BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Strage di piazza della Loggia, tutti assolti

La Corte d'assise d'appello di Brescia ha assolto Carlo Maria Maggi, Delfo Zorzi, Maurizio Tramonte e il generale dei carabinieri Francesco Delfino nel IV processo per la strage di Piazza della Loggia, avvenuta nel 1974.

Più informazioni su

La Corte d’assise d’appello di Brescia ha assolto Carlo Maria Maggi, Delfo Zorzi, Maurizio Tramonte e il generale dei carabinieri Francesco Delfino nel IV processo per la strage di Piazza della Loggia, avvenuta nel 1974. In primo grado, il 16 novembre 2010, i 4 erano stati assolti con formula dubitativa. Nei confronti del quinto imputato del processo di primo grado, Pino Rauti, anch’egli assolto, non era stato presentato ricorso da parte della Procura ma solamente da due parti civili. Uno dei ricorsi è stato dichiarato inammissibile con la conseguente disposizione del pagamento delle spese processuali a carico delle parti civili. Prima di leggere la sentenza, il presidente della Corte d’assise d’appello, Enzo Platè, ha ringraziato i giudici popolari per l’impegno e lo scrupolo profusi durante la durata del processo. Si sono detti «sereni perchè è stato fatto tutto il possibile» il procuratore Roberto Di Martino e il pm Francesco Piantoni, titolari dell’inchiesta sulla strage di piazza della Loggia che causò 8 morti e oltre cento feriti il 28 maggio del 1974. «Ormai è una vicenda che va affidata alla storia, ancor più che alla giustizia», ha commentato il procuratore di Martino. La procura attenderà il deposito delle motivazioni per decidere se ricorrere in Cassazione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Carlo Salvioni

    E’ tragico che la copertura di pezzi di stato abbia impedito a questo sciagurato paese di conoscere la verità, anche solo giudiziaria, sulle stragi fasciste degli anni settanta.

    1. Scritto da wiesen

      Strage?Pioveva…,potrebbe essere stato un fulmine…,che fanfasia che hanno molti atifascisti,.daltronde…,anche nei cieli di Ustica sembra ci fossero tuoni e lampi.In Italia quando non sanno che fare se la prendono con il passato (prossimo).

  2. Scritto da Carlo Pezzotta

    Macchè stragi. Erano tutte finzioni cinematografiche. Non andiamo a fare le pulci agli anni bui del Cile, Argentina ecc. ecc. Noi non siamo di meno anche ora che siamo nel 2012. Io mi ricordo che subito dopo la strage gli investigatori trovarono completamente vuoti tutti i cestini della monnezza; erano passati prima di loro, altri loro colleghi?

  3. Scritto da Operaiaccio

    Siamo ritornati alla dittatura fascista con una piccola differenza, adesso e’ TECNICA ! VERGOGNA !!!