BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo, nuovo ospedale “Il Pd come un bradipo si sveglia solo adesso”

Roberto Trussardi e Rocco Gargano, per Micromega Bergamo, dopo aver segnalato per mesi che qualcosa non andava attorno al nuovo ospedale di Bergamo ora puntano il dito sull'opposizione (in particolare il Pd comunale, provinciale e regionale), accusata di essere quantomeno lenta come un bradipo e di arrivare solo ora "a babbo morto", a far qualcosa, peraltro qualcosa di molto blando.

Più informazioni su

Roberto Trussardi e Rocco Gargano, per Micromega Bergamo, dopo aver segnalato per mesi che qualcosa non andava attorno al nuovo ospedale di Bergamo ora puntano il dito sull’opposizione (in particolare il Pd comunale, provinciale e regionale), accusata di essere quantomeno lenta come un bradipo e di arrivare solo ora "a babbo morto", a far qualcosa, peraltro qualcosa di molto blando.  

 

Da mesi solleviamo pesanti interrogativi sulla gestione e sullo svolgimento dei lavori per la costruzione del nuovo ospedale: 150 milioni di extracosti (quasi 500 milioni di spesa contro i 340 previsti e non è finita) e ritardo di anni per il completamento dell’opera, con il risultato di avere una struttura che ancor prima di entrare in attività già presenta vizi e difetti che ne impediscono o almeno ne rendono difficoltoso il collaudo.

Due cause pendenti, per centinaia di milioni di euro, tra l’impresa costruttrice e gli Ospedali Riuniti, un’inchiesta a Bari, per altre vicende, che ha portato a provvedimenti giudiziari clamorosi contro responsabili della società che ha edificato l’ospedale nuovo, un’indagine della magistratura a Bergamo per l’appalto, senza gara e sempre alla stessa società, per realizzare una trincea drenante.

Si potrebbe continuare, ma ormai a tutti è chiaro che quello del nuovo ospedale, unitamente alla alienazione delle aree del vecchio complesso di largo Barozzi, dovrebbe essere un argomento fondamentale di discussione e iniziativa delle forze politiche locali: un tema concreto che riguarda direttamente tutti i cittadini della città e molti della provincia, non le solite fumisterie astratte dei politicanti.

I mezzi di informazione hanno svolto il loro compito, informando i cittadini di quanto sta accadendo. Denaro pubblico che prende il volo e tutela della salute, quale miglior banco di prova per i partiti di opposizione? Quali migliori argomenti di discussione per mettere all’angolo la politica sanitaria formigoniana? Invece a Bergamo i partiti, o quel che ne resta, tacciono, e se è comprensibile (naturalmente non giustificabile) il mutismo delle destre che sgovernano Regione Provincia e Comune, e che dunque portano sul groppone responsabilità evidenti, è veramente incredibile che facciano i pesci in barile i consiglieri regionali, provinciali e comunali del PD.

Ora, dopo che sui giornali sono apparse foto inequivocabili e persino filmati che documentano la situazione di estrema gravità in cui versa la nuova struttura, confermando ciò che da mesi andiamo dicendo, i consiglieri regionali del PD Martina e Barboni, unitamente ai consiglieri comunali dello stesso partito, escono dal letargo (del resto è primavera) e di fronte al disastro assumono una baldanzosa iniziativa: chiedono un incontro al direttore dell’ospedale, (oh perbacco, ma non avranno esagerato?) e persino una visita in loco (non hanno visto i filmati, del resto il letargo impone i suoi ritmi). Spieghi il direttore, affermano indomiti, come si intende porre rimedio.

Martina e Barboni ci ricordano i bradipi, simpatici animaletti che si muovono molto, molto lentamente nella vegetazione tropicale: si dividono in due sottospecie, quelli a tre unghie e quelli a due. Quelli a due sono i più lenti, sono inoffensivi e dormono 16 ore al giorno. Martina e Barboni, se fossero bradipi, sarebbero biunghiati.

Non solo hanno preso la pugnace iniziativa dell’incontro con il direttore “a babbo morto” cioè quando i buoi (ovvero i denari) erano scappati, ma la porta della stalla hanno contribuito ad aprirla loro stessi, votando contro una mozione presentata dall’IDV e discussa in regione il 26 luglio scorso con la quale si chiedeva di sospendere un ulteriore finanziamento regionale di 76 milioni di euro in attesa dei dovuti chiarimenti sugli extracosti e sulle infiltrazioni.

Si vedano in tal senso gli articoli pubblicati dai giornali il giorno successivo all’incredibile voto. Purtroppo era luglio, non stagione di letargo. Se avessero dormito, quel giorno in regione, almeno non avrebbero contribuito a bocciare un’iniziativa che voleva salvaguardare il denaro dei contribuenti, lasciando la responsabilità a PDL e Lega.

Ora si incontrino pure con il direttore, ma se non sono riusciti ad assumere un’iniziativa concreta sul tema da secoli disperiamo che ce la facciano adesso.

Se Formigoni è ancora al suo posto dopo 18 anni una ragione ci sarà.

Per MicroMega Bergamo

Roberto Trussardi

Rocco Gargano

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da cattivo pd

    mai i due scriventi non erano amministratori pubblici in passato??? sono usciti dalla scena… che peccato! proporrei ad entrambi di candidarsi…. magari rifondazione potrebbe essere rappresentata…. c’è posto per tutti siamo in democrazia coraggio fatevi votare e insegnateci il mestiere…..

  2. Scritto da calore

    E’ DEPRIMENTE VEDERE LE BEGHE A SINISTRA, ESSERE “UCCISI” DA FUOCO AMICO NON FA ALTRO CHE PORTARE VOTI A DESTRA E ALLA LEGA; L’ESPERIENZA DI CHI TENTANDO DI GOVERNARE( I° GOV PRODI) E’ STATO FATTO CADERE DAI “COMPAGNI” CI HA LASCIATO PER ANNI IN MANO AL BERLUSCA, FINI E BOSSI.
    GRAN BRAVI COMPAGNI SIETE!!!
    PUR DI GUADAGNARE UN PUGNO DI VOTI siete disposti a “sparare ad alzo zero” anche a sinistra.
    Ho non una, ma mille perplessità sul PD, ma per una stolta visibilità non mi metto certo a fianco della destra. Alle prossime elezioni alzerete la Vs bella bandierina gridando vittoria senza poter incidere veramente sulla vita sociale del Paese
    Ciao “compagni” ciao

  3. Scritto da MAURIZIO

    Nelle grandi opere, mi pare che questo sistema non sia in più grado di : 1. progettare secondo le necessità della gente, consultandola quando necessario 2. appaltare al costo corretto di mercato 3. fare gare d’appalto semplici, leggibili da chiunque, pubblicate su internet in ogni loro parte 4. fare eseguire i lavori a regola d’arte e nei tempi corretti 5. stanziare tutti i soldi necessari all’esecuzione e pagare le imprese secondoi tempi e i criteri corretti di mercato. Questa è la situzione. Sinistra e destra non sono più in grado di fare questo. Punto.

  4. Scritto da MAURIZIO

    Nel 2010, il Pd da due sopralluoghi nel cantiere dell’ospedale. Dice Claudio Crescini : “Inutile dire che in entrambi gli incontri ci erano state fornite ampie rassicurazioni sul procedere dei lavori”. Se vi sono state date ampie rassicurazioni e poi le cose sono andate come sappiamo, questo significa una cosa sola : che in Italia i controlli politici delle opposizioni sul ciò che fa la maggioranza non servono ad evitare gli sprechi. Punto. Quindi voi non siete in grado di controllare e denunciare ancuunchè. Potete farlo solo dopo che le cose sono successe, non mentre succedono. Cosi, le cose non possono andare avanti. Occorre cambiare radicalmente.

  5. Scritto da MAURIZIO

    Non mi risultano negli ultimi 5 anni : 1. una campagna nazionale del PD contro gli stramaledetti appalti al ribasso. Se una cosa sul mercato civile costa 100, deve essere vietato appaltarla ad una cifra inferiore, scaricando poi tutte le conseguenze sul vincitore dell’appalto e su chi lavora nell’appalto 2. una campagna nazionale del PD per obbligare le pubbliche amministrazioni a pubblicare in internet, in tempo reale, tutta la documentazione originale e AGGIORNATA relativa agli appalti per opere, beni e servizi, con pene severe per chi non lo fa. Non lo avete fatto? No. Bene, ululate pure contro Grillo o contro chi vi pare. Tanto non vi salvate.

  6. Scritto da Bob

    Effetti dovuti alle incostrazioni che affliggono il PD. Agli Yes Men, che ormai non hanno più nessuno che decida per loro, a cui dire yes: devono decidere da soli… Ma non ne sono capaci, perché sono degli yes men…
    Solo dal PD può giungere un rinnovamento dell’Italia, ma la sua dirigenza (fatta di yes men) dovrebbe fare un atto d’amore per la Nazione, cioè lasciare spazio al merito, a quelli capaci di decidere perché non sono yes men, e mettersi da parte.
    Davvero, o dirigenti, la poltrona è così importante? Lasciatela, e farete un atto di giustizia.

  7. Scritto da amy

    Mi pare che oggi sia il 02/05/2012, non si può tornare indietro: del senno di poi son piene le fosse. Nel nostro paese la dietrologia è una forza immensa che sottrae risorse, energie e non consente di risolvere i problemi. S’aprano una buona volta tutti gli incartamenti, tutti i contratti, alla luce tutti i nomi di appaltatori subappaltatori cifre consulenze progetti atti di cessione delle aree atti amministrativi ecc., e si parli una buona volta di responsabili e responsabilità (amministrative civili penali e politiche) e -soprattutto- sopportino le conseguenze del loro agire, che finora han pagato pensionati e cittadini onesti.

  8. Scritto da e Bruni?

    ok, i democratici sono come le tre scimmiette, non vedono, non sentono, non parlano. Ma che mi dite della lista Bruni? L’ex sindaco e i suoi amici stanno con la testa sotto la sabbia?

  9. Scritto da roberto m.

    ma questi del pd invece di prendersela con i loro rappresentanti nelle istituzioni se la prendono con chi segnala la loro inerzia. Complimentoni, così sì che vincerete!

  10. Scritto da Rocco Gargano

    I difensori d’ufficio del Pd, purtroppo, non differiscono poi così tanto dai loro rappresentanti nelle istituzioni.
    Prendo atto, Roberta, che le destre continuano a (s)governare da vent’anni non perché il PD (e ancor prima i DS/Margherita) non siano capaci o non vogliano fare opposizione (meschino lavoro per cui i consiglieri in Regione sono retribuiti con solo 12 mila euro al mese) ma perché c’è qualcuno (“certa sinistra”??) che ne mette in rilievo l’inerzia e manifesta incapacità. Insomma, la solita storia del dito e della luna.

    1. Scritto da Ugo

      I vostri due interventi che ho seguito sono relativi al bilancio del PD (unico certificato se non mi sbaglio) e all’atteggiamento del PD con l’ospedale di bergamo. Devo ammettere che con la tipologia e la vastità dei problemi che abbiamo suona strano. Per mia curiosità personale , alle prossime elezioni per chi vi presenterete ?

      1. Scritto da Rocco Gargano

        Dimenticavo: non abbiamo in programma di presentarci alle elezioni.

        1. Scritto da Ugo

          Mmhh

      2. Scritto da Rocco Gargano

        Deve allargare i suoi orizzonti e soprattutto le sue letture e si renderà conto che siamo intervenuti su molto altro e non solo sul PD (non per altro ma sarebbe estremamente deprimente passare le giornate pensando solo al Pd)

      3. Scritto da alberico

        Gargano ha contatti con il Movinmento 5 stelle di Beppe Grillo. Una parte del movimento vorrebbe candidare Gargano come Sindaco nel 2014. Secondo altri lui preferisce la candidatura a parlamentare per il 2013 in un posto alto nella lista bloccata (fra gli eleggibili). Ma su questa ipotesi il M5S è profondamente diviso visto che Gargano è stato iscritto ai DS per circa 10 anni.

        1. Scritto da Rocco Gargano

          Eggià, beccato. Io volevo la Presidenza della Repubblica ma non ho l’età.
          Per Roberto Trussardi, invece, dati i suoi trascorsi nel PCUS, abbiamo in serbo il posto di capo dei servizi segreti.

  11. Scritto da Rocco Gargano

    Spieghi poi l’uomo della strada Luigi Potenza come avremmo potuto proporre mozioni o interpellanze dal 2004 al 2009 quando gli extracosti (per esempio il finanziamento extra di 85 milioni) sono successivi. Ah, è vero: il PD non fa opposizione quando i dati sono manifesti ed eclatanti ma noi invece dobbiamo avere la sfera di cristallo e parlare degli extracosti quando ancora non si sono manifestati.
    Per Alberico: da cosa le risulta che Gargano e Trussardi abbiano appoggiato tutte le scelte di Bruni, per esempio nel campo dell’urbanistica? Certo sarebbe bello informarsi prima di scrivere a vanvera, ma tant’è.

  12. Scritto da Alberto

    Già con la Giunta Bruni il PD ha peccato di “disattenzione” e l’ha pagata, ora sono troppo presi dalle loro vicende interne. Attendono le notizie pubblicate dai “mass media” per poter essere presenti sulle vicende locali. Voto 5 – –

  13. Scritto da nonsosevotopiùilpd

    sono d’accordissimo con questi due. Mi fa piangere l’idea di dover votare questo Pd qui a Bergamo. Ma dove è stato finora? Possibile che non si sia accorto nessuno di quanto succedeva attorno all’ospedale? Non sarà perché i consiglieri regionali martina e barboni sono entrambi vicini a Cl e quindi a tutto il sistema sanitario fomigoniano? E consiglieri del Comune di Bg, per es. l’esperta di sanità Elena Carnevali finora han dormito?

  14. Scritto da silvio

    Delle beghe a sinistra non sono interessato, ma sull’Ospedale non si puo chiedere che tre garanti super partes facciano le verifiche e rendicontino ai cittadini?

  15. Scritto da Luigi Potenza

    Da uomo della strada mi chiedo. Quante mozioni o interpellanze o interrogazioni ha presentato sull’appalto o sui lavori del Nuovo Ospedale dal 2004 al 2009 in cui Rocco Gargano è stato consigliere comunale a Bergamo, un pò nei DS, un pò in Rifondazione Comunista, un pò da indipendente? E quali proposte di delibere ha presentato l’ex assessore Roberto Trussardi, anche lui nella stanza dei bottoni del Comune di Bergamo dal 2004 al 2006?

  16. Scritto da alberico

    ma per favore! Gargano e Trussardi sono stati in giunta con Bruni, PD e affini (margherita & DS) e adesso fanno la morale!. Per cinque anni (Trussardi solo 2) hanno appoggiato tutte le scelte del centrosinistra, senza dire nulla sul nuovo ospedale (i cui lavori sono partiti nel 2005). Gargano&Trussardi vi svegliate solo adesso perchè si avvicina il voto e siete pronti per candidarvi con Beppe Grillo?

  17. Scritto da roberta

    Finchè il principale livoroso rancoroso obiettivo dell’azione politica di certa “sinistra” sarà contestare il resto della sinistra e in particolare il PD (ora Gargano e Trussardi, domani di nuovo Rota della FIOM) le destre continueranno a gongolare e comandare per altri decenni. Viva il marito che per far rabbia alla moglie si taglia gli attributi.

    1. Scritto da Compagneros

      Analisi perfetta, prima l’attacco all’unico bilancio certificato e pubblico che è quello del PD , adesso all’atteggiamento del PD sull’ospedale.
      La campagna elettorale ormai è lanciata , devono prendere spazio al PD , chissenefrega delle destre che ci hanno portato al disastro, mica sono lì i problemi ! Demoralizzante.

      1. Scritto da MAURIZIO

        Il debito pubblico lo hanno fatto le destre e le sinistre. Non mi risulta una campagna nazionale del PD per abolire leggi che consentono ad una amministrazione pubblica, ad esempio nel settore servizi sociali e assistenziali, di : 1. pagare prestazioni professionali la metà o un terzo di quello che valgono a consulenti esterni o a cooperative (attraverso bandi per nulla trasparenti) 2. di affidare i servizi a cooperative che poi pagano il prestatore d’opera laureato e specializzato 8 o 9 euro all’ora scaricando la responsabilità di questa assurdità sulla cooperativa stessa.

  18. Scritto da MAURIZIO

    Se il PD ha votato le leggi che regolano gli stramaledetti
    “appalti al ribasso” oppure se non ha fatto nulla di serio per spazzarle via, va da sè che non possiamo mai sapere quali siano i costi reali e corretti delle opere pubbliche. Se l’Ospedale di Bergamo doveva costare 500 milioni in partenza, sono i 340 milioni delle gare di appalto a non essere corretti. Quindi non ci sarebbe stato nessun extra costo, ma solo un indebito e illecito extra sconto.

    1. Scritto da Ugo

      Eh già , il problema dell’ospedale di bergamo è il PD ! Io ho seri sospetti che anche il maltempo dei giorni scorsi sia colpa sua . Regione lombardia, formigoni ecc ecc ? Non perdiamoci nei dettagli , adesso arriva grillo, usciamo dall’euro e sarà tre volte natale e festa tutto l’anno. Ovviamente. Però ciò che arguisco è che non sai NULLA delle leggi sugli appalti ma che il PD abbia votato o che “non abbia fatto nulla” (la rivoluzione ?) non ha scampo, la colpa circa l’ospedale di bergamo è del PD, se è da 20 anni all’opposizione non fa niente . Fenomenale.

      1. Scritto da MAURIZIO

        1. Non avete fatto una campagna nazionale per abolire le leggi sugli appalti al ribasso 2. non bisogna essere uno studioso della costituzione italiana per rendersi conto che non si può costruire un ospedale al ribasso 3. Se non avete fatto una campagna locale contro le modalità di esecuzione della gara di appalto e, poi, dell’ospedale, la colpa è vostra. Oggi siete in ritardo 4. Nel settore dove lavoro io, le vostre stramaledette leggi su gli appalti al ribasso consentono ad un’amminisatrazione pubblica di poter pagare un lauretato e specializzato 8 euro all’ora per prestazioni professionali che richieddono elevati livelli di competenza. Vergognatevi.