BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Decollano le vendite l’utile è 18,9 milioni per la Lucchini RS

Un fatturato consolidato di 311 milioni di euro e un utile netto di 18,9 milioni di euro: è con queste cifre che l'assemblea degli azionisti della Lucchini RS approva il bilancio 2011.

Più informazioni su

Un fatturato consolidato di 311 milioni di euro e un utile netto di 18,9 milioni di euro: è con queste cifre che l’assemblea degli azionisti della Lucchini RS approva il bilancio 2011. Un anno da archiviare in positivo per la Lucchini RS, società industriale nel settore sidermeccanico appartenente a Sinpar Spa (100% detenuto dalla famiglia Luccini). Dal bilancio 2011 approvato emerge una spesa ammortamenti e svalutazioni per 20,1 milioni di eurooneri finanziari per 5,3 milioni di euro e scontato imposte e tasse per 9,6 milioni di euro.

Nel corso dell’esercizio il gruppo ha incrementato di circa il 27% i volumi di vendita rispetto all’anno precedente.

Il risultato è da considerarsi positivo, soprattutto alla luce della difficile fase di congiuntura economica che sta interessando l’economia italiana ed europea. Il Gruppo ha fronteggiato questa fase critica, puntando con determinazione all’obiettivo di mantenere inalterato il proprio modello di sviluppo basato principalmentesull’innovazione di processo e di prodotto.

Gli investimenti tecnici nell’anno sono ammontati a 30,2 milioni di euro. Nel periodo 2008-2011 gli investimenti sono stati complessivamente 160 milioni di euro. La crescita del fatturato è prevalentemente attribuibile all’andamento del comparto ferroviario, grazie all’espansione delle vendite extra CEE, mentre i volumi dei settori dei fucinati e getti in acciaio sono rimasti sostanzialmente stabili.

Nel corso dell’esercizio un generale aumento dei costi dei principali fattori produttivi fra i quali il rottame, le ferroleghe ed i costi energetici, ha contribuito ad un effetto di compressione dei margini industriali; solo grazie ad azioni di razionalizzazione ed efficientamento interno, il gruppo è riuscito ad avere un adeguato livello di marginalità. Volendo mantenere una posizione finanziaria netta equilibrata, gli azionisti hanno deliberato e versato il 28 marzo 2011 un aumento di Capitale Sociale di 27,5 milioni di euro; dopo questa operazione al 31 dicembre il Patrimonio Netto del Gruppo è pari a 211,6 milioni di euro.

La posizione finanziaria netta è diminuita a 89 milioni di euro rispetto ai 133,8 del 31.12.2010.

Gli oneri finanziari netti sono stati il 1,6% del fatturato. Le rimanenze finali ammontano a 95 milioni di euro. Il 2012 si presenta come un esercizio molto delicatostante la situazione generale di mercato caratterizzata da investimenti ridotti, scarsa liquidità e taglio della spesa per infrastrutture da parte delle istituzioni pubbliche di svariate Nazioni del mondo. E’ molto probabile che la ridefinizione degli assetti industriali mondiali, dovuta alla crescita delle economie emergenti asiatiche, non sia ancora terminata. Questi effetti di correzione potrebbero generare un periodo, non breve, di forti aggiustamenti degli equilibri di mercato in termini di differenti sviluppi geografici e di selezione delle aziende.

Sul fronte degli approvvigionamenti il primo trimestre 2012 mostra un generalizzato incremento dei costi energetici , che sta contribuendo a comprimere ulteriormente la marginalità di parecchi prodotti. Per quanto riguarda l’andamento economico del presente esercizio, il portafoglio acquisito dovrebbe permettere di ottenere un risultato positivo seppure inferiore a quello dell’esercizio passato, salvo repentini e non previsti ulteriori peggioramenti della congiuntura mondiale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.