BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Magia di Gomez e sigillo di Seymour: Atalanta ko a Catania

I nerazzurri escono sconfitti malamente dal Massimino, al termine di un match dominato da un grande Catania che continua a sognare l'Europa. Sulla panchina nerazzurra scintille tra Colantuono e Schelotto dopo la sostituzione.

Più informazioni su

I nerazzurri lasciano il Massimino senza punti al termine di un match dominato in lungo e in largo dagli uomini di mister Montella che, grazie a questi tre punti, possono continuare a sognare l’Europa. Male l’Atalanta, pericolosa solo in un’occasione con l’esordiente Terracciano bravo a dire di no ad un colpo ravvicinato di Bonaventura: troppo poco, soprattutto di fronte ad un Catania così, trascinato da un ottimo Lodi, da un fantastico Gomez e da un Bergessio indemoniato che ha cercato la via del gol in tutti i modi.

Primo tempo tutto di marca catanese con i ragazzi di Montella meritatamente in vantaggio grazie alla magia di Gomez.

Nella ripresa il dominio dei siciliani continua, con l’Atalanta mai veramente in gara e capace di mettere paura ai tifosi del Massimino solo al 13′ quando Terracciano dice "no" a Bonaventura con un vero e proprio miracolo. Nel finale, al 40′, il raddoppio di Seymour che mette la parola fine al match.

 

CATANIA-ATALANTA 2-0

CATANIA: Terracciano, Bellusci, Legrottaglie, Spolli, Marchese, Biagianti, Lodi, Seymour, Gomez, Bergessio, Lanzafame. All. Montella

ATALANTA: Consigli, Bellini, Stendardo, Lucchini, Peluso, Schelotto, Carmona, Cazzola, Bonaventura, Moralez, Gabbiadini. All. Colantuono

 

SECONDO TEMPO

49′: è finita al Massimino. Atalanta battuta 2-0 da un buonissimo Catania che vola a quota 46 e può continuare a tenere vivi i sogni d’Europa.

47′: Catania ancora pericoloso in contropiede con il solito Bergessio, salva tutto Stendardo con una chiusura provvidenziale.

46′: ammonito anche Peluso.

45′: ci saranno 4′ di recupero al Massimino.

42′: il primo giallo dei nerazzurri è per un Carmona piuttosto nervoso che ha appena steso Seymour.

41′: fuori Biagianti, tocca a Ricchiuti.

40′: il cileno, al suo primo gol in Serie A, conclude in rete un’azione lunghissima nella quale Consigli ha provato a dire di no al Catania con due belle parate.

40′: gol del Catania, ha raddoppiato Seymour.

38′: finisce la partita di un grandissimo Gomez. Lo sostituisce Llama.

36′: destro di Gomez, Consigli ci mette i guanti e devìa in corner.

34′: crampi per Bonaventura. Colantuono manda in campo al suo posto Ferreira Pinto, esaurendo i cambi a sua disposizione.

32′: Maxi Moralez, dal limite dell’area, cerca di servire Carrozza invece di calciare in porta. L’azione sfuma con la palla tra le mani di Terracciano.

30′: Bergessio ancora ad un passo dal raddoppio. La conclusione dell’argentino si spegne sul fondo.

29′: fuori Gabbiadini, al suo posto Carrozza. Per il giovane bomber di Bolgare una botta alla tibia della gamba destra che l’ha portato a chiedere il cambio.

26′: punizione di Lodi, deviazione di Bergessio e miracolo di Consigli. Ma l’arbitro ferma tutto: l’argentino è in fuorigioco.

22′: primo cambio anche per Montella con Catellani che sostituisce Lanzafame.

20′: Catania ancora pericoloso con Gomez, serve sempre il miglior Consigli.

16′: Momenti di tensione tra i nerazzurri. Schelotto non ha preso bene la sostituzione e, una volta raggiunta la panchina, ha preso a calci una bottiglietta scatenando l’ira del suo tecnico.

15′: Colantuono richiama in panchina Schelotto, è il turno di Tiribocchi.

13′: miracolo di Terracciano sul destro ravvicinato di Bonaventura. L’Atalanta sembra essersi svegliata.

12′: Tiribocchi si toglie la pettorina, tra poco sarà il suo momento.

11′: gran botta di Bergessio, Consigli c’è.

6′: Gomez cerca Bergessio che, leggermente in ritardo, non trova la conclusione a pochi passi da Consigli.

3′: Bergessio prova ad inserirsi nelle maglie della difesa nerazzurra, Stendardo fa buona guardia e porta via la sfera all’argentino.

1′: si riparte. Le due squadre in campo senza cambi.

 

PRIMO TEMPO

46′: il primo tempo si chiude sull’1-0.

45′: ci sarà 1′ di recupero.

43′: Catania ad un passo dal raddoppio con Legrottaglie che di testa, servito ottimamente da Lodi, colpisce il palo. Consigli, anche in questa occasione, non avrebbe potuta fare nulla.

42′: bel cross dalla sinistra di Bonaventura, Schelotto non ci arriva di un niente.

40′: l’Atalanta costruisce ma fatica ad incidere. 

38′: la punizione di Gabbiadini finisce alta di poco. L’Atalanta sta provando a reagire dopo il gol di Gomez.

35′: Catania ancora pericoloso con Bergessio, Consigli salva i suoi.

31′: quella di Gomez è una vera e propria magia. Il destro dai 25 metri del fantasista siciliano s’infila proprio sotto il sette, con l’incolpevole Consigli che può fare ben poco.

31′: gol del Catania, ha segnato Alejandro Gomez.

26′: ci prova Bonaventura ma il suo cross, tropo lungo, si spegne sul fondo.

24′: il Catania prova a pungere con la coppia Bergessio-Lanzafame.

17′: l’Atalanta prova a farsi vedere dalle parti di Terracciano con un cross di Moralez che Marchese spazza lontano.

13′: bel cross dalla sinistra di Lodi, testa di Bellusci e palla a lato. I padroni di casa si stanno facendo sempre più vivaci, l’Atalanta ancora non c’è.

12′: Catania pericoloso con un cross basso di Gomez che, dopo una serie di deviazioni, si spegne sul fondo grazie alla preziosa chiusura di Lucchini.

5′: il match è iniziato su ritmi piuttosto alti. Ancora, però, non si sono viste chiare occasioni da gol.

4′: il primo guizzo del match è tutto nerazzurro con il destro di Moralez che finisce ampiamente a lato.

3′: Montella, vista la squalifica di Carrizzo, punta su Terracciano, classe ’90 al debutto nella massima serie. Per il Catania è il quinto portiere schierato in questa stagione.

1′: Romeo dà il fischio d’inizio dopo il minuto di silenzio carico di commozione dedicato alla memoria di Piermario Morosini, il giocatore bergamasco del Livorno morto sabato scorso a Pescara.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    Non è il caso che ci siano scintille, anzi queste proprio non ci devono essere. E’ una partita in trasferta che si poteva perdere. All’Atalanta è mancato il fosforo di Cigarini e Manfredini ed il peso di Dennis. Mercoledì sarà un’altra partita. Siamo troppo lenti nei capovolgimenti di fronte. Doti del Catania (da imitare) oltre al correre tutti avanti ed indietro, anche quello di lottare sempre e di essere scorbutici anche nei frangenti minori. Gabbiadini è giovane, possiamo aspettarlo con più calma. Calma e gesso per tutti, perchè abbiamo già fatto tanto. Sufficiente Lucchini. Condivido la scelta di lasciar riposare Cigarini e Manfredini. Mercoledì rientra Dennis e non è poco.