BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La benzina alle stelle trascina in orbita i prezzi dei trasporti

L'indice dei prezzi al consumo a marzo registra a Bergamo un aumento dello 0,4% rispetto a febbraio. Con una particolarità: rispetto ad un anno fa i trasporti segnano un aumento dell'8,5%.

Più informazioni su

Il costo dei carburanti alle stelle trascina in orbita l’indice dei prezzi al consumo a Bergamo. A marzo c’è un incremento dello 0,4% rispetto a febbraio 2012, mentre la variazione percentuale rispetto allo stesso mese dell’anno precedente si attesta a +3,2%. La variazione più marcata si rileva nella divisione di spesa dei ‘Trasporti’ con crescite di gasolio, benzina, altri carburanti, pneumatici, biciclette, voli nazionali e internazionali.

Un aumento pari all’8,5% rispetto al mese di marzo del 2011, in aumento anche il costo di acqua, energia elettrica e gas per le abitazioni che in un anno a Bergamo è aumentato del6,8%.

A registrare un’altra impennata consistente, tra febbraio e marzo, sono i prezzi di bevande alcoliche e tabacchi (+1,2%) che in dodici mesi sono saliti del 6,8% a Bergamo. Rialzi anche per la divisione delle “Comunicazioni” (+0,7% a livello mensile) nella quale risultano in aumento gli apparecchi per la telefonia fissa, mobile e telefax. In “Abitazione, acqua, energia elettrica, gas e altri combustibili” si rilevano crescite di affitti privati, spese condominiali, idrocarburi liquidi e gasolio per riscaldamento. Medesima variazione riscontrata nella spesa dei “Servizi ricettivi e di ristorazione” dove si registrano rialzi di fast-food e dei servizi alloggio.

In “Altri beni e servizi” aumentano (+0,4%) i servizi relativi alle attività di parrucchiere per uomo, donna e bambino, trattamenti di bellezza, apparecchi non elettrici per la cura della persona, gioielleria e articoli da viaggio; in calo apparecchi per la cura della persona e assicurazioni sui mezzi di trasporto.

Lieve rialzo per “Mobili, articoli e servizi per la casa” con crescite di tessuti per arredamento, biancheria per la casa, grandi e piccoli elettrodomestici; in calo cristalleria, stoviglie ceramiche e porcellane. Identica variazione per “Abbigliamento e calzature” nella quale risultano in aumento gli indumenti per bambino e neonato; in diminuzione la riparazione e noleggio abiti.

Negativa la divisione “Ricreazione, spettacolo e cultura” (-0,8%) dove sono in diminuzione macchine fotografiche, videocamere, apparecchi e accessori per il trattamento dell’informazione, supporti di registrazione suoni, immagini e video, giochi e hobby, servizi sportivi, giornali e pacchetti vacanza nazionali; in controtendenza apparecchi per la ricezione e la registrazione suoni e immagini, riparazione di apparecchi audiovisivi, giocattoli, articoli per il giardinaggio, fiori, servizi di rilegatura, E-book download e pacchetti vacanza internazionali. Lieve calo per “Prodotti alimentari e bevande analcoliche” dove si registra un andamento fortemente contrastato. Invariate le divisioni “Servizi sanitari e spese per la salute” ed “Istruzione”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.