BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I Legnanesi tornano a Bergamo “Sem nasu par patim… e patem”

Da venerdì 27 a domenica 29 aprile al Creberg Teatro di Bergamo sono attesi i Legnanesi. Ormai famosa compagnia tutta al maschile che dal 1949 mette in scena le vicende universali della famiglia Colombo in chiave comica.

Più informazioni su

Venerdì e sabato ore 21 e domenica ore 16 al Creberg Teatro di Bergamo in via Pizzo della Presolana atteso ritorno della compagnia de I Legnanesi con Antonio Provasio, Enrico Dalceri, Luigi Campisi, musiche Arnaldo Ciato, Enrico Dalceri, regia di Antonio Provasio.

Le storie quotidiane della famiglia Colombo, insieme a tutti gli altri personaggi, ripartono, come sempre, dal cortile Lombardo. Appena si apre il sipario gli spettatori affezionati riconoscono subito i personaggi ormai entrati nella tradizione: Teresa, Mabilia e Giovanni.

Uno sguardo sempre attento e acuto all’attualità, insieme alla vìs comica incontrastata e agli elementi tipici della rivista all’italiana, fanno sì che anche il pubblico che li vede per la prima volta si appassioni subito alle loro vicende di ogni giorno, universali, semplici ma profonde allo stesso tempo.

Insieme ai tre strepitosi protagonisti (Antonio Provasio-Teresa, Enrico Dalceri- Mabilia e Luigi Campisi-Giovanni), sul palcoscenico 10 personaggi della tradizione e 10 boys danno vita a due ore e mezza di spettacolo tutta al maschile, dove l’ambientazione tipica del cortile e le vicende quotidiane della famiglia Colombo si alternano a scene sfavillanti e momenti musicali tipiche della rivista e del varietà, fino al gran finale in smoking.

“Far divertire divertendoci: è questa, giorno dopo giorno, la nostra forza” – dice Antonio Provasio, che firma anche la regia – “il pubblico lo percepisce e ci aiuta a creare un’alchimia senza pari con le storie del Cortile”. Una tradizione, quella de I Legnanesi, che nasce nel 1949 e da oltre sessant’anni entusiasma spettatori di tutte le età e unisce un singolare mix di italiano e dialetto lombardo in un “italiandialetto” per arrivare ai più giovani e al pubblico di ogni regione: è proprio la forte tradizione popolare che ha spinto la Compagnia a varcare i confini della Lombardia (oltre 55.000 spettatori solo a Milano in questa stagione) per proporre “Sem nasu par patim…e patem” – anche in Piemonte e spingersi fino a Firenze. Dopo una notte di bagordi, la Mabilia, neo eletta miss Legnano, arriva all’alba nel cortile e regala a Teresa un risveglio traumatico: il business di famiglia – l’apertura nel cortile di un parcheggio per biciclette per cui attendevano autorizzazione dal Comune dal lontano 1962 –stenta a decollare. Il sogno della Teresa però non si ferma qui: la vedovanza per lei è un traguardo quasi irraggiungibile ed eccola a pregare sulla tomba del forse, magari chissà…defunto Giovanni Colombo. Ma ecco che riappare il Giovanni insieme alla figlia Mabilia per un gran finale in allegria. Alla Teresa non resta che dire:..sem nasu par patì… patem”.  

http://www.crebergteatrobergamo.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da M.Rosa

    Spettacolo che per la bravura degli artisti trasmette una gioia immensa nella certezza la loro allegria sarà sempre presente
    anche quando il buio sembra sovrastare il nostro quotidiano!