BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nuova tassa sulla benzina per la Protezione civile Che cosa ne pensi? Vota

Cinque centesimi in più sulla benzina per sostenere l’impegno della Protezione Civile in caso di calamità naturale. È quanto ha deciso l’ultimo Consiglio del Ministri.

Più informazioni su

Cinque centesimi in più sulla benzina per sostenere l’impegno della Protezione Civile in caso di calamità naturale. È quanto ha deciso l’ultimo Consiglio del Ministri, che dopo le polemiche interviene con un comunicato di Palazzo Chigi: “l’aumento delle accise sui carburanti contenuto nella riforma della Protezione Civile scatterà eventualmente ed esclusivamente ad esaurimento della capienza prevista dal Bilancio”.

Non ci sarà quindi nessun aumento immediato sulle accise di carburante. Ma in caso di necessità si tornerà ad incidere sul costo dei carburanti.

Sei d’accordo? Vota il sondaggio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da stefanorossi

    Ma perche’ no li chiedono alla politica ? loro i sacrifici no vero? Gia’ come dice Bersani siamo antipolitici cosi’ si rovina la democrazia ma per piacere si vergogni!!!!

  2. Scritto da mario59

    Sono contrario ai finanziamenti dello stato agli enti di volontariato…quelli possono finanziarsi con il 5 x 1000 o altre forme di donazione privata, lo stato si preoccupi di non far sparire gli enti istituzionali, vigili del fuoco, e le forze di pubblica sicurezza, che sono professionisti, pertanto responsabili del loro lavoro, i volontari comunque da elogiare per il loro impegno, hanno responsabilità limitate… inoltre ho il dubbio sempre più forte, che dietro a molti volenterosi, ci sia qualcuno che ci marcia……girano troppi soldi, li usino per comprare i mezzi ai pompieri e alle forze dell’ordine che vanno a pezzi.
    E inizino veramente a usare la parola equità!

  3. Scritto da davka

    Mi piacerebbe tanto al distributore, trovare una tabella sintetica, di come viene formato il prezzo della benzina: costo industriale, costo di gestione, tasse governative. Semplice, chiaro, utile.

    1. Scritto da mario59

      Quella la puoi trovare anche cercandola online… non vedo l’utilità di una tabella che spiega come viene formato il prezzo della benzina, messo al distributore.. o pensi che dopo averla guardata, ti facciano lo sconto sul pieno?

      1. Scritto da davka

        A lei fan sconti, che la cerca in Internet? Frugando invece in E-bay, potrebbe forse accaparrarsi un paio di quegli occhiali che riescono a far vedere la trasparenza. Per capirne l’utilità si affidi ai soliti esercizi mattinieri di osservazione stradale.

  4. Scritto da gigi

    Non ci volevano certo dei professori per aumentare la benzina. Bastavano anche dei somari patentati.
    Dove si vanno a prendere i soldi? Ci sono milioni di modi “equi” (il sig. Monti si è dimenticato di questa parola)
    Qualche esempio? Utilizzo delle spese militari (quanti militari inutili potrebbero essere destinati alla P.C.?, tassazione speciale di rediiti di manager pubblici sopra i 100 mila euro, aumento delle tasse aeroportuali (mica li usano i pendolari gli aerei) aumento del bollo o dell’IVA sulle auto di lusso, gioielli, pellicce ecc? O avete paura che i pensionati al minimo non le comprino più. Troppo difficile vero, professore?

  5. Scritto da leo cat

    Va bene, ma si sono dimenticati di togliere le accise “vecchie”, prima togliete quelle, poi ne parliamo: 1,90 lire (0,00103 euro) per il finanziamento della guerra di Etiopia del 1935-1936; finanziamento della crisi di Suez del 1956;
    finanziamento del disastro del Vajont del 1963; alluvione di Firenze del 1966;terremoto del Belice del 1968;terremoto del Friuli del 1976; terremoto dell’Irpinia del 1980; finanziamento della guerra del Libano del 1983;
    finanziamento della missione in Bosnia del 1996;
    rinnovo del contratto degli autoferrotranvieri del 2004.
    acquisto di autobus ecologici nel 2005; Citate solo le più vecchie.
    Tecnici o BUFFONI? Fomentatori di antipolitica? Coscienti rivoluzionari?

  6. Scritto da giuan de ghisa

    Con tutto il rispetto per i volontari veri penso che abbiano inventato un modo come un’altro per fregarci i soldi.
    Troppi soldi e troppa gente inutile e strapagata in questa associazione.

  7. Scritto da oscar

    LADER

  8. Scritto da Pietro

    Come al solito si tassano i soliti noti…perchè non dirottare le spese di un esercito “inutile” alla protezione civile ?

  9. Scritto da pendolare

    come al solito si tocca il necessario, ma questa classe di professori perché non mettono le mani dove i soldi ci sono? Chi per lavorare usa la vettura o la motocicletta, ha pure famiglia da mantenere. Ogni volta alla pompa ti senti svuotare come dopo una donazione di sangue. Io poi faccio parte della Protezione Civile, propongo che venga finanziata dal 5 x 1000 dei contribuenti “onesti”, perché i disonesti la fanno sempre franca. Mi vergogno di essere Italiano.

  10. Scritto da expaul

    urge una sistemazione globale e chiara su questa materia; le accise sono eredità della cultura e politica medioevale; monti non ha deciso se governare l’italia o farsi governare dai sistemi forti!

    1. Scritto da biogrfi@

      Monti, è, i poteri forti. Basta leggersi la sua biografia.

  11. Scritto da il polemico

    e quanto è capiente sta capienza prevista da governo?arriviamo a fine anno?governo di superpagati statali che non fanno altro che aumentare tutto,che menti sopraffine

  12. Scritto da Enterprice

    Sembra che l’incremento del costo della benzina sia considerato il Jolly per tutte le richieste di coperture finanziarie dello Stato. Cosi facendo non si aumenta solo il costo della materia venduta, ma anche tutto l’indotto con riflessi negativi anche sui prezzi dei beni di prima necessità venduti al dettaglio. Con questi incrementi continui come è possibile pensare alla crescita? Siamo in un circolo vizioso molto pericoloso che sta annientando l’economia dove il privato non spende (non ha soldi e quelli che ha li utilizza per tasse, bollette e benzina) il pubblico non spende (patto di stabilità) e tutti (politici) fanno finta di niente (almeno finché i buoi sono usciti dal recinto).

  13. Scritto da mario59

    Diano i finanziamenti ai vigili del fuoco e alle forze dell’ordine, che il soccorso lo fanno per professione e non a chi invia i mezzi antincendio boschivo della protezione civile alle feste della birra..dove non servono proprio a nulla, se non a far fare quattrini ai soliti ignoti.