BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Costruire sostenibile Incontro con Lantschner

Venerdì 27 aprile alla Sala Mosaico del Palazzo dei Contratti e delle Manifestazioni, incontro con Norbert Lantschner per parlare del costruire sostenibile nei prossimi decenni.

Più informazioni su

Arriva a Bergamo, per la tappa lombarda, venerdì 27 aprile alla Sala Mosaico del Palazzo dei Contratti e delle Manifestazioni, il “tour” nazionale di Norbert Lantschner per parlare del costruire sostenibile nei prossimi decenni.

Ideatore del protocollo CasaClima ed ex direttore dell’omonima Agenzia di Bolzano, Lantschner ha scelto di continuare la sua opera di promozione di una nuova visione dell’ecosostenibilità in architettura, scendendo in campo in prima persona e coinvolgendo tutti i territori d’Italia che si sono dimostrati più sensibili al cambiamento.

Con l’obiettivo di ridurre, se non eliminare del tutto, la CO2 prodotta dal comparto edilizio, Lantschner, sino ad oggi, ha speso molto del suo tempo in divulgazione, viaggiando da Nord a Sud, nel Paese, toccando le grandi città come i piccoli centri, per portare ovunque la sua idea di costruire sostenibile.

Ora, dopo lo strappo con CasaClima, il nuovo corso e l’evoluzione di questi principi saranno improntati ad un modello partecipativo che Lantschner chiama “dialogo e sviluppo”; un modello per coinvolgere tutti gli attori del mondo della sostenibilità, ponendo al centro del progetto il principio “evolutivo”, un nuovo punto di partenza per una visione olistica del futuro.

La “partecipazione” e la “decentralizzazione” saranno infatti, a suo dire, i fondamenti della nuova era solare. I contributi che si svilupperanno attraverso il dialogo con tutti gli attori del settore permetteranno di ottimizzare le azioni di attuazione del progetto, così da avviare una progressiva trasformazione dell’intera società, partendo dal mondo delle costruzioni.

La sfida di Lantschner è impegnativa: nuovi “ponti” devono essere costruiti, nuove relazioni intessute, nuove organizzazioni di persone strutturate. In una parola un nuovo “modello” deve nascere, grazie all’unica risorsa che non costa nulla ma che è quella più preziosa: la “fiducia” nelle persone che credono in un mondo a minor impatto ambientale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Marco Daz

    E’ un grande. Se potete, andate a sentirlo.
    Uomo chiaro, prgmatico, teutonico quanto serve.
    Non demagogico né massimalista.