BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I Fairport Convention Storia del folk inglese

Mercoledi’ 18 aprile al teatro Gavazzeni di Seriate alle 21 concerto dei Fairport Convention. Apre la serata la band rivelazione Blair Dunlop.

Più informazioni su

Mercoledi’ 18 aprile al teatro Gavazzeni di Seriate alle 21 concerto dei Fairport Convention. Non sono solo un pezzo di storia, ma rappresentano la Storia del folk rock inglese. 

Simon Nicol voce e chitarra ritmica, Dave Pegg basso, cori e mandolino, Ric Sanders violino, Chris Leslie voce solista, violino, mandolino, bouzouki e Gerry Conway batteria e percussioni.

Col 2012 i Fairport Convention festeggiano i 45 anni di attività e, con un sonoro e festoso Happy New Year. Dopo un lungo tour britannico (40 date da gennaio ai primi di marzo!) la band sarà in Italia ad aprile, con ben due nuovi album.

Aprono la serata di mercoledì 18 aprile i Blair Dunlop. Nonostante Blair abbia solo diciannove anni, ha già compiuto passi importanti, sia in campo musicale che nel cinema.

Nato l’11 febbraio del 1992, ha frequentato la Repton School nel Derbyshire, lo stesso istituto in cui ha studiato Roald Dahl, l’autore della Fabbrica del Cioccolato. Dunlop è figlio del musicista folk Ashley Hutchings (fondatore di Fairport Convention, Steeleye Span, Albion Band e ora leader dei Rainbow Chasers) e il suo primo disco – intitolato semplicemente ‘An EP’ – è uscito per la Talking Elephant Records. Recentemente, Blair ha tenuto un ottimo concerto al club Bright Phoebus di Sheffield. E la prima persona a congratularsi con lui è stato il pluripremiato cantautore Richard Hawley.

Blair è dunque tornato sul palco per un’impressionante versione della sua nuova canzone “Billy in the Low Ground”, attorniato da un quintetto che comprendeva Jon Boden e Martin Simpson.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.