BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Noi Pd non siamo bradipi Sul nuovo ospedale fatte le dovute verifiche”

Claudio Crescini, medico e consigliere comunale a Bergamo per il Pd, replica alle accuse degli esponenti di Micromega e annuncia la richiesta di una commissione d'inchiesta.

Più informazioni su

Claudio Crescini, medico e consigliere comunale a Bergamo per il Pd, replica con simpatia alle accuse degli esponenti di Micromega Bergamo (leggile) sulle presunte lentezze del partito democratico in merito alle vicende del nuovo ospedale.

 

Egregio Direttore,

leggo ora le critiche che gli avvocati Trussardi e Gargano spiritosamente rivolgono al Partito Democratico ed ai consiglieri comunali eletti nelle sue liste paragonandoli ai simpatici animaletti più lenti del mondo cioè ai bradipi.

Innanzitutto vorrei correggere una imprecisione: stando a Wikipedia il bradipo più lento non è il biunghiato, come loro erroneamente sostengono, bensì il tridattilo. Ma poco importa.

Entrando poi nel merito delle lamentele circa una supposta “lentezza” del gruppo consiliare del PD sul tema del nuovo ospedale mi sembra una critica un po’ ingenerosa e non corrispondente ai fatti.

Il gruppo consiliare del Partito Democratico ha promosso ben due sopralluoghi al cantiere del Beato Papa Giovanni.

Il primo nella primavera del 2010 con un incontro con il precedente direttore generale dott Bonometti, ed il secondo nel 2011 con l’attuale DG dott Nicora . Inutile dire che in entrambi gli incontri ci erano state fornite ampie rassicurazioni sul procedere dei lavori.

A questi sopralluoghi hanno partecipato numerosi consiglieri comunali e non solo quelli appartenenti alla seconda commissione e numerosi giornalisti che ne hanno poi riportato ampiamente la cronaca.

Abbiamo infine presentato nella settimana scorsa una nuova richiesta di sopralluogo (la terza!) e in questi giorni un Ordine del Giorno Urgente sul tema del nuovo ospedale nel quale chiediamo una commissione d’inchiesta.

Non saremo certo dei ghepardi che raggiungono i 120 km/h , ma ci muoviamo alla velocità adeguata e seguiamo da tempo e con attenzione il problema.

Le cautele sono però d’obbligo sul tema del nuovo ospedale in quanto i responsabili dei 4 anni di ritardo e dei 200 milioni di euro di spesa in più possono avere facile gioco nel capovolgere la frittata, accusando coloro che denunciano inefficienze e sperpero di denaro pubblico di essere disfattisti e di non volere o di ritardare l’apertura del nuovo ospedale danneggiando i cittadini.

Claudio Crescini

consigliere comunale Partito Democratico

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Orio Zaffanella

    Promuovere e presenziare a due sopralluoghi, ora ad un terzo e accettare “le ampie rassicurazioni sul procedere dei lavori”, non significa assolutamente nulla e non dà manleva ad alcuna forma quantomeno di superficialità. Vista la pesantissima evoluzione della vicend, non è nota di merito l’esserci stati è come si è stati (ai sopralluoghi).
    Anziche la solita passerella di politici, perchè i Partiti e/o i Gruppi Consiliari non hanno inviato ai sopralluoghi, in loro rappresentanza, una bella squadra di tecnici (le famose “competenze”) potenzialmente in grado di smentire le ormai perenni interessate rassicurazioni sul nuovo Ospedale ?

    1. Scritto da Alfio

      Ci faccia un preventivo sul costo di una perizia tecnica e legale sui “riuniti” , poi ne parliamo, anzi , se ne dispone ci faccia vedere quella fatta da qualcun altro che è statio più abile, sveglio, meno bradipo o che dispone di tante “competenze” gratuite , magari mi da l’indirizzo ?

      1. Scritto da preventivo?

        Secondo me, a occhio e croce, un approfondimento tecnico sul Nuovo Ospedale ad opera di esperti del settore costerebbe meno di quello che ha pagato il PD per il Dopofestival di Sanremo 2010 e/o per organizzare l’incontro a Pollica sulla “Dieta mediterranea patrimonio immateriale dell’Unesco”. E poi, scusate, il PD nel 2010 non ha speso 1,5 mln di euro per consulenze? Possibile che non gli avanzassero venti/trentamila per pagare qualcuno che verificasse se 500 milioni dei cittadini sono stati ben spesi e se il Nuovo Ospedale ha o avrà problemi? Oppure potevano risparmiare sui due milioni pagati per pranzi e alberghi e utilizzare qualche soldino per la nobile causa dell’opposizione…

        1. Scritto da Giulio

          A che titolo il pd manda un’ispezione tecnica e legale ? Io credo che ormai si stiano adottando argomenti da operetta , triste teatrino degli interessi di posizione politica al di fuori di ogni logica. Ma cosa sta dicendo ?

  2. Scritto da magister

    Lo sanno tutti gli addetti ai lavori della contiguità e dei molti affari che il PD ha con gli ambienti di CL, la conseguenza è che il non avere le mani libere fa si che si debba essere bradipi su una moltitudine di temi, si arriva sempre dopo inseguendo per dovere l’opinione pubblica quando le cose sono ormai scoppiate, bravissimi nel prevedere e denunciare il passato!!

    1. Scritto da Elettore PD

      Posso sapere quali sono questi affari ? Così mi so regolare .

  3. Scritto da MAURIZIO

    Se le vostre “dovute verifiche” non hanno portato a svelare quello che stava succedendo significa che non sono efficaci. Se un appalto funziona male, lo si può capire prima e durante, non solo post. Prendiamo i costi complessivi. Lo studio di ingegneria freancese, secondo classificato nella gara di appalto, ha dichiarato che 340 milioni di euro non era assolutamente un prezzo corretto. Previsione confermata. Loro lo sapevano e voi no? Non sapete fare l’opposizione. Allora, ci sono stati extra costi da 340 a 500 milioni o un illegittimo, legalissimo, dannosissimo extra sconto all’inizio? Voi siete l’opposizione : dovete rispondere voi a queste domande, MOLTO PRIMA della magistratura.

    1. Scritto da Checcevò

      Vedo che Maurizio si meraviglia moltissimo del fatto che lo studio di ingegneria francese che aveva partecipato alla gara giudicava i costi troppo bassi mentre i consiglieri comunali PD non lo sapevano. Scandaloso, chi di noi stando all’opposizione non saprebbe fare due conticini sulla progettazione sui costi di un megaospedale per verificare quello che dicevano i francesi ? Maurizio tra un pasto e l’altro ne fa almeno 2 o 3 .

      1. Scritto da MAURIZIO

        Bastava forse che un partito politico dell’opposizione chiedesse conticini a chi li aveva già fatti ed era contrariato dal legalissimo e velenosissimo ribasso. Così, in questo breve arco di tempo, tredici anni, non avreste dovuto saltare nemmeno un pasto per occuparvi dell’ospedale.

        1. Scritto da MAURIZIO

          I consiglieri comunali del PD, al pari dell’intero partito, fanno finta di non sapere che gli appalti al ribasso posso essere usati da uno stato fallito per dare l’impressione che esistano ancora i servizi pubblici. Inoltre, sono una sconcezza perchè svalorizzano le intelligenze e le capacità dei professionisti e impediscono alle intelligenze migliori di prendere il potere. Il PD ha fatto una campagna nazionale contro i guasti degli appalti al ribasso? Ma figuriamoci. Preferiscono fare le loro “vibranti proteste” a cose accadute e urlacchiare la loro l’alternativa contro i demagoghi, i populisti e i fascisti dell’antipolitica. Guardatevi Totò e l’On. Trombetta su Youtube.

  4. Scritto da nino cortesi

    Le grandi opere, per consolidata prassi, evidenziano costi praticamente incontrollabili. E’ un’ Italia quantomeno strana. Per opere enormi servono enormi capitali che forse solo la mafia ha in mano?

  5. Scritto da Alberto

    Caro dottor Crescini, farebbe torto all’intelligenza dei lettori se credessero veramente alla necessaria “cautela”, di cui lei parla nel finale del suo scritto, e al presunto “facile gioco nel capovolgere la frittata, accusando coloro che denunciano inefficienze e sperpero di denaro pubblico di essere disfattisti e di non volere o di ritardare l’apertura del nuovo ospedale danneggiando i cittadini.”. Se si ritiene che esista sperpero del “pubblico denaro” le denunce sono un obbligo e non un “optional”. Siete stati eletti per controllare o per “misurare” le vostre azioni in base alle “convenienze” del momento?

    1. Scritto da Ernesto

      A me sembra evidente il riferimento a chi volendo bloccare gli ulteriori finanziamenti per protesta ( o altre azioni con lo stesso effetto)avrebbe bloccato l’ultimazione del progetto . A questo punto con tutto quello che è stato speso sarebbe pura follia. Se qualcuno deve pagare paghi ma l’ospedale deve essere finito.

  6. Scritto da Tuditanus

    Egregio dott. Claudio Crescini, lei scrive < i responsabili dei 4 anni di ritardo e dei 200 milioni di euro di spesa in più possono avere facile gioco nel capovolgere la frittata, accusando coloro che denunciano inefficienze e sperpero di denaro pubblico di essere disfattisti e di non volere o di ritardare l'apertura del nuovo ospedale danneggiando i cittadini >. Ma se questi responsabili dei 4 anni di ritardo, dei 200 milioni spesi in più e, ci permettiamo di aggiungere, delle fondamenta non idonee esistono veramente, cosa diavolo aspetta ad andarli a denunciare politicamente, oltre che alla Magistratura? Di essere sorpassato dai bradipi tridattili, oltre che da quelli biunghiati?

    1. Scritto da Ginger

      Semplifichi il lavoro al dr Crescini , stenda lei la denuncia citando le relative prove , dopo di chè la mandiamo avanti. Se invece non ha prove l’azione possibile si chiama commissione d’inchiesta.