BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Joan Fontcuberta fotografare la realtà per dubitare della verità fotogallery

Joan Fontcuberta, artista di origini spagnole è stato ospite sabato sera 28 apirle a Bergamo, dove ha tenuto un incontro per presentare al pubblico del Festival Internazionale della Cultura Bergamo

Più informazioni su

Joan Fontcuberta, artista di origini spagnole, noto a livello internazionale, è stato ospite sabato sera 28 apirle a Bergamo, dove ha tenuto un incontro per presentare al pubblico del Festival Internazionale della Cultura Bergamo i suoi lavori di analisi sul rapporto fotografia/realtà/finzione.

Un incontro mirato alla messa in discussione del mito della verità fotografica e alla creazione di un costante stato di dubbio e interrogazione sull’autenticità dell’arte. Un lavoro esposto in mostre personali e collettive in prestigiose sedi di tutto il mondo, che mostra la grande fantasia e originalità di un artista che da quasi trent’anni non si stanca di inventare personaggi, animali, situazioni, miti e leggende, mettendo in scena storie originali e sorprendenti, sovvertendo con ironia i codici della fotografia, dell’arte, della comunicazione, discutendo i concetti stessi di opera d’arte, mostra, libro.

Egli si finge di volta in volta curatore, scrittore, scienziato, storico, astronauta, costruendo narrazioni assolutamente plausibili e verosimili e spacciando per veri documenti, interi archivi, oggetti, figure, scritti, fotografie, manufatti artistici di ogni genere completamente inventati da lui stesso.

"Fontcuberta – spiega Mario Cresci, consulente artistico del settore fotografia per il Festival Internazionale della Cultura – è l’anima della cultura spagnola ricca di colore, ironia e momenti performativi in cui lo stesso autore si traveste e si autofotografa, proponendo una poetica molto vicina a quella, per esempio, di Pedro Almodovar o di importanti designer catalani come Mariscal. La sua presenza a Bergamo ha offerto l’opportunità, ad appassionati e non del settore, di conoscere un artista che ha contribuito a rivoluzionare la recente storia della fotografia".

L’incontro – che inserito nella rassegna di fotografia organizzata nell’ambito del Festival che quest’anno ha portato a Bergamo artisti di fama internazionale come Fontcuberta e Joachim Schmid – è stato organizzato in collaborazione con il Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.