BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Primo trimestre: Ubi ha acquistato 5 miliardi di titoli di stato

Mercoledì nero per Piazza affari, la peggiore d'Europa insieme alla Borsa spagnola. Ubi è scesa oltre il 7 per cento ed è stata più volte sospesa.

L’azione Ubi per buona parte della giornata è scesa, con sospensioni per eccesso di volatilità, oltre il 7% ed è stata la protagonista in negativo della Borsa milanese.

Insieme a quella spagnola, che viaggia intorno al 3% di ribasso, la Borsa italiana è la peggiore in Europa con segno meno a un’ora dalla chiusura di circa il 2,3%.

Il bilancio di Ubi approvato sabato scorso evidenzia che nel corso del primo trimestre del 2012 la posizione in titoli di stato italiani è stata incrementata di circa 5 miliardi di euro e dovrebbe arrivare a circa 12,5 miliardi di euro in totale, quasi il doppio del patrimonio tangibile della Banca!

E’ probabile che anche le altre banche maggiori si siano comportate di conseguenza e fungano oggi più che mai da cuscinetto ammortizzatore per i disinvestimenti delle controparti estere sul nostro debito sovrano. Se lo scenario fosse quello prospettato, la liquidità per nuovi crediti potrebbe essere più contenuta di quanto si potesse prevedere dopo le erogazioni della Bce.

Il nodo gordiano del debito pubblico lega le mani alla crescita: ci vorrebbe una ‘soluzione alessandrina’ che però non si intravvede all’orizzonte.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da MAURIZIO

    Non sono un economista. Dico solo quello che penso. Lo Stato italiano fallito dovrebbe abbattere il debito attraverso 1. la vendita del suo patrimonio (oro, immobili, società pubbliche) e 2. una potentissima riduzione degli sprechi onnipresenti nella pubblica amministrazione. Sprechi continui, infiniti, inarrestabili, permessi dalle migliaia di leggi vigenti e dall’incuria proverbiale di tutto ciò che è statale. E’ ovvio che toccare gli sprechi significa toccare leggi vigenti, la costituzione e il sistema dei partiti e dei sindacati, cioè la concezione stessa dello stato italiano.

  2. Scritto da MAURIZIO

    Lo stato italiano ha un accordo politico con la banca e le fa un’offerta che non può rifiutare: comprare il suo debito. Il debito svaluta il valore della banca. Il piccolo risparmiatore azzera il valore della sua azione e fallisce. Lo stato sopravvive grazie al fallimento del suo cittadino. Le istituzioni statali si salvano, il privato fallisce. E’ la ricetta di Monti?

  3. Scritto da MAURIZIO

    Ah ah ah. La banca fa gli interessi della politica non dei correntisti e degli azionisti, della classe media. Semmai dei grandi azionisti e del sistema politico e finanziario. In questo senso la banca non è più un azienda privata che difende i nostri risparmi e l’economia non è più al servizio della democrazia. 12 miliardi e mezzo di titoli di stato italiani…ah ah ah… il doppia del patrimonio Ubi.. ah ah ah… non è forse questa la ragione per la quale il prezzo della nostra azione è 2 euro e il dividendo è zero?

    1. Scritto da Ahahah

      L’alternativa è che il prezzo dell’azione sia ZERO euro e che l’economia italiana non esista più. Mi fa risentire la risata ? L’ha scoperto oggi che il prestito della BCE all’1% serve a quello ed è un tentativo per fargli rimpolpare un pò le casse ?

      1. Scritto da MAURIZIO

        Se lo stato italiano, Medea moderna, per sopravvivere deve nutrirsi dei suoi figli, delle loro famiglie, dei loro risparmi e della loro vita, mi sembra logico che qualcuno reagisca e preferisca che muoia lo stato italiano.
        La nostra azione Ubi è già pari a zero perchè lo stato italiano è già fallito. Non lo ha ancora capito? Manca solo l’ultimo passaggio : non restituire il debito. Tutto il resto l’ha già fatto. Rido per la Vostra Ipocrisia. Quando i politici, ad esempio quelli con 31.411 euro al mese di pensione statale, verranno chiamati a rispondere del nostro impoverimento, sentirà ancor più chiaramente la mia risata.

  4. Scritto da Marco

    Non ho più parole… mi vergogno di essere azionista UBI, anzi è UBI a doversi vergognare. ANDATE A CASAAA!

  5. Scritto da UBI protagonista negativo

    Scusate tanto: cosa c’entra il titolo con il contenuto???

  6. Scritto da Picchio

    “FARE BANCA PER BENE”: ecco i risultati € 2,606 -7,13%