BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Quartetto di bergamasche affonda e conquista il campionato italiano

Lorenza Baroli, Roberta Marzani, Angelika Marszolek e Cristina Scanzi della Bergamasca Scherma Creberg guidate dal maestro Zbigniew Demianiuk conquistano una meritatissima medaglia d'oro.

Più informazioni su

Lo splendido quartetto della Bergamasca Scherma Creberg si aggiudica il 1° posto nel campionato italiano a squadre.

Lorenza Baroli, Roberta Marzani, Angelika Marszolek e Cristina Scanzi guidate dal maestro Zbigniew Demianiuk conquistano una meritatissima medaglia d’oro. Per loro si aprono così le porte della B1.

Il team della Bergamasca Scherma Creberg era approdato in serie B2 solo l’anno scorso, quando avevano vinto il campionato di serie C.
La gara combattuta ad Adria le ha incoronate regine indiscusse, avendo vinto tutti i match con grandi stacchi sulle avversarie. Il debutto nei gironi è stato segnato dal negativo riportato nei primi due assalti.

La discesa in pedana di Baroli ha recuperato il ribasso, dettando il ritmo giusto alla squadra chh da quel momento non ha più sbagliato un colpo. Nei gironi hanno infatti vinto 45 a 25 contro il Circolo della Scherma Firenze Raggetti, quindi con 45 a 27 hanno chiuso la partita contro le Lame Trevigiane maestro Ettore Geslao. Non da meno i turni ad eliminazione diretta: l’assalto contro il Club Scherma Loyola 2° si è chiuso 45 a 30, mentre l’Accademia della Scherma Fermo in semifinale è stata battuta 45 a 28.

La finalissima si è disputata contro la Posillipo di Napoli, sempre grintose le ragazze del Creberg si sono subito portate in vantaggio. A chiudere il match il capitano Cristina Scanzi contro Francesca Cuomo. Così racconta questo momento Scanzi: “In quel momento mi sono sentita veramente parte della gara, dovevo completare quello che le mie compagne avevano costruito”.

E il completamento è avvenuto con tanto di abbracci finali e coppa tesa verso il cielo. La B1 è espugnata.

Sara Pagliaroli

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.