BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ultima chiamata Lions Contro i Warriors serve la grande impresa

Dopo la dolorosa sconfitta contro i Daemons, i Lions Bergamo si apprestano ad incontrare la prima della classe, i Warriors. Sabato alle 21 i bergamaschi sono attesi dalla difficile trasferta di Bologna presso il mitico Lunetta Gamberini.

Più informazioni su

Dopo la dolorosa sconfitta contro i Daemons, i Lions Bergamo si apprestano ad incontrare la prima della classe, i Warriors. Sabato alle 21 i bergamaschi sono attesi dalla difficile trasferta di Bologna presso il mitico Lunetta Gamberini in via Degli Orti 60, ingresso gratuito.

I Warriors Bologna sono un’altra squadra dallo storico passato, nata nel lontano 1981 che ha avuto il suo momento di gloria negli anni ’80, protagonista di sei Superbowl giocati, di cui l’unico vinto nel 1986, nella storica finale disputata al Comunale di Bologna davanti a 25.000 spettatori, altri tempi. A differenza dei Lions però, la squadra ha avuto un periodo di declino molto lungo negli anni ’90, tra fusioni con altre squadre, cambi di nome fino allo scioglimento. Solo nel 2003 i bolognesi hanno ricostituito la Società riportando in auge lo storico nome “Warriors” andato perso per anni. Nel 2005 tornano subito ai massimi livelli, perdendo la finale di Scandiano proprio contro i Lions Bergamo. Quest’anno i Bolognesi si sono ripresentati al via come vicecampioni d’Italia, avendo perso il Superbowl nello scorso campionato contro i Panthers Parma. L’intenzione ovviamente di tornare in finale e vincerla. Fin’ora le cose sono andate bene, visto che i “Guerrieri” sono solitari primi in classifica con 6 vinte e 1 persa, tra l’altro l’unica sconfitta proprio contro i Panthers.

I Bolognesi hanno un ottimo organico di giocatori Italiani con grandissima esperienza, ma alternano fasi di gioco irresistibile con amnesie in attacco e in difesa e spesso si sono trovati in difficoltà e in balia degli avversari, quindi i Lions non partono assolutamente battuti. Tra i “Guerrieri”, ricordiamo i tre giocatori USA: Eric Watt (QB), Jordan Scott (RB) e Walter Peoples (DB/WR), quest’ultimo non sarà della partita causa squalifica.

I Bergamaschi giungono a questa difficile partita con 2 vinte 4 perse e con il morale sotto i tacchetti. Crediamo allo stesso tempo negli ampi margini di miglioramento della squadra e confidiamo nel nuovo coach dell’attacco, subentrato pochi giorni fa al posto del dimissionario Luca Lorandi prima della sconfitta contro i Daemons. Parliamo di Angeli Busi che ha vinto tutto come allenatore nei Lions, scudetti e Eurobowl, nel periodo d’oro della squadra Orobica, ricoprendo proprio il ruolo di allenatore dell’attacco. In caso di vittoria tutto potrebbe ritornare in gioco e lo sanno bene i tanti bergamaschi che seguiranno la squadra a Bologna.

Servizio di Nicola Fardello

Foto di Andrea Gilardi

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Valentina

    Forza Leoni!!!!!! Credeteci….noi ci crediamo!!!!! Goooo Lions!!!

  2. Scritto da raider

    dov’è il problema, basta vincerle tutte a partire da sabato !!!
    forza Leoni voi siete abituati alle imprese !!!!!!!!