BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Bergamo l’Idv paga l’affitto a Di Pietro

Antonio Di Pietro è il padrone di casa dell’Italia dei Valori. In tutti i sensi: la sede bergamasca del partito, in via Locatelli 29, è di proprietà del leader dell’Idv che riscuote ogni mese l’affitto, circa 1200 euro.

Più informazioni su

Antonio Di Pietro è il padrone di casa dell’Italia dei Valori. In tutti i sensi: la sede bergamasca del partito, in via Locatelli 29, è di proprietà del leader dell’Idv che riscuote ogni mese l’affitto, circa 1200 euro. Un caso più unico che raro, per di più per un partito che da pochi giorni ha lanciato la campagna “Giù le mani dal sacco”, una raccolta firme contro i rimborsi elettorali. L’Idv paga infatti l’affitto grazie a parte dei finanziamenti pubblici a cui ora vorrebbe rinunciare. Non vale solo per Bergamo, ma anche per Milano. La sede del capoluogo lombardo è molto redditizia per la Antocri, la società immobiliare di cui è titolare come socio unico Antonio Di Pietro. Si legge nell’ultimo rendiconto di Antocri, relativo al 2010 che “l’immobile di proprietà sociale è condotto in locazione dall’Associazione Politica Italia dei Valori – Lista Di Pietro a normali ed ordinarie condizioni di mercato”. Sull’immobile di Milano, Di Pietro (cioè la sua Antocri) sta pagando ancora un mutuo acceso con la Bnl che si estinguerà nel 2019, le cui rate rimanenti ammontano a 115.000 euro, circa 22.000 euro l’anno. Mentre, a quanto si legge “i ricavi delle vendite e delle prestazioni” della Antocri nel 2010 sono di 32.430 euro l’anno (praticamente uguali a quelli del 2009) e dovrebbero corrispondere all’affitto di circa 2.600 euro al mese all’Idv,prezzo plausibile per nove vani e 188 metri in centro a Milano.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Simone

    Ma io non ci trovo niente di illecito o paradossale. Se mai un po’ inopportuno. è diverso a che il partito paga l’affitto della casa privata in cui abita Calderoli o se paga le spese private (dentista ad esempio) di un iscritto al partito. L’Idv doveva comunque pagarlo l’affitto… no?

    1. Scritto da Giovanni 61

      Be non ci trovo nulla di strano nemmeno io anzi è quasi regalato, in quella zona girano affitti ben più alti, non ci trovo proprio nulla di illegale, l’importante che venga dichiarato.

    2. Scritto da PIO

      a CALDEROLI pagano la casa a ROMA con i soldi del partito

      IDEM fanno con di pietro dove li prende i soldi L’IDV???per pagare l’affitto a di pietro SVEGLIA.

  2. Scritto da riflesso

    E’ dura riuscire a criticare anche un episodio che rimane assolutamente nella legalità Per fare contenti tutti i commentatori di destra l’IDV dovrebbe affittare un appartamento di Berlusconi al doppio del prezzo di mercato e in nero.Il caffè a Di Pietro lo pagherei anch’io.Riflettete invece sui soldi dei rimborsi elettorali che finiscono spesi nella propaganda fatta su reti e giornali di berlusconi e che finiscono poi in parte in bunga-bunga e burlesque.

    1. Scritto da il polemico

      gia,alla luce del sole è tutto regolare,fatta la legge,si trova sempre escamotage per guadagnarci qualcosa,e il sig di pietro,ci sta riuscendo bene.se poi gli metto l’imu,nessun problema,aumenta al suo partito affitto di 150 euro mensile(che ovviamente l’idv non farà causa al proprietario dell’immobile per non pagarlo)e il gioco è fatto.,non mi stupirei che poi apra qualche sede in qualche bel posto di villeggiatura sempre dentro immobili di sua proprietà….con sto trucchetto si può tranquillamente e legalmente fare un impero immobiliare….IDV=italia dei valori miei

  3. Scritto da Stefano

    Fuori da ogni rincorsa a polemiche tra fazioni pro o contro Monti, a sospetti di mandanti occulti che prima colpiscono la Lega e poi, a cascata, gli altri, complimenti a BGNews!
    Mi auguro che si prosegua in questi articoli, che si faccia luce su dove vengono messi i rimborsi, su dove vanno i soldi presi al referendum che serviranno a promuovere il referendum per abolire i rimborsi elettorali che genereranno altri rimborsi ai promotori.
    Troppo forti questi qua dell’IDV

  4. Scritto da stefanorossi

    Perche’ non lo sapevate? idv e’ proprieta’ di Di Pietro poverino e’ anche un baby pensionato!! e c’e’ ancora gente che crede nell’integrita’ dei partiti!!!!INCREDIBILE!!

    1. Scritto da Luciano Avogadri

      Citare un esempio (forse) e usarlo per farne una generalizzazione dimostra una logica che ci riporta ai tempi delle amebe.

  5. Scritto da Seriano

    L’operazione di Di Pietro é semplicemente il mezzo legale per appropriarsi dei soldi pubblici a fini privati: se voleva patriminializzare IDV faceva comprare a questa la sede e con i contributi ci pagava le rate del mutuo. INVECE: la sede la compra LUI, per pagarla accende un mutuo e con la pigione ci paga le rate.
    Praticamente: con i soldi del finanziamento pubblico, DiPietro paga le rate del mutuo acceso per comprarsi un appartamento. Tutto legale: MITICOOO!

  6. Scritto da ivo

    l’ennesimo caso di politicaffarista, peccato sembrava un candido”

  7. Scritto da Lucas56

    A me pare che non ci sia nulla di illegale dal punto di vista del diritto; secondo il giornalista gli affitti sono regolari e a prezzi di mercato. Tuttavia, la vicenda mi pare davvero poco opportuna per un politico che fa sua la bandiera dell’onesta e della trasparenza. Se non altro palesa un latente conflitto di interessi che avrebbe dovuto indurre l’on. Di Pietro ad una maggiore prudenza.
    Vicende come queste alimentano il pericoloso fuoco dell’antipolitica, sul quale viene gettata la benzina dello sconforto dei cittadini, ingannati dai politici presenti in Parlamento; da tempo si sono riattribuiti finanziamenti che pensavamo aboliti in via referendaria nel 1993. E’ davvero vergognoso.

  8. Scritto da Benny Lubrini

    a quelle persone che dicono onesto il comportamento di Di Pietro ricordo che lo stesso sta speculando su soldi pubblici. Perché la casa non l’ha fatta comprare al partito? Ovvio non ci avrebbe guadagnato nulla.
    Mi meraviglio di quelle persone che giustificano tale comportamento. Spero sia solo ingenuità.
    Aprite gli occhi per favore, altro che Italia dei valori, sono tutti uguali.

    1. Scritto da tuttiLadroni

      ma chissenefrega…………tanto io voto BEPPE GRILLO

      1. Scritto da Luciano Avogadri

        Buono quello.

    2. Scritto da Ennio

      Non sono un elettore IDV ma se l’affitto è EQUO e ci paga le tasse non vedo il problema . La scelta tra affittare o comprare è semplicemente una valutazione che viene fatta da migliaia di società o organizzazioni.

      1. Scritto da Benny Lubrini

        Scusa ma…. Mi prendi in giro!!!
        Cosa significa affitto equo e pagarci le tasse quindi nessun problema.
        In questo modo il sig. Di Pietro si troverà un appartamento pagato da noi contribuenti grazie all’affitto pagato dal suo partito.
        Peró ora basta, ho troppa stima della mia intelligenza per continuare a discutere con chi non vuole capire.

        1. Scritto da Michele Pezza

          Già… e nel frattempo ci guadagna pure: provate a farvi dire quele è il tasso di interesse applicato per un mutuo casa ad un deputato! e provate a chiedere lo stesso importo per voi e confrontare i due tassi! sorpresa!!!

  9. Scritto da nino cortesi

    Di Pietro è l’unico a cui pagherei anche il caffè perchè se lo merita.

    1. Scritto da Damiano

      Ma soprattutto, perché col suo stipendio, probabilmente non può permetterselo, un caffè… Io non offrirei proprio nulla a nessun politico: direi che c’hanno già pensato loro, a farsi offrire coattivamente dai cittadini fiumi di caffè e champagne, alle spalle dei contribuenti…

    2. Scritto da DexterMorgan

      Paga paga. Magari al Florian di Venezia…

  10. Scritto da perplesso

    wow,facendo cosi ha un incasso garantito fino a quando non si stancherà del suo stesso partito,che alla fine gli pagherà l’immobile.effettivamente non fa nulla di illecito,però cosi evita che se lo affittava ad altri,cera rischio di morosità,o di periodi sfitti….e bravo sto di-pietro,ogni occasione è buona per fare soldi,ne avrà affittati altri di queste proprietà al partito?

  11. Scritto da Giacomo Testa

    Se vogliamo parlare di libri consiglio questo:
    “Di Pietro: la storia vera” (Filippo Facci).
    Si vede che col passare degli anni anche “l’onorevole” ha affinato le sue tecniche….

  12. Scritto da renato brando

    Se il poliziotto di pietro avesse affittato la sua proprietà a persona qualunque nulla da dire, risulta che è il suo partito a pagare l’ affitto a se stesso e ciò denota una notevole caduta di stile.

  13. Scritto da Toni Corberi

    Vedo molto risentimento e molta stizza fra i commentatori di destra.Suvvia non sono mica tutti come i vostri avete scoperto che c’é anche chi affitta i propri immobili in chiaro rispettando le leggi e pagando le tasse,Una notizia di questo genere fa piacere perché dimostra che c’é ancora qualcuno che rispetta le regole e qualcuno che cerca comunque di criticarlo anche nel giorno in cui si scopre che il suo referente politico si faceva chiamare “Amore, Amorino” dalle sue disponibili amiche ricompensate con candidature politiche blindate e che trattava con la mafia il prezzo della sua salvaguardia.Un bell’affare per noi.

  14. Scritto da adriana

    E’ tutto tanto regolare da far cadere le braccia, considerati i tempi. La gente però, a volte, pur di parlar male di un partito che non ama, non si attiene neppure ai fatti.

    1. Scritto da mario59

      a si…e me lo spieghi lei allora quale è il partito di cui non c’è motivo per parlare male.

  15. Scritto da sergio internicola

    Sicuramente l’avranno fatto a sua insaputa…

  16. Scritto da meo bikiko

    Aspetto un elenco di politici di destra che concedano a qualunque titolo immobili di loro proprietà in affitto a enti o privati a 0 € (zero euro) di canone pagando però IMU , Irpef,spese condominiali e quanto stabilito a norma di legge a spese loro.Se l’elenco arriva (ed è documentato e verificabile) allora criticate pure Di Pietro, altrimenti zitti e mosca.Astenersi commenti citrulli,non servono a niente salvo a certificare la citrullaggine di chi li fa.

  17. Scritto da sara

    che stronzata..ma se ci paga l mutuo l imu e tutto e ha comprato l immobile non ci vedo niente di scandaloso..ceduto in affitto a un prezzo piu basso di mercato.Le merdate leghiste con diamanti e lingotti sono ben altra cosa..ben altra..

    1. Scritto da alessandro

      se non è scandaloso che con i soldi pubblici si paghi il mutuo e ci guadagni anche sopra, vorrei sapere, cara sara, che metro usa.
      Che nella Lega ci sia porcheria non scusa quanto Di Pietro sta facendo.

    2. Scritto da Enterprice

      Mi permetto di replicare.. se un partito riceve dei rimborsi elettorali e invece di spendere tali rimborsi per le sezioni locali decide di investire nell’oro o nei diamanti – visto che rappresentano dei beni rifugio ben più solidi del mattone o della borsa – qual’è il problema? Casomai i dirigenti dovranno rispondere ai militanti del partito che non avendo risorse per la propaganda politica, saranno in difficoltà economiche. L’investimento, se fatto per ottenere ulteriori utili (nella piena legalità) o per non perderci visto l’andamento dei mercati, è del tutto lecito! Altro paio di maniche è cambiare, come dovrebbe essere fatto, la legge sul finanziamento pubblico.

      1. Scritto da dedo

        Mi permetto di replicare….”riborso” significa che tu spendi 10 e io ti rimborso 10……se spendi 10 e hai 1000 quello si chiama furto ai danni dello stato perchè è finanziamento pubblico ai partiti.
        Poi con questi soldi rubati da questi mafiosi ogniuno fa quello che vuole come dici tu.
        STATO E PARTITI LADRI

  18. Scritto da Enterprice

    Che caso che oggi si inizia con l’Italia dei Valori.. dopo aver demolito la Lega .. forse perchè erano le uniche due forze all’opposizione di questo governo?.. Personalmente non vedo il problema che un partito paghi la casa ad un suo esponente… cosi come ogni ditta paga vitto e alloggio al personale in trasferta…

    1. Scritto da GIANNI

      ma che bella trovata!!! la ditta paga di tasca privata, il partito usa soldi PUBBLICI! x pagare la casa a super stipendiati e rimborsati. vedere le diarie e gli emolumenti garantiti ad ogni parlamentare! capito dove sta la differenza? o e’ sempre solo roma ladrona?

    2. Scritto da Peddy

      Un partito non è una ditta. Altri scopi, altri valori, altre priorità. Di fatto, se ho capito bene, Di Pietro (e non ho preconcetti nei suoi confronti), “guadagna”, lecitamente ovvio, dall’attività politica del partito di cui lui è Segretario/capo/leader, affittandogli immobili di sua proprietà. Insomma, mischia interessi personali (entrate ottime e abbondanti) con la sua attività politica/nostre tasse. Tutto legale ma decisamente poco etico. Fastidio. Sarò vecchio stile, ma ho nostalgia, tantissima, dei vari Berlinguer.

    3. Scritto da mario59

      Esatto..vedo che hai afferrato l’argomento… un conto sono soldi non dichiarati e di dubbia provenienza .. ma se un partito con i propri soldi decide di pagare le spese a uno o più esponenti, una volta che è tutto alla luce del sole non vedo quale possa essere il problema…se non quello di screditare chi al momento da noia.
      Diverso invece è il discorso finanziamento pubblico dei partiti, gli Italiani nel 1993 avevano deciso di non finanziare più i partiti con i soldi pubblici… ma loro con “destrezza” sono usciti dalla porta, per rientrare ancora più famelici dalla finestra…adesso devono smetterla…noi gli facciamo paura solo quando dobbiamo votare, pertanto approfittiamone.

  19. Scritto da walter semperboni

    Che dire di questo politico di montenero di bisaccia,le persone comuni già han detto tanto,ora tocherebbe ai suoi compagnucci giudici!!!

  20. Scritto da verita'

    Dipietro e’ come tutti gli altri,pensano solo ai propri interessi,almeno un po’ di buonsenso,ma l’affitto del proprio immobile rende,il figlio in politica rende ecc. ecc.La gente ormai non ne puo’ piu’ di questi politici da strapazzo.A forza di tirar la corda politici,state attenti che se si rompe……………………

  21. Scritto da mario59

    Ma questi stanno proprio tutti a pigliarci per i fondelli..oggi ho letto che Bersani sostiene che i finanziamenti debbano essere dimezzati..ma proprio non vogliono tenere conto che noi cittadini con un referendum nel 1993 abbiamo abrogato la legge che prevedeva il finanziamento dei partiti..ho capito che hanno fatto la furbata di fare immediatamente un’altra legge che sostituiva quella appena abrogata..ma adesso basta, i cittadini in stragrande maggioranza, hanno finalmente capito di essere stati presi in giro..pertanto ai politici conviene smetterla di non considerare il volere dei cittadini, altrimenti l’anno prossimo con le elezioni politiche, dai cittadini avranno ciò che si meritano.

  22. Scritto da 081

    E’ storia vecchia, prego leggere il libro “Il colpo allo Stato” di Mario di Domenico (già fondatore dell’IDV)