BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Alla Fiera dei Librai i giornalisti che cambiarono il mondo

Venerdì 27 aprile e martedì 1 maggio Roberto Savio e Federico Fubini alla 53°Fiera dei Librai presentano lo loro esperienza di giornalisti capaci di innescare con scelte anticonformiste

Più informazioni su

Alla Fiera dei Librai nello stand sul Sentierone a Bergamo, due appuntamenti, a cura di Associazione TrecentoSessanta Bergamo, per mettere al centro due temi di grande attualità: l’importanza di un’informazione libera e plurale come strumento di sviluppo e progresso della società; e il coraggio di donne e uomini del nostro tempo, capaci di innescare con scelte anticonformiste e rivoluzionarie la scintilla del cambiamento.

Venerdì 27 aprile alle 19.30 allo Spazio incontri sul Sentierone: “I giornalisti che ribaltarono il mondo. Le voci di un’altra informazione” (Nuovi Mondi, Roberto Savio, autore e fondatore di Inter Press Service Gilberto Bonalumi, segretario generale RIAL – Rete Italia America Latina.

Intervengno Paolo Magri, direttore dell’Istituto per gli Studi di Politica Internazionale, ISPI, e segretario del Gruppo Italiano della Trilateral Commission. Modera Susanna Pesenti, giornalista de L’Eco di Bergamo. Il libro racconta la storia dell’agenzia di stampa internazionale Inter Press Service (IPS). È una storia corale scritta da oltre cento giornalisti, oltre che da alcuni dei personaggi più rappresentativi a livello mondiale degli ultimi 50 anni: corrispondenti di IPS, capi di stato e premi Nobel contribuiscono con le proprie testimonianze alla peculiare storia di IPS, che attualmente è l’agenzia di stampa leader in tematiche come lo sviluppo, l’ambiente, i diritti umani e la società civile. Quando fu fondata nel 1964 come cooperativa internazionale di giornalisti senza fini di lucro all’economista italo argentino Roberto Savio e dall’esperto di politica internazionale argentino Pablo Piacentini.

Oggi IPS vanta 50 milioni di pagine Internet lette ogni mese, e i suoi articoli, pubblicati e distribuiti in 21 lingue, raggiungono più di 5mila mezzi di comunicazione in tutto il mondo. Martedì 1 maggio, alle 12 sempre allo Spazio incontri sul Sentierone “Noi siamo la rivoluzione” (Mondadori, 2012) di Federico Fubini, autore e giornalista del Corriere della Sera. Analizzando il lancio di una gara di un concorso di bellezza, Keynes dedusse che il conformismo è alla base delle leggi che regolano i mercati finanziari, soprattutto in momenti di crisi come la grande depressione del 1929. O come la crisi attuale: “Ciascuno investe il proprio denaro sulla base non di ciò che pensa, ma di ciò che pensa che gli altri investitori pensino.” Partendo da queste riflessione, Fubini racconta la speranza di chi ha scelto di non adeguarsi. Sette storie in cui i protagonisti diventano portatori – talora inconsapevoli – del salutare germe del cambiamento. Un viaggio, da oriente ad occidente, per comprendere somiglianze e differenze nei cambiamenti, economici e non, prodotti dalla rivoluzione del ventunesimo secolo sulle società del secondo e terzo mondo globalizzato.

L’Associazione360 nasce nell’estate 2007 da un’intuizione di Enrico Letta come «luogo» di riflessione giovane e informale, dove si approfondiscono alcune delle questioni più complesse dell’agenda pubblica ed elaborano proposte concrete autenticamente riformiste. Il network di TrecentoSessanta è presente in tutto il Paese con associazioni regionali e locali, unità territoriali e realtà affiliate, formato da centinaia di persone, tra donne e uomini impegnati nella politica e nelle istituzioni. Per conoscere attività e progetti www.associazione360.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.