BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Si sente male in discoteca 19enne muore ai Riuniti

Nakky Di Stefani, 19 anni di Dalmine, avrebbe accusato un malore alla discoteca "Bolgia" di Osio Sopra nella notte tra lunedì e martedì. All'arrivo dell'ambulanza era già in coma. Una telefonata al 118: "Ha preso l'ecstasy"

Più informazioni su

Una nottata in discoteca per divertirsi con gli amici che finisce nella morte all’alba di un giovane di 19 anni. Nella notte tra lunedì e martedì, verso le tre, alla discoteca Bolgia di Osio Sopra è stato dato l’allarme per un malore. All’arrivo dell’ambulanza il giovane, Nakky Di Stefani, 19 anni di origini indiane adottato all’età di 10 anni da una famiglia italiana residente a Dalmine, era già in coma.

Trasportato d’urgenza agli Ospedali Riuniti di Bergamo è stato ricoverato in prognosi riservata ma è morto all’alba. Ancora ignote la cause della morte, anche se il giovane soffriva da tempo di problemi cardiaci. Anche se spunta un’altra ipotesi ora la vaglio dei carabinieri della compagnia di Treviglio coordinati dal capitano Antonio Berardi

Secondo i militari al centralino del 118 sarebbe arrivata una telefonata, un giovane sosteneva che il 19enne avesse preso una pasticca di ecstasy.

"Solamente l’autopsia potrà far luce sulle cause della morte – afferma il capitano dei carabinieri Berardi – rimane da verificare anche questa telefonata al 118 in cui si sostiene che la causa del malore sia dovuta all’uso di una pasticca di ecstasy". 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.