BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Licenza sospesa al Bolgia dopo la morte di Nakky fotogallery

Sospesa per un mese la licenza al titolare della discoteca Bolgia di Osio Sopra dove nella notte tra lunedì e martedì Nakky Di Stefani è stato colto da malore che lo ha portato alla morte in ospedale.

Più informazioni su

È stata sospesa la licenza al gestore della discoteca Bolgia di Osio Sopra, dove nella notte tra lunedì e martedì si è sentito male Nakky Di Stefani, morto alcune ore dopo in ospedale.

"È la solita soluzione alla Ponzio Pilato, invece di andare a caccia degli spacciatori e chiudere i luoghi dello spaccio, scelgono la strada più semplice, demonizzare la discoteca – afferma Tonino Vecchi, 57 anni, titolare del locale -. E dire che noi della lotta a droga e alcool abbiamo fatto un punto di orgoglio, qui gli spacciatori non entrano e se becchiamo qualcuno a fare uso di stupefacenti prendiamo nota di nome e cognome e non entra più".

Vecchi racconta che la notte del dramma è stato il primo a prestare delle cure a Nakky.

"Non ho fatto nessun corso ma 11 anni di discoteca valgono molto di più – aggiunge -. Ho ormai una certa esperienza e, infatti, ho fatto quello che era giusto: fare sdraiare per terra il ragazzo e fargli piegare gomito e gamba, fino all’arrivo dell’ambulanza".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Diego

    mi spiace per Vecchi però ….è tutta una questione di target: altri posti sono più cari e non fanno entrare i minorenni, perchè puntano ad una clientela più responsabile (nei grandi numeri almeno), il bolgia è storicamente all’opposto…s