BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Oriani, PdL, all’attacco “Chi blocca le strade sta dalla parte del torto”

Il consigliere provinciale del Popolo delle Libertà Matteo Oriani si è sfogato su Facebook dopo essere rimasto bloccato nel traffico a causa di una manifestazione Fiom-Cgil.

Più informazioni su

“Stamattina sono rimasto bloccato al Rondò delle Valli a causa della manifestazione della Fiom-Cgil e con me c’erano centinaia di automobilisti che sono rimasti fermi in coda senza sapere il perché mentre tentavano di recarsi sul luogo di lavoro. Ho sentito i loro commenti, e confesso che perlopiù erano poco britannici e molto orobici”.

Si sfoga così il consigliere provinciale del Popolo della Libertà Matteo Oriani che si è affidato al social network Facebook per esternare il proprio disappunto. Oriani non le ha mandate di certo a dire e si è fatto portavoce di chi non vuole più essere vittima di disagi di questo tipo e poco dopo ha delineato meglio la propria posizione.

“Prima a Dalmine, ora a Bergamo. La gente è stufa di disagi, il diritto di sciopero è sacrosanto, per carità, ma lo è altrettanto quello di muoversi, soprattutto se si viaggia per lavoro. Chi scioperando blocca le strade si pone dalla parte del torto”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da carlo

    Ma scusate o io ho letto un’altro articolo o qui parecchi di voi non sanno leggere.
    Il consigliere Oriani ha forse detto che la gente non ha il diritto di scioperare ? Non mi pare. cit:”il diritto di sciopero è sacrosanto, per carità, ma lo è altrettanto quello di muoversi, soprattutto se si viaggia per lavoro”.
    Come dire : loro hanno il diritto di scioperare e altri di andare al lavoro.Certo che poi ogni occasione è buona per distorcere la reltà e denigrare, anche a livello personale una persona.

  2. Scritto da marco sagomerò

    Leggo con stupore che oriani si vanta di aver lavorato sia come lavoratore autonomo che dipendente . Invece non deve vergognar si della realtà . Ossia ha lavorato solo per la politica da portaborse di saffioti in segreteria provinciale e in regione. Nulla di male, ma negare che sia mantenuto dalla politica non e giusto nei confronti dei contribuenti che lo pagano tuttora. Grazie, Marco.

    1. Scritto da Matteo Oriani

      Gentile Marco non mi sono vantato ma ho solo raccontato le mie esperienze lavorative dal 2000 ad oggi. Non ho mai negato di lavorare in regione come assistente personale di Saffioti,lavoro che ho dal 2005,al quale si sono affiancate e sovrapposte anche altre attività lavorative, come quella del negozio di mio fratello.Nessuno però può altrettanto dire che non siano vere le esperienze lavorative presso Bergamoweb e Bergamotech durante gli anni dell’università,così come altri lavori presso altre aziende.Per l’attività in segreteria provinciale non ho mai percepito alcun emolumento o rimborso ne mi sognerei di farlo,avendo sempre inteso l’impegno politico,iniziato a novembre 94,come volontario.

  3. Scritto da Pinuccia

    Oriani, la politica non è il tuo mestiere… Datti all’assaggiatore di risotti. Forse ti riesce bene!

  4. Scritto da lavoratore

    oriani tu sei un professionista della politica è ora che tu vada a lavorare non è detto che ti faccia bene , fai come molti giovani che fanno politica di passione è una vita che ti manteniamo

    1. Scritto da Matteo Oriani

      Ho già avuto modo di chiarire le mie diverse esperienze lavorative che a 34 anni mi hanno portato a lavorare al consiglio regionale. Ho lavorato durante gli anni degli studi universitari (come molti giovani) ed ho cambiato diversi datori di lavoro e tipi di lavoro. È pertanto inesatto dire che sono un mantenuto della politica e che non abbia mai lavorato. Ho sperimentato il lavoro autonomo e il lavoro dipendente, ho sempre avuto contratti precari come l’attuale. Le suggerisco di rileggere gli altri post.

      1. Scritto da Ciro Treboni

        Evidentemente le sue esperienze di lavoro erano fini a se stesse e lei non aveva (e probabilmente non ha) bisogno di lavorare veramente.Se avesse qualche anno in più e una famiglia da mantenere,magari con un mutuo da pagare, pena la perdita di tutto quello che ha già pagato se non riesce ad andare avanti a pagarlo,il suo punto di vista su chi si trova costretto a bloccare una strada (sicuramente lo fa con vergogna e malvolentieri) per far sapere agli altri la sua situazione, sarebbe probabilmente diverso.L’alternativa alla disperazione non è il burlesque.Per venire fuori dai problemi in cui siamo stati precipitati da anni di malgoverno ci vogliono serietà e politici almeno capaci di vederli.

  5. Scritto da stefano b.

    chi blocca le pensioni e gli stipendi cos’è???

  6. Scritto da Piripippo

    La mamma del gatto mi ha detto (lo sa anche lei) che le disastrose situazioni come quella in cui ci troviamo dopo anni di malgoverno, creano situazioni disperate in tante famiglie e quando i governanti non ci sentono per farsi sentire (far saper che si esiste e si hanno problemi) si organizzano scioperi e manifestazioni che devono il più possibile far prendere coscienza dei problemi in essere.Fare le manifestazioni in cantina di domenica senza farlo sapere a nessuno è inutile,al massimo se la classe dirigente viene a saperlo c’è solo qualcuno che muore dal troppo ridere.Un politico queste cosa dovrebbe saperle sennò è meglio che cambi mestiere.Anche berlusconi i comizi non li fa in cantina.

  7. Scritto da f@cci@

    Gentile Redazione, potreste corredare l’articolo con una foto presa di fronte? Ringrazio sentitamente.

    1. Scritto da Maria Nossa

      Complimenti anche alla Redazione che pubblica commenti così “intelligenti”

      1. Scritto da o sc@rrafone

        “Ogni scarrafone è bello a mamma soia”

  8. Scritto da Ranger

    Oriani, sù , non commetta errori politici, ormai è scattata la lettera dell’alfabeto successiva , da PDL a PDN . E’ lo stesso disastroso minestrone per continuare a fare quello che si faceva prima . Vorrà mica perdere il treno continuando a cercare di mettersi in luce come pdl !? Grillo sta facendo un lavoraccio per farvi rivincere !

    1. Scritto da l@voraccio

      Il lavoraccio x farli rivincere lo state facendo voi, votando le stesse cose che votano loro. Se devo essere governato da ladri, tanto vale scegliere quelli che lo fanno da più tempo, con più esperienza.

      1. Scritto da Roger

        Lè riat ol furbèto , bel ragiunamet . Senza questa mediazione (di tale si tratta) del governo tecnico messo su per graziadiddio da Napolitano adesso saresti già in coda alla caritas, e speramo ce la facciano perchè non è finita. Certo ci sono cose che il pdl non vuole (patrimoniale, legge pesante anticorruzione, liberalizzazioni vere) e che il PD non vuole (lavoro ecc.) ma l’importante adesso è salvare la pelle, caro il mio “poveraccio”. Poi ben venga la politica e le responsabilità dirette, sperando che la lezione sia servita agli elettori a capire i perchè, possibilmente evitando i buffoni populisti.

        1. Scritto da mario59

          Bravo l’importante è salvarci la pelle, naturalmente spellando vivi i soliti ignoti…questo è un governo pericoloso, che preme senza pietà sulla povera gente..senza nemmeno sfiorare i grossi interessi dei cittadini che non sanno nemmeno cosa voglia dire la parola crisi….questo è un governo pericoloso, che potrebbe innescare qualcosa di molto brutto che gli Italiani hanno già conosciuto…io preferirei non rischiare, e la strada migliore per evitarlo, sarebbe quella di far pagare i costi di questa crisi in maniera equa…purtroppo Monti lo aveva detto, ma come sospettavo non l’ha fatto.

          1. Scritto da VediTu

            Senti Mario , dibattiamo da tempo su questo sito ,percepiamo in maniera diversa cosa è “peggio” e cosa è “spellare”. La potenziale voragine che abbiamo davanti può toccare pensionati, lavoro, salari in maniera enormemente più devastante. Certamente in termini di equità e su molte altre cose Monti poteva e doveva fare di più ma è un governo tecnico di urgenza ed “equilibrio” tra due forze. L’italia non può vivere con questo livello di debito per metà posseduto all’estero, patrimoniale ed alienazioni serviranno per il debito, sono pronto a scommetterci. L’obbiettivo continua ad essere salvare la pelle.

          2. Scritto da mario59

            Pertanto secondo te, equità o non equità, quel che conta è salvare la pelle..? Sai che fino li c’ero arrivato pure io..ma io continuo a farti notare che questo governo sta massacrando alcune categorie di cittadini, mettendoli in condizioni disperate, ti faccio alcuni esempi..c’è il problema degli esodati, che non hanno più ne un lavoro ne la pensione, ci sono moltissimi cassintegrati che avendo più di 50 anni di età non vengono più assunti da nessuno, e Monti gli ha allontanato ulteriormente la possibilità di andare in pensione..queste categorie di cittadini rischiano di pagare il prezzo più alto di questa crisi..vogliono considerarli o aspettano che qualcuno di loro dia fuori di matto?

        2. Scritto da MP5*

          Poveraccio sarai tu, io mi sono firmato l@voraccio, prendendo a prestito un termine presente nel post precedente. Tu, caro amico, hai infilato una collana di affermazioni, che sono solo tue affermazioni, hai il diritto di pensarlo, ma non hai la scienza infusa, nè la sfera di cristallo. Io non le convido x nulla! Evitiamo pure i buffoni populisti infarciti di fiamme e fasci littori, ma non confonderli con il 3 partito Italiano (x ora, siamo in crescita). E soprattutto, evitiamo di farci governare da quei finanzieri che stanno distruggendo non solo il paese, ma anche il pianeta.

          1. Scritto da Roger

            Scusa per il “poveraccio”, è soltanto un errore di lettura del “lavoraccio” del tuo nick , non mi permetterei mai. Due domande 1) perchè ti sei sentito chiamato in causa dal “buffoni populisti” ? 2) Qual’è la proposta di grillo per uscire dalla situazione economico/finanziaria da fallimento ? Evita un paio di cose , che la finanza internazionale sia una massa di farabutti lo so anch’io , a suggerire antipolitica da “spiccioli” sono capacissimo anch’io, parliamo con il senso reale delle dimensioni del problema

          2. Scritto da marco

            Il movimento a cinque stelle un’altra idea bizzarra che un comico salvi l’Italia. Intanto salva i partiti che sostengono Monti mettendo nel friser i loro voti con l’antipolitica. E dire che da giovane speravo che una risata li seppellissse ai potenti, ma non quella suscitata da un comico!

          3. Scritto da comic@ FINALE

            Nessun uomo della provvidenza salverà l’Italia, che faccia il comico, il politico, o il finanziere di mestiere. L’unica speranza di salvezza è in un movimento democratico di base, che faccia politica diretta, che abbia regole scritte, valide x tutti, allo stesso identico modo. Grillo ha sempre detto che non si sarebbe candidato, dovesse cambiare idea, sarebbe finito. Per i militanti del Movimento POLITICO 5*, le parole sono impegni inderogabili. A chi ci rappresenta noi chiediamo due semplici cose: dire quello che pensano, fare quello che dicono!

          4. Scritto da pover@ccio

            Perchè hanno una paura folle, di quello che loro chiamano “populismo” e che tu definisci “buffone” e che, a mio modo di vedere, è solo democrazia diretta, popolare, hanno paura e hanno cominciato a spargere letame e disinformazione.
            Le proposte di grillo, le puoi leggere sul suo blog, la mia, l’ho inviata a BGNEWS, in forma di lettera, chiedi a loro di pubblicarla, se ti interessa. Il mio suggerimento ti sembrerà “privo di senso reale”, a me sembra semplicissimo e di facile realizzazione, se, ci fosse la volontà politica di farlo, incidendo il bubbone degli interessi consolidati.

          5. Scritto da Roger

            Grillo ha messo in fila un pò di incazzature di tutti noi (niente di nuovo) ma è una cosa enormemente distante dal governo di un paese . Quale Politica ? (quella con la P maiuscola ?) Quli tipi di interventi sulla tremenda situazione economico/finanziaria che stiamo vivendo ? Quale politica sociale ? Quale politica estera ? IL NULLA. Portate avanti da chi ? Quanti scilipoti imbarcherà ? quante figure impreparate con la sola ambizione di saltare sul carro ? Lascia perdere , il momento è troppo grave per le avventure, abbiamo già dato, maledizione.

  9. Scritto da VengoPazzo

    Oggi sulla stampa :
    1) Oriani che continua a rilasciare dichiarazioni. 2) L’eco che offre tanto spazio ad un’intervista al sen. Carrara sul rinnovamento (!!??) 3) Sempre l’eco che dedica spazio alla vocazione “verde” di treviglio (brebemi, bergamo-treviglio, interporto) capitale della Bassa cementificata, che avrebbe ancora tanta campagna.
    Comincerò a bere.

  10. Scritto da Mauro Valle Seriana

    Gli scioperi vanno fatti secondo le regole. Se io lunedì perchè la mia impresa ha difficoltà (lavoro nel settore edile) metto il mio furgone di traverso sull’asse interurbano mi arrestano e mi multano, ma se lo fanno le tute blu sono bravi e fanno bene. L’Italia va a rotoli per colpa di politici e sindacati. Capisco le preoccupazioni, io fatico ad arrivare a fine mese e a dar da mangiare ai miei figli, ma mi tiro su le maniche e faccio due lavori, mica mi metto a protestare rompendo le scatole agli altri!

    1. Scritto da mario59

      Se un giorno pure tu ti troveresti davvero con il sedere per terra, lo metteresti veramente il furgone di traverso sulla strada, ma finchè potrai evadere le tasse e far lavorare gli operai in nero… chi protesta per te rimarrà sempre un rompiscatole.

    2. Scritto da m@neghe

      Proprio sicuro di esserti “tirato su le maniche”? A me pare piuttosto che tu ti sia “tirato giù le braghe”! Su quale dei due lavori paghi le tasse? Così, tanto x sapere.

      1. Scritto da dfdf

        L’Italia, va a rotoli perche gli impresari non pagano le tasse, lo dice ISTAT

  11. Scritto da mario59

    Si capisce che dev’essere uno molto intelligente sto Oriali..penso sarebbe una bella battatglia dover scegliere tra lui e il trota.
    La sua filosofia è: volete protestare per i vostri disagi..fatelo ma senza rompermi le scatole..insomma lui è uno di quelli che vorrebbe il paese bello ordinato, a sua disposizione, e se milioni di cittadini, soffrono e non riescono più ad andare avanti, anche a causa del malgoverno del suo partito, a suo dire dovrebbero protestare in silenzio senza rompere le scatole a chi non ha bisogno di protestare..detto ciò, capisco che sia un disagio, trovarsi la strada bloccata, ma bisogna anche pensare che probabilmente nessuno si diverte a farlo.

    1. Scritto da PDL iscritto

      Solo nelle ultime settimane Oriani si è attivato per i pendolari e la revisione degli orari della teb, è intervenuto sulla autostrada Bergamo Treviglio per ascoltare le ragioni degli agricoltori, ed ha promosso una iniziativa per aiutare i comuni. Ne avessimo di politici così. Altro che trota!

      1. Scritto da Johnny

        Sono 10 anni che il Pdl “si attiva” , vuoi che ti racconti i risultati ?

      2. Scritto da mario59

        Se a suo tempo lui e i suoi compari fossero intervenuti per salvaguardare i salari e l’occupazione di migliaia di dipendenti resi sempre più precari, da chi vuol essere sempre più ricco, probabilmente non ci troveremmo con della gente disperata che blocca le strade.

  12. Scritto da Maria Nossa

    Qui tutti bravi a parlare e altrettanto CODARDI nel farlo senza mettere nome e cognome! Oriani ha ragione e ci mette la faccia, può piacere o non piacere quello che dice, ma lo fa senza ipocrisie… voi che fate? Ciarlate e non vi assumente la minima responsabilità di quello che dite… Quello che poi fa i conti in tasca ad Oriani sparando un guadagno di 70mila euro manco legge i giornali che giusto l’altro giorno pubblicavano i redditi dei consiglieri provinciali… e Oriani era ben lontano da quella cifra

  13. Scritto da Riccardo

    Premesso che penso anch’io che le manifestazioni sindacali, anche se giuste in questi momenti grami per i lavoratori, si debbano svolgere senza mettere a disagio altri incolpevoli lavoratori, penso che se questo signore avesse protestato nello stesso modo quando erano i simpatici evasori delle quote latte a bloccare le strade, forse avrei potuto credere che queste sue proteste erano sincere e, in parte, motivate. Ma allora, mi sembra, sia stato tranquillo e zitto per cui tutto questo discorso mi sembra solo ben indirizzato alla pancia del suo elettorato presente e futuro.

    1. Scritto da Matteo Oriani

      Preciso che lo ho fatto. Non ho mai condiviso la scelta di pagare le multe delle quote latte per quegli allevatori che hanno violato le regole. Può chiedere conferma anche a Coldiretti di cui avevo condiviso la posizione contro i furbi del latte

      1. Scritto da calore

        “…………..Non ho mai condiviso la scelta di pagare le multe delle quote latte per quegli allevatori che hanno violato le regole……..”
        !!!!!!!!!! Mi spieghi bene per favore queso concetto perchè o capisco male io o Lei condivide il NON pagare le multe per quelli che hanno violato le leggi.

        1. Scritto da Matteo Oriani

          Mi riferivo alle proposte di Renzo Bossi e della Lega di pagare con soldi pubblici le multe delle quote latte di chi non si é adeguato alle norme. Non la condivido: gli allevatori che non rispettano le quote devono pagarsi di tasca loro le multe. Non deve essere lo Stato. Questa è anche la posizione di molte associazioni di categoria. Il 95% degli allevatori è a norma. Non paghi il Governo le multe del 5% che non si é voluto adeguare.

      2. Scritto da calore

        risponda alla mia di venerdì. grazie

  14. Scritto da giobatta

    oriani ha sacrosanta ragione. ma si consoli: l’ intero paese e’ rimasto bloccato per anni dal governo del suo capo, sino alle soglie del disastro

  15. Scritto da torti e r@gioni

    Chi si schiera con gli oppressori, si pone dalla parte del torto. Chi si schiera con gli sfruttatori, si pone dalla parte del torto. Sono parole di un prete di periferia, non mie. Chi fa politica x interesse personale, si pone dalla parte del torto, chi mente scentemente x interesse di parte, al servizio degli interessi dei pochi che comandano sui molti e vivono del lavoro degli altri, si mette dalla parte del torto. Sul sito di beppe grillo c’è un manifesto ormai datato sulla faccia dei politici e sulla sua similitudine con altre parti del corpo, temo si sia ispirato alla foto che accompagna l’articolo.

  16. Scritto da cittadino

    gli scioperi bisogna farli in modo che nessuno se accorga, di notte,al buio, in silenzio e solo a casa propria altrimenti si impedisce al partito di Oriani di far pagare chi ha meno e di salvare chi ha di più.

  17. Scritto da Sergio

    La gente è stufa di mantenere politici e amministratori incompetenti, disonesti e sbruffoni, figli di papà burlesque, mentre rischia il posto di lavoro e il diritto di viverre e LAVORARE con un minimo di dignità…

  18. Scritto da gigi

    Noi siamo stufi dei politici demagoghi e incapaci, come Oriani, che cercano di raccattare su qualche voto cavalcando i disagi degli automobilisti.
    Gente che ha esasperato la gente con le “sue” (o meglio della sua parte politica) scelte politiche, e che ora cerca di recuperare consenso cavalcando il malumore di qualche automobilista.
    Pensi ai disagi che lei ha arrecato alla nostra vita e mediti sul fatto che noi si non la voteremo mai più!

  19. Scritto da Paolo Rota

    Orani ha ragione. Stamattina ho perso un’ora di cantiere ad aspettare la betoniera bloccata. Tutto il lavoro è stato rallentato. Dove è il rispetto? Anche io ho diritto di poter fare quello che devo senza che uno me lo impedisca.

    1. Scritto da Ercole

      Giusto , possono sciperare legittimamente bloccando autostrade e tangenziali solo quelli delle quote latte . Ma, sì , quelli che ce le fanno pagare a noi. Poverini.

  20. Scritto da Luca

    Ma quelli di bergamonews passano le giornate sul profilo di Oriani?

  21. Scritto da Giovanni

    Oriani parla di disagi, anche io sono a disagio pensando che uno così fa il consigliere provinciale.

  22. Scritto da Gregis

    Oriani vai all’attacco di un piatto di pasta tu che non hai mai lavorato un giorno in una impresa privata in vita tua.

    1. Scritto da Matteo Oriani

      Gentile Gregis, ho iniziato a lavorare durante gli studi universitari in due società di cui ero socio e in cui rivestivo il ruolo di commerciale Bergamoweb e Bergamotech (il primo internet point di Bergamo). Chiusa quella esperienza ho collaborato con altre imprese sempre come commerciale. Poi ho coadiuvato mio fratello nella gestione del suo negozio, facendo il commesso nei periodi natalizi. Infine collaboro col Consiglio Regionale da qualche anno. All’età di 34 anni ho pertanto cambiato diversi lavori (come tanti altri giovani) ho lavorato sia come autonomo sia come dipendente (come tanti) e sono attualmente un precario (come quasi tutti i giovani). Preciso che ho sempre pagato le tasse.

    2. Scritto da Matteo Oriani

      Gentile Gregis, mentre studiavo all’università, avevo 2 società con altri 3 giovani: Bergamoweb e Bergamotech (il primo internet point di Bergamo) in cui rivestivo il ruolo di commerciale. Le imprese sono state chiuse.Successivamente ho collaborato con alcune aziende,sempre con ruoli di consulenza. Più recentemente ho lavorato nel negozio di mio fratello. Da qualche anno lavoro come assistente in Consiglio Regionale.Posso dire pertanto che a 34 anni ho cambiato almeno 4 lavori (come tanti altri giovani), ho un contratto da precario (come quasi tutti i giovani) ed ho sperimentato sia il lavoro autonomo, sia il lavoro dipendente. P.s. ho sempre pagato tutte le tasse e il mio reddito è pubblico

      1. Scritto da altro cittadino

        Gentile Oriani,io a 27 anni di lavori ne ho già cambiati circa 25-30….le sembra una cifra enorme e finta?! venga con noi in interinale dove ti tengono tre mesi e poi ti rimandano a casa, poitre mesi poi a casa, poi tre mesi poi a casa…e tu AVEVI 2 società?! hai fatto sempre il consulente a destra e a manca e poverino hai cambiato almeno 4 lavori…COME TANTI ALTRI GIOVANI???
        Mi fate pena…

        1. Scritto da Matteo Oriani

          Purtroppo la sua non è una cifra enorme e finita. Le consulenze erano co.co.co. e di datori di lavoro, comprese le esperienze imprenditoriali personali, ne ho cambiati 7. Mai ho avuto un contratto a tempo determinato, l’auto la pago a rate, vivo nella casa di famiglia. Non ritengo che aprire 2 attività imprenditoriali sia un crimine, la prima fu aperta grazie ad un aiuto dei miei genitori, la seconda chiedendo finanziamenti alle banche (era l’epoca in cui le banche facevano ancora credito). Sono perfettamente consapevole di essere più fortunato di altri perché ho potuto studiare e intraprendere iniziative imprenditoriali. Tuttavia non sono diverso da tanti precari, a cui anche io appartengo.

      2. Scritto da cittadino

        anche il mio di reddito è pubblico, come quello di milioni di lavoratori dipendenti e di pensionati, anch’io ho sempre pagato tutte le tasse come milioni di lavoratori dipendenti e di pensionati.
        E dove stà il vanto che il proprio reddito sia pubblico e che si paghino tutte le tasse?

      3. Scritto da cittadino

        I giovani di oggi a 34 anni avranno cambiato ben più di quattro lavori e senza essere titolari di aziende, questo anche a causa delle leggi fatte dal suo partito sulla flessibilità (loro la chiamano cosi, io lo chiamo precariato).

  23. Scritto da Leo

    Facile parlare per te! Guadagni 70000 euro in regione a fare il portaborse!

    1. Scritto da Matteo Oriani

      Gentile Leo, il mio reddito è pubblico ed è pari a € 52.000, composto dall’indennità di carica da Consigliere Provinciale e dal mio contratto di lavoro presso il Consiglio Regionale, il cui importo le assicuro è inferiore alla metà della cifra da lei dichiarata. Ho indubbiamente un buon reddito, su cui pago, come tutti i cittadini onesti, le tasse. La informo anche che la cifra presso il Consiglio non potrà mai raggiungere quanto da lei dichiarato. Chi la ha informata le ha dato cifre non corrispondenti al vero.

    2. Scritto da Matteo Oriani

      Gentile Leo, il mio reddito è pubblico. euro 52.000 annui compresa l’indennità di consigliere provinciale. Il mio stipendio al consiglio regionale è meno della metà di quello che lei dichiara. Indubbiamente è un bel prendere rispetto a tanti lavoratori. Io non sono contro il diritto di sciopero, ne che una manifestazione possa bloccare anche la circonvallazione, ma chi le organizza deve farlo nel rispetto anche degli altri. Posso assicurarle che nella coda io ero il meno infervorato degli automobilisti bloccati.

      1. Scritto da mario59

        Ci credo che eri il meno infervorato tra tutti, a te se arrivi in ritardo non ti detraggono nulla…e comunque ricordati, che c’è gente che sta veramente messa male, e finchè potranno partecipare a manifestazioni organizzate, avranno un minimo di valvola di sfogo al loro malessere… quando gli verrà tolto pure la possibilità di manifestare pubblicamente i gravi disagi, a quel punto la protesta potrebbe prendere strade incontrollate…mi rendo conto che faccia rabbia trovarsi la strada bloccata, ma in questo paese siamo troppo abituati a guardare al nostro orticello, gli altri si arrangino…almeno finchè pure io non avrò i loro stessi problemi…questa è la tua filosofia caro Oriani.

  24. Scritto da mario

    Come sempre, la priorità numero uno dei politici bergamaschi è il benessere dei “poveri” automobilisti. Ma cosa volete che siano la crisi e la perdita di posti di lavoro messe di fronte alle atroci sofferenze di chi rimane bloccato nel traffico?
    Propongo che al prossimo sciopero i manifestanti sfilino direttamente in auto invece che a piedi, così forse i nostri politici potrebbero riconoscere loro qualche diritto in più.

  25. Scritto da Neftali 89 ☭

    CHI CI GOVERNA STA DA PARTE DEI LADRI!
    vergogna
    Solidarietà a chi difende il proprio posto di lavoro…

  26. Scritto da mario59

    Certo… Oriani è uno di quelli che è tutto giusto quello che porta acqua al suo mulino, mentre le proteste di coloro che hanno problemi che per lui sono lontani anni luce…non sono giuste.
    Che ganzo sto Oriali…. ma forse non ha ancora capito, che la povera gente è sempre più assillata dalle ingiustizie di questo governo, che sta facendo pagare la crisi ai meno abbienti…vedrai Oriali cosa succederà se la miseria di molti dovrà continuare ancora a lungo a servire e mantenere intoccati i privilegi di pochi..altro che il blocco di via delle valli.

  27. Scritto da gigi

    è giusto battersi con i tutti i mezzi, avete finito di fare melina, vi fate scudo con ……parliamone, dibattiamone, facciamo una tavola rotonda, facciamo una commisione………il tutto per non cambiare nulla pertanto basta !!! per un cambiamento è necessario agire

  28. Scritto da verita'

    Condivido totalmente!Uno puo’ benissimo scioperare,ma senza arrecare danno agli altri:bloccando il traffico,specialmente di altri lavoratori,che magari hanno finito il loro turno,ed hanno il sacrosanto diritto di tornarsene a casa,senza dover subire l’arroganza altrui.

  29. Scritto da meo bikiko

    Dalla parte del torto sta chi ha ridotto l’Italia come è diventata,chi ha preso i frutti del progresso (che abbiamo costruito noi) e li ha portati nel terzo mondo dove si muore giovani e ignoranti,chi governava nel tempo libero fra un bunga-bunga e l’altro e continua a mantenere le sue veline,chi ha fatto si che in 10 possiedano ricchezza come 3000000 di cittadini,chi prendeva 12000 €/mese e si faceva pagare la benzina dai contributi pubblici,chi rideva dopo il terremoto pensando agli appalti,chi si faceva simbolo della religiosità e andava in vacanza ai tropici sullo yacht dei suoi compagni di merende,chi per assumere vuole licenziare gli anziani.La corda si sta rompendo preparatevi..

    1. Scritto da 26 m@ggio

      Meglio che ci prepariamo noi, e bene, perchè se veramente vai ad incidere gli interessi di quelli, ci massacrano senza pietà. Loro hanno il controllo delle forze armate, e non hanno mai esitato ad usarle.

  30. Scritto da calore

    anche io la pensavo come Lei fino a quando ho perso il lavoro, ho creduto a colui che dipengeva un’Italia bella e lucente, dove i problemi non esistevano e se esistevano erano sempre gli altri a crearli; lui era il bene e gli altri il male, ho creduto a Ruby e alle veline, alla Tremonti Bis, all’aiuto alle banche che adesso voglio comunque e sempre tutti i mesi i soldi del mutuo, ho creduto alle 3 I (impresa, Internet e Inglese) per i miei figli, ma ora di lavoro suo padre no ne ha, un figlio per 5 ore di lavoro è stato pagato € 45 lorde e l’inglese l’ha studiato andando a lavorare a Londra per 6 mesi. Che cosa, quanto tempo è stato fermo in auto, chi è dalla parte del torto………….

  31. Scritto da stanco

    Matteo Oriani ! Pirovano e i suoi assieme alla PDL e PDmeno L Lega e Plizia varia ,Te Ne Costruisce Una Tutta Nuova Caravaggio Due Torri Stezzano ! Sei contento , cosi con la tua macchinina percorrerai la tua Autostrada a Pagamento tanto cosa vuoi che sia per Voi