BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Confindustria, via libera a programma e squadra di Giorgio Squinzi

La Giunta di Confindustria approva la squadra e il programma di Giorgio Squinzi

Più informazioni su

Il presidente designato di Confindustria, Giorgio Squinzi, ha presentato giovedì 19 aprile la sua squadra di presidenza ed il suo programma alla giunta. E incassa il primo via libera. La giunta di viale dell’Astronomia ha approvato con 102 voti a favore, 21 contrari e 22 astenuti il programma e la squadra del presidente designato di Confindustria

"Da questo momento dobbiamo metterci a lavorare con determinazione e serietà" è la prima dichiarazione di Giorgio Squinzi.

"Il momento è molto difficile, dobbiamo impegnarci al massimo per l’obiettivo di tutti gli imprenditori, far tornare la crescita in questo Paese. L’obiettivo non può che essere questo. Si inizierà dalla semplificazione burocratica e normativa che è la madre di tutte le azioni di crescita". 

A chi gli ricorda le voci di contrapposizione con Alberto Bombassei e la sua corrente, Squinzi taglia corto con un sorriso: "La condivisione è indiscutibile". E in merito alla spaccatura di Confindustria attorno ad alcuni nomi dei futuri vicepresidenti è chiaro: "Alcuni dei nomi in cui credevo fino dall’inizio sono stati indicati anche dalla corrente, definiamola così, anche se mi auguro che non lo sia, di ‘Imprese al centro’.

La squadra
Sono 11 i vicepresidenti e 5 i responsabili di comitati tecnici. Squinzi ha anche annunciato che si avvarà del contributo di alcuni delegati. Tra questi ci sono Giuseppe Recchi, per gli investitori esteri, e Antonello Montante per la legalità. 

I vice presidenti di Giorgio Squinzi sono: Diana Bracco (ricerca e sviluppo), Aurelio Regina (sviluppo economico), Gaetano Maccaferri (Politiche regionali e semplificazione), Antonella Mansi (organizzazione), Aldo Bonomi (reti di impresa), Ivanhoe Lo Bello (education), Stefano Dolcetta (relazioni industriali), Fulvio Conti (centro studi), Alessandro Laterza (mezzogiorno).

Completano la squadra i vice presidenti di diritto Vincenzo Boccia per la piccola industria, al quale viene affidata anche la delega per il credito e la finanza per le Pmi e Jacopo Morelli per i giovani imprenditori.

Squinzi ha istituito ai vertici di Confindustria anche alcuni comitati tecnici. Andra Bolla (fisco), Paolo Zegna (internazionalizzazione), Salomone Gattegno (sicurezza), Edoardo Garrone (ambiente), Lisa Ferrarini (tutela made in Italy e lotta alla contraffazione).

La commissione di Riforma di Confindustria sarà guidata da Carlo Pesenti.

Inoltre Giuseppe Recchi ricoprirà un incarico di delegato per gli investitori esteri, mentre ad Antonello Montante la delega per la Legalità.

 

Questa è la seconda tappa dell’iter che porterà tra un mese Squinzi, numero uno di Mapei, ad assumere il ruolo di presidente.

Il 23 maggio, nell’assemblea privata, Squinzi sarà eletto definitivamente, e il giorno dopo, nell’assemblea pubblica, farà il suo primo discorso ufficiale, dopo il saluto della presidente uscente.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.