo comunale ed al cimitero ancora oggi privi di accessi adeguati.

– Realizzazione ascensore nella scuola primaria statale

IMPIANTI TECNOLOGICI

– Manutenzione sistematica delle varie reti tecnologiche in gestione e/o di proprietà.

– Portare l’illuminazione pubblica nelle vie che ne sono ancora sprovviste.

– Studio di fattibilità per la graduale esternalizzazione del servizio di illuminazione pubblica compatibilmente con le risorse comunali.

POLITICHE DI BILANCIO

– Forte impegno per migliorare i servizi comunali ricercando tutte le strade ed opportunità per ridurre i costi perseguendo una gestione oculata con l’ottica di mantenere servizi adeguati.

– Valutare la possibilità di alienare immobili di proprietà comunali per investimenti ed analisi adeguata redditività di quelli in locazione a terzi (fatto salvo per le situazioni di disagio economico).

ENTI SOVRACCOMUNALI

– Ricercare sinergie, servizi più qualificati ed economie per il bilancio comunale attraverso la proposta di associarsi con i comuni limitrofi o con gli enti sovracomunali operanti nel nostro territorio per l’espletamento di alcuni servizi (es. ufficio appalti, polizia locale al fine di migliorare la sicurezza dei cittadini, ufficio affari generali..).

– Sovere deve riappropriarsi del suo ruolo all’interno degli enti sovracomunali visto che è il secondo paese dell’Alto Sebino per numero di abitanti.

UNO SGUARDO AL FUTURO: LA NOSTRA IDEA DI PAESE NEI PROSSIMI DIECI/QUINDICI ANNI

Il centro del paese in…..1.000 metri

– Radicale intervento da svilupparsi in più mandati per creare a Sovere un centro del paese che sia punto di riferimento e vissuto dalla comunità ripensando ad un nuovo arredo di Piazza della Repubblica che deve diventare il il biglietto da visita del paese partendo dalla sistemazione dei marciapiedi dalla caserma dei Carabinieri a Via Marconi.

Edilizia scolastica:

– Dare una risposta concreta e percorribile all’edilizia scolastica predisponendo uno studio di fattibilità per la realizzazione di un polo scolastico adeguato all’offerta formativa del nostro paese; un progetto ambizioso che potrebbe avere almeno come primo obiettivo lo spostamento della scuola media ripensando al Palazzo Silvestri. Un immobile di prestigio con un ricco patrimonio artistico che deve diventare la sede naturale della vita amministrativa di Sovere. L’attuale edificio comunale potrebbe essere successivamente venduto ai privati per reperire risorse da destinare a nuovi investimenti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Mario Gualeni

    il programma in se è molto ambizioso e dovrà fare i conti con la realtà nel momento in cui la lista vincerà le elezioni. Comunque da un’idea di una squadra che è in grado di amministrare bene con serietà e con impegno per dare a Sovere uno slancio e il ruolo importante essendo il secondo paese dell’Alto Sebino per numero di abitanti. Mi auguro che i Soveresi questa volta scelgano di votare questa lista.Mario Gualeni