BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il colpo resta in canna: la Dea affonda a San Siro sotto Muntari e Binho

Ai nerazzurri di Colantuono non riesce il colpaccio di fermare la corsa-Scudetto del Milan. L'Atalanta, però, lascia il Meazza a testa altissima al termine di un match in cui avrebbe anche meritato qualcosa di più

Più informazioni su

Non riesco il colpo grosso che avrebbe messo la classica ciliegina sulla torta dell’Atalanta: a San Siro i rossoneri conquistano il bottino pieno e, grazie all’incredibile stop interno della Juventus, si riportano a -1 con due gare ancora da disputare.

Nel primo tempo sblocca il risultato Muntari dopo un paio di miracoli di Consigli su Boateng e Ibra. Poi è un dominio nerazzurro con Abbiati che dice "no" a Denis e con lo stesso argentino e Cazzola che sfiorano il pari in due circostanze.

Nella ripresa l’Atalanta continua a macinare gioco ma a rendersi più pericolosi sono i padroni di casa che con Ibra si mangiano il gol del raddoppio al 39′. Poi la traversa di Robinho e il sigillo finale del brasiliano ex Real e City a tempo praticamente scaduto.

 

MILAN-ATALANTA 2-0

MILAN: Abbiati, De Sceglio, Nesta, Mexes, Antonini, Nocerino, Ambrosini, Muntari, Boateng, Ibrahimovic, Cassano. All. Allegri.

ATALANTA: Consigli, Ferri, Lucchini, Stendardo, Peluso, Raimondi, Cigarini, Cazzola, Bonaventura, Tiribocchi, Denis. All. Colantuono.

 

SECONDO TEMPO

49′: fischio finale. Il Milan batte l’Atalanta e torna a sperare nello Scudetto.

48′: bomba di Ibra, respinge Consigli sulla testa del brasiliano che fa 2-0.

48′: gol del Milan, ha segnato Robinho.

46′: c’è grande entusiasmo ora a Milano. Con la Juve fermata in casa dal Lecce la vetta della classifica è a -1 con due giornate da giocare.

44′: gol annullato a Ibra. Ci saranno 4′ di recupero.

43′: botta di Robinho, palla sulla traversa. Milan ad un passo dal 2-0.

41′: grande euforia a San Siro dopo la notizia del pareggio del Lecce a Torino. Intanto ci prova Nocerino: palla alta.

39′: clamoroso errore di Ibra che, tutto solo davanti al portierone nerazzurro, mette sul fondo la più facile delle occasioni.

37′: l’Atalanta ora soffre ma non molla niente.

35′: si sveglia Ibra che con un bolide impegna Consigli.

33′: è il turno di Carrozza che prende il posto di Tiribocchi.

31′: ritmi blandi ora.

28′: si rivede Flamini che sostituisce Boateng. Per il francese è la prima apparizione in questo campionato dopo il grave infortunio che l’aveva fermato in estate.

26′: ci prova Moralez, altissimo.

22′: primo cambio per Allegri. Robinho sostituisce Cassano.

20′: vola De Sceglio sulla fascia, Peluso pulisce l’area.

18′: continuano a spingere i nerazzurri, Denis ora viene femrato in posizione di fuorigioco.

16′: Colantuono vuole il pareggio e inserisce Maxi Moralez al posto di Bonaventura.

14′: ci prova Nocerino, palla alle stelle.

8′: primo cambio del match. Colantuono richiama Ferri e butta nella mischia Schelotto: non cambia il modulo tattico con Raimondi che si sposta in difesa al posto dell’ex Cagliari.

5′: Milan vicino al raddoppio con l’esterno di Cassano che sfiora il palo dopo un bello scambio con Ibrahimovic.

3′: prova ad attaccare il Milan ma l’Atalanta si difende con ordine e prova a punge con le sue ripartenze.

1′: si riparte dall’1-0 per i rossoneri.

 

PRIMO TEMPO

45′: sulla botta di Cazzola che sfiora clamorosamente il palo si chiude il primo tempo. Milan avanti 1-0, ma che bella Atalanta.

44′: primi fischi dalle tribune di San Siro. Ora è un dominio nerazzurro.

43′: Cazzola s’immola sul destro potente di Ibra, pericolo scampato per l’Atalanta.

41′: ci prova Bonaventura, palla alta. Continua il pressing dei bergamaschi.

36′: Cigarini ci prova da lontanissimo, palla respinta dal corpo di Nocerino.

33′: i nerazzurri si chiudono bene e ripartono alla perfezione. Per Ibra c’è pochissimo spazio e sono stantissimi, finora, gli errori in fase di appoggio dello svedese.

29′: sinistro di Denis, palla a lato di pochissimo. L’Atalanta ora meriterebbe il pari.

24′: è una buona Atalanta quella che si sta giocando a viso aperto questo match.

22′: Cassano pericoloso nell’area di rigore nerazzurra, serve un grande ripiegamento difensivo di Ferri per evitare il peggio.

18′: momento delicato per il Milan che sta soffrendo la risposta dei nerazzurri.

16′: spinge l’Atalanta. Punizione di Cigarini, Ambrosini di testa mette fuori.

14′: Atalanta ad un passo dal pari con il colpo di testa di Denis che Abbiati respinge miracolosamente.

9′: con il piattone Muntari batte Consigli su perfetto assist di uno scatenatissimo Boateng. Milan avanti 1-0.

9′: gol del Milan, ha segnato Sulley Muntari.

8′: gol annullato all’Atalanta. Giusta la decisione del direttore di gara, Tiribocchi era in netto fuorigioco.

7′: si rinnova il duello Boateng-Consigli, il portiere nerazzurro risponde sempre presente.

4′: rossoneri ancora pericolosissimi con Boateng prima e Ibra poi. A dire "no" ai due attaccanti di Allegri ci pensa sempre un grandissimo Consigli.

3′: Milan già vicino al gol con il bolide di Boateng che sfiora il palo. Decisiva la deviazione di Luchini.

1′: partiti, prima palla per i rossoneri.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da El Shaarawy

    Dopo 10′ era già chiusa. uno tsunami rossonero!

  2. Scritto da nino cortesi

    Un Milan bolso, che l’Atalanta poteva battere tenendo le mani in tasca. Giocare a tre dietro compreso Manfredini, più Lucchini a uomo su Ibra. Assurda la mancata presenza di Ferreira Pinto esterno di destra. Assurde le due punte, soprattutto la mancanza di Gabbiadini l’ultima mezz’ora. Assurdo Moralez esterno. Diciamo che l’allenatore ha giocato a ciapanò. Peccato perchè le ultime partite sarebbero preziose per approntare il decollo per il prossimo anno. Mi può sta bene Colantuono ma se le scelte tecniche durante la partita le fa Marino.

  3. Scritto da nino cortesi

    Elenchiamo lo stupidario perpetrato dall’allenatore in questa partita. Gioca con 5 difensori (compreso Raimondi) e nessuno sa impostare. Raimondi esterno di centrocampo invece di Ferreira Pinto.Fai riposare 2, massimo 3 giocatori ma la spina dorsale la mantieni. Gioca con due punte identiche. In trasferta col Milan, o meglio sempre,giochi con una punta. Moralez deve giocare dietro la prima punta altrimenti la luce si spegne. Stendardo e Carrozza due pesci fuor d’acqua. Si è visto tanto buio e giocatori che non hanno risaltato solo ed esclusivamente per colpa delle disposizioni dell’allenatore che è uno che sa farsi rispettare ma a livello tecnico e tattico latita. Ok Lucchini,Peluso,Cazzola.

    1. Scritto da Luca

      D’altronde con questo allenatore abbiamo fatto la miseria di 52 punti… D’altronde giocavamo al cospetto di una provinciale come il Milan senza più obbiettivi… Magari il mister ha preservato alcuni giocatori in vista dell’ ultima in casa dove vorrà vincere e regalare la penultima soddisfazione ai tifosi!!