BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Curno, Angelo Fassi espulso dalla Lega Nord

A due settimane delle elezioni la Lega Nord provinciale ha deciso di fare chiarezza sul caso di Curno, dove l’ex assessore leghista Angelo Fassi, candidato nella lista di Angelo Gandolfi, fa campagna contro la lista ufficiale del Carroccio.

A due settimane delle elezioni la Lega Nord provinciale ha deciso di fare chiarezza sul caso di Curno, dove l’ex assessore leghista Angelo Fassi, candidato nella lista di Angelo Gandolfi, fa campagna contro la lista ufficiale del Carroccio. "Angelo Fassi non appartiene più al movimento della Lega Nord. L’ex assessore di Curno, ai sensi dell’Articolo 30 dello Statuto della Lega, è stato espulso dal movimento su decisione del direttivo provinciale – commenta il consigliere regionale Roberto Pedretti –. Pertanto, ogni sua dichiarazione sarà di carattere personale e non a nome o per conto del movimento della Lega Nord che egli non rappresenta più. Da ormai tre anni Angelo Fassi è lontano dalla linea politica della Lega Nord. Con la sua espulsione il movimento ha scritto la parola fine ad una farsa che durava ormai da troppo tempo".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da x la cara GIULI

    ma brava Giuli ciò che dici non scriverlo neanche ma fallo. poi si vedra, non servono tante ciance ma agire fare, poi vedremo, se il geometrino sara cosi bravo da far valere lepropie ragioni, x quanto riguarda l”onesta del geometrino, vedremo sara il tempo che lo dira,un vecchio detto dice. il tempo è galantuomo. diamo tempo al tempo.

  2. Scritto da fassi leggiti lo statuto

    caro Fassi, cari cittadini, nella Lega quella vera, esiste uno statuto , art. 30, se un militante della lega va in una lista civica o qualsiasi lista, matematicamente è ESPULSO. e qui finisce la lunga e stupida carellata del geeometrino.- FASSI.

    1. Scritto da Giuli

      Purtroppo lei ignora le modalità e le ragioni che possono portare ad un espulsione. Tale ignoranza è esiziale per chi è stato messo ad un posto di responsabilità pur non avendone nè l’attitudine nè purtroppo le capacità. Oltre alle sedi di partito esistono anche altre sedi ove chiedere conto delle discriminazioni. Si possono chiedere dieci milioni di risarcimento a chi diffama la Lega ma a contrario possono anche essere richiesti dieci milioni a chi viola con sistematico senso di impunità le norme che dovrebbero disciplinare la vita di un’associazione

  3. Scritto da LEGA@GMAIL.COM

    E’ la dimostrazione che la LEGA E’ LADRONA !!!!!
    Fassi e’ onestissimo lo conosciamo benissimo.

  4. Scritto da giupì

    Durante l’ultima guerra, verso la fine, avvenivano da parte dei tedeschi fucilazioni dei propri ufficiali i quali, probabilmente, avevano contestato le decisioni dei capi. L’accaduto veniva commentato così: quando questi (i nazi-tedeschi) fucilano i propri ufficiali significa che stanno per perdere la guerra. Io non conosco il Fassi e non intendo approfondire la questione leghista, a me estranea. Voglio solo ricordare che le tecniche della gestione del potere sono sempre le stesse, nel corso del tempo.

    1. Scritto da Marco

      ma certe geniali analisi le pensi tutte da solo o hai un selezionato comitato di esperti?

    2. Scritto da margì

      Paragone ridicolo.

      1. Scritto da Masòt

        Mia tat!

  5. Scritto da paola

    bravo Fassi sei un grande , hai dimostrato che tu sei un onesto.
    avanti così siamo con te

  6. Scritto da Giacomo

    Spero sia finita con questi leghisti, i quali continuano senza vergogna a considerarsi federalisti, pronti a combattere per i cittadini,questi sono coloro che combattono solo per la poltrona perché gente come loro pensano solo hai propri interessi via Fassi e tutti quelli come lui pulizia pulizia puliziapulizia pulizia puliziapulizia pulizia puliziapulizia pulizia puliziapulizia pulizia puliziapulizia pulizia pulizia

  7. Scritto da Martino

    Quante chiacchiere.
    Adesso si affannano a dirci: Sì, ci sono iscritti ai partiti, ma uno perchè lotta per la libertà, l’altro perchè pensa di restituire allora non vale.
    Tutte e 4 le liste hanno all’interno tesserati.
    La lista Corti sospetto ne abbia 10
    La lista Consolandi almeno 6
    La lista Vivere Curno penso 5 o 6
    La Lista Gandolfi ne ha o aveva (pre espulsione) 5
    Segreatari di partito in lista uno: Galbiati per Gandolfi
    Tutte le liste hanno iscritti all’interno, niente di strano.
    La gente lo sa bene, benissimo mica siamo cretini.
    Vi giudicheremo sulla campagna elettorale, sul programma, sulle persone.
    Almeno lo farò io..

    1. Scritto da Pescatore

      Gent.mo Sig. Martino nella lista Corti Sindaco qualcuno non è tesserato ad alcun partito. Prima di scrivere Le consiglio di informarsi. Buona giornata.

      1. Scritto da Di Anelli

        Non è un peccato essere iscritti ad un partito. Anzi la ritengo una forma di “assunzione di responsabilità” verso la comunità ma che purtroppo la maggior parte dei cittadini non fa, delegando tutto a quelli che lo fanno e lamentandosi che non va bene niente.
        Il peccato, è essere iscritti pensando di trarne una qualsivoglia vantaggio. Allora si è meglio non farlo sapere.

  8. Scritto da maria

    Cavoli, ora come fa la lega senza un geometra??
    A già che ha ancora quello che lavora gratis, scusate tutto a posto.

  9. Scritto da Aristide

    Una questione di logica: se Fassi è espulso oggi, vuol dire che non era espulso ieri. Dunque quando il Pedretti affermava, ieri, che Fassi è espulso (con riferimento, evidentemente, al passato o quanto meno al presente di allora, di quando il Pedretti faceva queste affermazioni), non diceva il vero.

    1. Scritto da Ambrogio

      Aristide basta non se ne può più. Spero che il risultato delle elezioni cancelli le sue encicliche e quelle di Gandolfi.

    2. Scritto da Tango

      Aristide pensa al tuo comune (Trezzo) piuttosto che ai problemi di Curno. I Curnesi non hanno bisogno di maestrine abduane. Quanto all’espulsione di F. sai che problema! Non mi pare che i Curnesi ne siano felicissimi o INFElici: proprio non gli importa nulla.

      1. Scritto da Aristide

        Il gatto padano miagola sempre la stessa solfa: non sei nativo di Curno, non hai le stimmate, dunque non puoi parlare di Curno. Bel ragionamento! Per giunta sei di Trezzo. E con questo? Io proprio a Trezzo ho imparato a conoscere le “prospettiva paesana”, anche adesso che il paesone è diventato città. Però non c’è stata “metanoia” nei paesani divenuti cittadini. Ma lei che gatto è, se non conosce il piacere della libertà: il che significa anche sgombrare la mente dalla prospettiva microterritoriale. La prospettiva paesana e microterritoriale porta a un pericoloso confinamento delle facoltà intellettuali.

        1. Scritto da Elena

          Forse non ha capito che scrivendo lei al posto di Gandolfi lo esautora; già non brilla e non brillava l’autorità dell’ex “sindaco”; lei continua imperterrito ad offuscarla. Lei può affermare ciò che vuole ma le dichiarazioni indirette per conto del sindaco risultano personali.

          1. Scritto da Aristide

            Infatti, sono un libero battitore. Amico del sindaco, è vero, ma continuo a essere un uomo, Aristide: certo non un PR (= public relations = prossenetismo industriale). Non sono il “portavoce” del sindaco. Fra l’altro, è un mestiere che non apprezzo particolarmente, credo di averlo già detto. In generale, sono dell’opinione che i lavori e le occupazioni non debbano essere posti tutti sullo stesso piano. Esiste, e deve esistere, una gradazione di nobiltà, o — per converso — di ignominia. Riassumendo, non scrivo al posto di Gandolfi. Ho sempre scritto per conto mio, sia come Aristide, sia con il mio nome all’anagrafe. Non sono una putain respectueuse (che, abbreviato, fa anch’essa PR).

    3. Scritto da Asdrubale

      Una seconda questione di logica.
      Se fino ad ieri apparteneva al Partito Lega Nord in qualità di militante, allora era ancora appartenente al sistema dei partiti.
      Certamente lo era nel momento della presentazione delle liste (2 aprile us.)
      Infatti fino al 19 marzo ha prodotto volantini con il marchio della Lega (un partito, non un cetriolo)
      Quindi al momento della presentazione delle liste i tesserati ai partiti erano minimo 5:
      2 del PDL
      2 della lega Nord
      1 dell’UDC (quest’ultimo una sorta di segretario cittadino).
      Mica male per aver pescato (così dicevate alla presentazione della lista) solo fuori dal mondo dei partiti.
      Se conto bene al 2 aprile siete al 50% di iscritti ai partiti..

      1. Scritto da Giuli

        Una terza questione di logica. Se lei chiama appartenere ad un partito lottare strenuamente per la democrazia interna nell’interesse di tutti coloro che hanno creduto nella svolta federalista della Lega, pagando dei prezzi altissimi per dimostrare ciò che poi è risultato chiaro a livello nazionale, credo non abbia molto presente cosa si intende per appartenere al sistema dei partiti!

      2. Scritto da Aristide

        Nel pieghevole che riporta l’elenco dei candidati è scritto «Senza suggestioni partitiche», il che significa che i partiti non la fanno da padroni. È anche scritto «Sopra le bassure della politichetta», e non le dico che similmente Benedetto Croce ecc.: ne parleremo un’altra volta. Nel manifesto della “discesa in campo” è scritto: «La mia lista non è esclusiva, ma inclusiva, aperta a gruppi di ogni partito e ogni sentire (con l’eccezione di neonazisti, adoratori di Satana et simil)». Le due tessere del Pdl sono state restituite, il che significa che qui il Pdl non comanda. Similmente Fassi e Donizetti non sono certo presenti in questa lista per fare il piacere della Lega nord. Va bene così?

        1. Scritto da Asdrubale

          Ottimo.
          Allora posso applicare la proprietà transitiva.
          Se una cosa in generale vale per A allora vale per B
          Vivere Curno è inclusiva e nelle regole d’ingaggio parla chiaro.
          La faccia finita con i suoi pastoni sugli altri e forse otterrò rispetto per gandolfi

          1. Scritto da Aristide

            Non fa una grinza. Allora facciamo un passo avanti nel ragionamento. Cioè, facciamo un ragionamento ponderato. Quanto “pesano” Fassi e Donizetti nella Lega nord (è di ieri la notizia che sono stati espulsi) e quanto invece pesa la dott.ssa Serra nel Pd? Lei ricorderà la stechiometria che si studiava alle lezioni di chimica, al liceo: il composto chimico risultante dalla composizione ponderale di vari elementi chimici. Non basta dire che metto insieme azoto e ossigeno, devo dire quanto. Infatti, posso avere protossido di azoto, monossido di azoto, triossido di azoto, biossido di azoto, tetraossido di azoto, pentaossido di azoto. Quanto pesano, dunque, Fassi e Serra nei rispettivi partiti?

          2. Scritto da Andreij Bolkonskij

            Per prima cosa Fassi e Donizetti saranno anche caduti in disgrazia ma nella Lega di Curno pesavano: entrambi Assessori già prima dell’Avventura Gandolfiana, Fassi addirittura all’Urbanistica ai tempi del varo dell’attuale PRG.
            La Donizetti da sempre leghista.
            Fassi invece il tipico Geometra organico da sempre a quel sottobosco di cui avremmo bisogno di liberarci per sempre.
            Militante e, dice lui, vicino a Giorgetti.
            Sui due del PDL fate voi.
            Galbiati da anni nell’UDC, ai seggi distribuiva il libro di Magdi Cristiano Allam. Gadget pure quello.
            Quanto al peso: che il Fassi abbia influenza inferiore alla Serra in ogni ambito che non sia una visura catastale non è certo colpa della Serra.
            Notte

          3. Scritto da Asdrubale

            Adesso si pesano i voti e le tessere?
            Benissimo allora:
            Ma io seguivo il suo ragionamento dato che affermava n altro blog, a torto che vi fossero almeno 7 se non 8 iscritti al PD nelle Lista.
            Falso e lontano dal vero, dato che nelle riunioni per costruire la lista nella propria autopresentazione c’era l’obbligo di dichiarare la propria appartenenza o no ai partiti, anche se solo per trasparenza.
            La Serra a Curno quanto pesa? non lo so, è certamente ascoltata, ma ora è sicuramente molto più concentrata sulla lista, anzi esclusivamente direi. Rivolga la sua domanda al Conti del PD, le risponderà immagino.

  10. Scritto da silvio

    cavolo e adesso come facciamo????

  11. Scritto da Angeli

    I due Angeli di Curno insieme per sempre: ossia fuori dalla ribalte, in secondo piano.

  12. Scritto da LEGHISTA DI CURNO

    ERA ORA PULIZIA PULIZIA PULIZIA VIA I POLTRONAI

  13. Scritto da Sono Fotogenico

    Strano.
    Questo Fassi non è uscito fino al 18 marzo con documenti recanti il Logo lega Nord?
    E non si dichiarava amico di Maroni?
    Ora che la ramazza è passata negli angoli della cucina della Lista gandolfi chi ha scopato fuori dal partito?
    Angelo Fassi.
    Che fino a ieri pomeriggio si dichiarava leghista a tutto tondo, ma da stasera sarà paladino della linea antipartito, come Gandolfi (scaricato dal PDL) come l’ex Vicesindaco Donizetti, ecc. ecc.
    Insomma, se i partiti mi vogliono sono con loro…sennò sono contro il sistema dei partiti.
    Dolce l’uva neh?
    Com’era il detto?
    “Quando il Mondo non mi vuol più mi rivolgo al Buon Gesù”

  14. Scritto da Angelo

    ALLELUIIIAAAAA GIUSTIZIA E’ FATTA…!!!

  15. Scritto da adiòs Fassi

    FINALMENTE. era ora, di fare Pulizia si era consumata tutta la scopa ora ne manca ancora uno ma arrivera anche x lui e molto presto L”espulsione. certi personaggi falsi e burocrati, che cavalacano la Lega x i loro spochi comodi FUORI, NON SONO UOMINI MA BURATTINAI.