BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Viaggi pagati a Formigoni” Il governatore replica: “Solo scenari fantasiosi”

"Nella vicenda della Maugeri e del San Raffaele non è stato sottratto un solo euro pubblico né alla Regione né allo Stato e nessun politico o dirigente di Regione Lombardia è indagato. Nessuno si permetta di tirare in ballo il nome di Roberto Formigoni".

"Nella vicenda della Maugeri e del San Raffaele non è stato sottratto un solo euro pubblico né alla Regione né allo Stato e nessun politico o dirigente di Regione Lombardia è indagato. Nessuno si permetta di tirare in ballo il nome di Roberto Formigoni o della Regione Lombardia. Se ci sono state irregolarità, esse riguardano aziende private e rapporti tra privati, l’impressione è che sia in atto un regolamento di conti tra privati. Nessuno si faccia scudo del mio nome per difendere se stesso. Tutelo e tutelerò in tutte le sedi il buon nome mio e quello di Regione Lombardia". Il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni commenta così le ripercussioni sui media delle inchieste giudiziarie sull’operato della fondazione Maugeri e del San Raffaele, "fondazioni private della cui azione rispondono i privati". Netta, anche sul piano personale, la precisazione di Formigoni: "Non ho mai ricevuto un euro o alcuna regalia da nessuno".

BENE LE INDAGINI DELLA MAGISTRATURA – "Fa bene – dice Formigoni – la magistratura a indagare per vedere per quale finalità sarebbero stati utilizzati i fondi privati sottratti da privati". Per questa ragione diffida chiunque a parlare di "’scandalo nella sanità lombarda’: lo scandalo, se fosse giudicato tale dai giudici, riguarderebbe aziende private e azioni di privati eventualmente in concorso tra loro".

IL RUOLO DI ACQUIRENTE DELLA REGIONE – Il ruolo di Regione Lombardia era e resta il medesimo: "Acquistiamo prestazioni sanitarie o assistenziali di assoluta eccellenza – nota Formigoni – che alcuni soggetti privati erogano. Le acquistiamo a un prezzo congruo stabilito per legge e le mettiamo a disposizione dei cittadini. Regione Lombardia, per legge, è tenuta a controllare soltanto la qualità della prestazioni acquistate e la congruità dei prezzi". Prestazioni che’ nel caso della fondazione Maugeri ‘essa stessa fornisce sull’intero territorio nazionale: "Si vada a investigare – questo l’invito di Formigoni – anche cosa succede in altre Regioni".

NESSUN BISOGNO DI MEDIATORI – Assolutamente non veritiera è la tesi secondo cui l’interlocuzione tra Regione Lombardia e la sanità privata sarebbe avvenuta in passato per il tramite di mediatori: "In Regione Lombardia – puntualizza Formigoni – non c’è mai stato bisogno di alcun mediatore in alcun campo, tanto meno nella sanità. Ho costruito una Regione aperta, trasparente e in continuo dialogo con tutti, siano essi cittadini o operatori. Riceviamo costantemente delegazioni di imprenditori, lavoratori, associazioni, famiglie e cittadini, che ci chiedono di incontrarli e noi rispondiamo puntualmente a queste richieste. Non c’è mai stato bisogno di alcun mediatore".

CONTROLLO DEI BILANCI AI PREFETTI – Circa il ruolo della Regione, la Lombardia "non può controllare i bilanci delle aziende o delle fondazioni private. Le fondazioni presentano i propri bilanci al prefetto". Di fronte alle inchieste giudiziarie la Presidenza di Regione Lombardia sta riflettendo "se sia possibile chiedere allo Stato di aumentare i poteri di controllo nei confronti delle aziende private: sottoporrò questa riflessione allo Stato, perché è il Parlamento nazionale che deve legiferare in questa materia. Per ora, tuttavia, la legge esclude qualunque intrusione della Regione nel controllo dei bilanci delle aziende private".

LA PARTNERSHIP PUBBLICO-PRIVATO IN ITALIA – Falsa è la notizia secondo cui in Lombardia enormi flussi di denaro sarebbero stati destinati ai privati a scapito del pubblico: "La sanità privata non esiste soltanto in Lombardia – commenta il presidente -. In Lombardia esiste in una misura inferiore ad altre 7 regioni italiane. Ci sono diverse Regioni, alcune delle quali governate dal centrosinistra, che erogano una quantità di fondi alla sanità privata o all’assistenza privata superiore a quella della Lombardia. Nella nostra Regione abbiamo creato un sistema equilibrato che funziona e che presenta il giusto mix di pubblico e privato".

IL VENTO DELL’ANTIPOLITICA – La conclusione di Formigoni è politica: "In questo momento di crisi della politica c’è qualcuno che ha interesse a cercare di denigrare e indebolire l’amministrazione più importante d’Italia retta ancora dalla politica. Non permetteremo tutto ciò: continuerò a smontare uno per uno gli scenari fantasiosi e falsi che si tentano di costruire".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da il gipeto

    anche io vorrei fare tanti viaggi di gruppo pagati a mia insaputa da privati ma non mi invita mai nessuno…mi piacerebbe tanto anche andare in barca con sconosciuti che poi mi troverei letti sui giornali finiti in galera ma non mi capita nemmeno questo…sarà perchè non vado molto in chiesa ?

  2. Scritto da Voltaire

    Non riesco a trovare la notizia sull’eco web , a che pagina è ?

  3. Scritto da immacolatoavita

    Certo che ci manca che si autoproclami “santo subito” e poi il colmo sarebbe raggiunto. Fa nulla se e’ seduto “illegalmente” sulla poltrona di presidente del consiglio regionale per la 4a legislatura in barba ad un divieto posto da una legge dello stato (date a cesare quel che e’ di cesare…), fa nulla se quasi tutta la sua cerchia di amici e coinquilini Ciellini sono stati indagati, arrestati e condannati, lui il puro per “diritto acquisito” continua imperterrito a dichiararsi limpido e puro come l’acqua del mare dove si tuffava dallo yacht del suo amicone Dacco’.. ma quali vacanze pagate… alla fine il Formigo tirava fuori pure la sua parte per contribuire alle spese del gasolio!

  4. Scritto da Carolus

    La buona amministrazione della regione Lombardia disturba le pessime amministrazioni delle regioni rosse che sono l’immagine dello sperpero dei nostri soldi.
    Tranquillo Formigoni, i lombardi non dimenticano .

    1. Scritto da Giovanni

      Sicuro di sentirsi bene ?