BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Piermario era bellissimo” Il dolore di Anna, la fidanzata di Morosini fotogallery video

Anna Vavassori, la giovane fidanzata bergamasca di Piermario Morosini al riconoscimento della salma. Domani l'autopsia. Molti gli amici della coppia di Bergamo che sono giunti a Pescara in questo triste momento.

Più informazioni su

“Sembrava sorridesse, era bellissimo” è il primo commento di Anna Vavassori, la poco più che ventenne fidanzata di Piermario Morosini all’uscita domenica mattina dall’obitorio di Pescara. La giovane pallavolista bergamasca della Palaval Valbrembo, giunta sabato sera a Pescara, era circondata da amici suoi e del giocatore giunti domenica mattina da Bergamo.

Accanto alla fidanzata anche gli uomini della Digos che insieme ad altri quattro compagni l’hanno portata all’obitorio. Anna Vavassori, dopo aver eseguito le operazioni di riconoscimento della salma di Piermario Morosini ha spiegato che l’autopsia verrà effettuata lunedì mattina.

Poi il silenzio, lo strazio e le lacrime. Accanto alla fidanzata di Morosini anche un sacerdote e gli amici dello sfortunato centrocampista del Livorno, morto sabato allo stadio Adriatico di Pescara. All’esterno dell’obitorio gli amici del calciatore hanno chiesto rispetto per il loro dolore.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gaaren

    e adesso intitoliamogli la cuva Sud!!

    1. Scritto da gianni

      un’iniziativa molto bella così che possiamo ricordarlo sempre

  2. Scritto da Lucia

    Sono una mamma di 5 figli di Treviglio BG . Ho perso mio marito di 62 anni sotto una slavina il 11/11/2010. La morte improvvisa di una persona cara ti rende sordo, cieco, e non capisci ciò che è accaduto, ma nemmeno dopo quasi un anno e mezzo io non me ne rendo conto. Guardo la porta di casa e dico: è un sogno, ora la porta si apre e lui torna a casa. Gli amici, i parenti per aiutarti dicono che ognuno di noi ha il proprio destino, che i più buoni Dio li vuole con sè. Ma quando sei da solo ti chiedi:ma perchè proprio a me? Un amico mi ha detto: forse a Dio serviva un bravo geometra ed ha voluto Enzo con sè. Allora io mi chiedo:a Dio serviva un bravo calciatore e ha portato con sè Piermario?