BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Luca Oberti suona Bach al monumentale organo Serassi

Concerto d’organo dal titolo "Tutte le strade portano a... Bach", domenica 15 aprile nella basilica di Sant’Alessandro in Colonna a Bergamo.

Più informazioni su

L’organista Luca Oberti al monumentale organo Serassi del 1781 per il terzo appuntamento de “I Vespri d’organo” domenica 15 aprile a partire dalle 17 nella Basilica di Sant’Alessandro in Colonna in Pignolo a Bergamo.

Terzo e ultimo appuntamento per la prima rassegna di vespri d’organo organizzata dalla parrocchia di Sant’Alessandro in Colonna. Dopo i concerti di Nicolò Sari e Simone Della Torre, è ora la volta del clavicembalista ed organista bergamasco Luca Oberti.

Luca Oberti, musicista costantemente richiesto da star internazionali della musica antica come Christophe Rousset, Véronique Gens, Anne Sophie von Otter, e insegnante di clavicembalo all’Accademia Santa Cecilia di Bergamo, presenterà un programma intitolato “Tutte le strade portano a… Bach”: un percorso che attraverso brani di Frescobaldi, Trabaci, Sweelinck e Böhm, approda all’opera del grande compositore tedesco percorrendo quelle che furono le influenze più significative della sua formazione.

Un’occasione per ascoltare il celebre organo Serassi del 1781, famoso in tutto il mondo per la singolare caratteristica di avere un gruppo di canne separato dalla tastiera e collegato con un ingegnoso sistema meccanico, basato sul movimento pendolare, che si sviluppa sotto al presbiterio per ben 33 metri di lunghezza.

Quando Giuseppe Serassi nel 1781 realizzò quest’opera, lo fece a proprio rischio, facendo scavare a spese proprie un tunnel sotto il presbiterio fra l’incredulità e la diffidenza di tutti, compresi i committenti. Lo storico rivale Callido, celebre costruttore d’organi veneto, scrisse a Serassi che era disposto a tagliarsi la testa se la sua impresa fosse riuscita. Non privo di una certa ironia, il Serassi non tardò a rispondere al Callido di “apparecchiarsi al taglio” dato che l’opera era riuscita.

Ingresso libero. Informazioni su www.lucaoberti.it e presso la parrocchia di Sant’Alessandro in Colonna.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.