BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Obiezione all’Imu? Il ministro Cancellieri richiama i sindaci

"I sindaci sono ufficiali di governo, hanno funzioni istituzionali ed è bene che non dimentichino mai che portano la fascia tricolore e lavorano per il Paese".

Più informazioni su

Anna Maria Cancellieri, il ministro dell’Interno dal carattere deciso, come ben si sa a Bergamo città che l’ha conosciuta quando qui svolgeva il ruolo di prefetto, richiama ufficialmente i sindaci che pensano di disobbedire al governo sull’Imu. "I sindaci sono ufficiali di governo – dichiara – hanno funzioni istituzionali ed è bene che non dimentichino mai che portano la fascia tricolore e lavorano per il Paese".

La fascia tricolore, ha proseguito il ministro "ha un significato, e quindi i sindaci siano responsabili. Ho massima fiducia in loro, comprendo perfettamente le difficoltà però il senso dello Stato non deve mai venire meno. I sindaci siano responsabili", ha detto Cancellieri a margine della sigla di un protocollo mercoledì al Viminale.

Quella dell’Imu, ha riconosciuto Cancellieri, "è una problematica molto delicata perché tocca le persone e quindi ci vuole molta attenzione e noi la avremo. Ma anche i sindaci, che sono ufficiali di governo, hanno funzioni istituzionali ed è bene che non dimentichino mai che portano una fascia tricolore e lavorano per l’interesse del Paese. Tutto quello che è attenzione al sociale e ai bisogni della gente va benissimo, e siamo pronti con loro. Ma non dimentichiamo che i sindaci sono un’istituzione".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da 67

    PREMESSO che le tasse vadano pagate da tutti indistintamente caro AM LEGHISTI E NON

    MA il dolore è pagare le tasse e queste vanno tutte a ROMA NON
    LADRONA perchè io non sono LEGHISTA
    vorrei sapere perchè noi dobbiamo pagare le tasse e i COMUNI non hanno soldi per tappare una buca sulla strada oppure non ha soldi per sontenere esenzioni ai DISABILI E INVALIDI VERI-

    PROPOSTA PAGHIAMO L’IMU AL COMUNE E CHE IL 50%
    RIMANGA AL COMUNE IL RESTO VADA ALLO STATO
    MA IL CARO MONTI DICE NO’.

  2. Scritto da nino cortesi

    Ormai non si accontentano più dei manager della regione, ora vogliono che i Sindaci facciano solo gli esattori spietati, solo quello è richiesto. Un po’ quello che pretende la Chiesa dai parroci, che facciano solo gli accatoni, per cui saranno promossi in relazione alla quantità di moneta che porteranno alla casa madre.

  3. Scritto da Simone

    La scelta scellerata di PDL e Lega di togliere l’ici sulla prima casa 4 anni fa, di fatto si era tramutato nel contrario del federalismo: era stato introdotto un bel fondo statale ai comuni. Ora Monti arriva in una fase di emergenza e introduce un’imposta a suo tempo eliminata…con un meccanismo più odioso! Avrà pur sbagliato Monti, ma all’origine il peccato forse è di altri, che ora si lavano le mani. Facile fare gli scioperi fiscali, quando si era al governo fino a sei mesi fa!!!!!
    Sono anch’io un amministratore, non ho per nulla piacere a tassare i cittadini, ma i Ponzio Pilato mi piacciono ancora meno!

    1. Scritto da Giuseppe

      Scusa Simone ma sai da dove e’ nata la parola
      I.C.I o sei il classico che non sa nulla!!!!!

      se lo sai dammi una risposta.

      1. Scritto da La verità fa male

        All’origine (nel 1992) si chiamava I.S.I., imposta straordinaria sugli immobili, fu introdotta da Amato. Sa quale è il bello? eravamo a un passo dal default, titoli di Stato al 15%, spread alle stelle, la lira svalutata del 20% (non la chiamarono svalutazione, bensì “riallineamento”), le riserve valutarie della Banca d’Italia “bruciate”, e allora Amato fu costretto a varare una manovra finanziaria “salva Italia”: una tassa patrimoniale (il famigerato 6 per mille prelevato di notte dai conti correnti bancari), la riforma delle pensioni e poi l’I.S.I., che doveva essere “straordinaria” e “una tantum”. Poi nel 1993 l’I.S.I. “una tantum” scomparve e divenne I.C.I.

    2. Scritto da perplesso

      scelta scellerata……ma non capisco,siete tutti cosi ansiosi di pagare le tasse?tutti che si lamentano quando qualcuno toglie delle tasse,ma dove andiamo a finire?e poi l’ici era stata tolta per la prima casa.è sbagliato se a un lavoratore che contrae mutuo decennale,gli venga risparmiata una imposta su una casa che gia di per entrarne in possesso ha speso una fortuna?se siete cosi vogliosi di scucire soldi per un’operazione che comunque sembra solo improntata a raccogliere soldi da dare ad altri,pagatemi pure la mia…e se poi a mettere una tassa del genere,è una persona che grava annualmente per 1,5 milioni di euro sulle casse dello stato….rimango sempre più perplesso

      1. Scritto da Simone

        Non sono ansioso di pagare le tasse e non sono nemmeno felice di tassare il lavoratore con un mutuo…Pongo però un’altra questione…l’eliminazione dell’ici di fatto rappresentava un passo indietro nella direzione del federalismo…i comuni hanno inziato a dipendere ancora di più dallo stato, visto che era stato creato un fondo. Io voglio il federalismo ma visto che nei nostri comuni di sprechi ce ne sono pochi, mi domando come sia possibile continuare a garantire servizi venendo meno i trasferimenti dall’alto? Non ho una risposta…anche perché la questione è ancora più profonda…dovrei fare contribuire solo le imprese, gli artigiani, i commercianti? Quelli non soffrono?

        1. Scritto da perplesso

          nei comuni ci sono pochi sprechi?e prima dell’ici come vivevano i comuni?qui da sempre si nota che a fronte di un aumento delle entrate,le tasse non sono mai state abbassate,il famoso tesoretto del governo prodi,che poi sembra fosse solo propaganda,poteva essere un motivo per abbassare qualche imposta?non mi sembra che prodi ci abbia mai pensato.ci lamentiamo che si pagano troppe tasse e ci lamentiamo quando qualcuna di queste viene tolta.raccontava mio papa,che in un comune di monza ogni 2 anni cambiavano i banchi di scuola,perchè cosi non perdeva i contributi fissi annuali… credo siano queste cose che fanno andare in malora l’italia,non togliere una tassa che per molti era un macigno

  4. Scritto da SVEGLIA!!!!

    Ecco arriva la prima diffida, poi seguirà quella dei commissari prefettizi.
    Ma che vengano qua loro a rispondere ai cittadini quando non si avrànno i soldi per accendere il riscaldamento nelle scuole.
    I cittadini VOGLIONO che i loro soldi siano spesi per i loro servizi!!!!!
    però la voce GROSSA a sostegno dei Sindaci tutti di tutte le parti politiche la devono fare i CITTADINI, altrimenti ha ragione la Ministra.

  5. Scritto da Claudio Sessa

    “Tutto quello che è attenzione al sociale e ai bisogni della gente va benissimo, e siamo pronti con loro” Si…pronti a tagliare le risorse e poi chiede attenzione al sociale!!! Ma va là…
    Siamo ridotti a fare i gabellieri per lo Stato, è questo che intende la Cancellieri per “ufficiali di governo”?
    Io non dimentico le funzioni istituzionali, ma prima di tutto i doveri che ho verso i miei cittadini. E invece di dare servizi mi obbligano a svuotare loro le tasche per conto di Cancellieri, Monti e &.
    Alla protesta ANCI di Venezia ci sarò anche io!

    1. Scritto da Billy

      A quali manifestazioni è andato quando il SUO governo portava il debito al 120% del PIL senza fare nulla e dicendoci che tutto andava benissimo ? Potrebbe elencarmele ? Se non è in grado adesso faccia il suo dovere e raccolga i soldi necessari.

  6. Scritto da sindaco padano

    cosa significa essere “responsabili”???? Aumentare l’imposizione locale e versarla nelle casse dello stato centrale? Diminuire i servizi come conseguenza dei tagli ai trasferimenti??? Non dare risposte ai bisogni dei cittadini ??? La fascia tricolore ha un significato quando la responsabilità di un sindaco è sostenuta da “piena capacità d’agire” non quando si opera come Istituzioni “inabilitati”…..

    1. Scritto da am

      Caro sindaco padano vuoi mandarli al Pirellone i soldi dell’IMU così che il governatore vada in ferie o in via Bellerio per investirli in lingotti? meglio che servano per la scuola pubblica, per strade, per una giustizia che funzioni…

      1. Scritto da perplesso

        io manderei al pirellone i soldi dell’imu che pagherebbero le banche,solo che essendo esentate,nessuno andrebbe a fare ferie da nessuna parte….èèèèè, che bello essere una categoria protetta e tutetala del caro monti

  7. Scritto da L76BG

    anche voi al governo non dovete dimenticarvi che SIETE AL SERVIZIO DEI CITTADINI ..non di banche o lobby varie (ta cui metto anche crei e religioni).