BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gervasoni svuota il sacco e inguaia un altro atalantino

Svelati i contenuti dell'interrogatorio: "Giocatori laziali e leccesi manipolarono il 2-4 del 22 maggio 2011. Il presidente senese pagò quelli del Modena per perdere". E il portiere nerazzurro Polito "Quando era al Grosseto favorì la vittoria del Livorno"

Più informazioni su

Carlo Gervasoni svuota il sacco e inguaia mezza Serie A, compreso un altro giocatore attualmente all’Atalanta. L’ex calciatore del Piacenza, davanti al procuratore di Cremona Roberto di Martino nell’interrogatorio dello scorso 12 marzo, il cui contenuto finora era rimasto segreto, ha spiegato che lo "zingaro" Amir Gegic investì 400 mila euro per la manipolazione di Lecce-Lazio 2-4 del 22 maggio 2011, aggiungendo che "due o tre giocatori della Lazio e tre o quattro del Lecce erano coinvolti. La combine fu pianificata grazie a Zamperini che si era messo in contatto con Mauri. Tutte e due le squadre furono coinvolte". 

Si passa poi in Toscana: il presidente del Siena avrebbe pagato due giocatori del Modena per "accomodare" la sfida del 26 febbraio 2011 tra il Modena e i bianconeri toscani. In particolare, il calciatore del Piacenza avrebbe rivelato di aver saputo del pagamento da Amir Gegic, uno degli zingari. La partita, valida per la 28ª giornata del campionato di Serie B, si chiuse con la vittoria del Siena per 1-0 grazie a un gol di Bolzoni dopo 34′. 

Ma non solo la Lazio e Siena, perché Gervasoni tira in ballo anche un nuovo atalantino, il terzo portiere Ciro Polito: "Ho appreso da Gegic", riferendosi alla partita Livorno-Grosseto dell’11 giugno 2009, "che fu favorita la vittoria del Livorno dal portiere del Grosseto Polito". Su Chievo-Udinese del 15 maggio 2011, poi, Gervasoni avrebbe riferito di aver "appreso dai Cossato che l’incontro è stato manipolato. Non so se i Cossato si siano limitati a scommettere". Nell’interrogatorio, l’ex difensore avrebbe parlato complessivamente di 42 partite, vecchie e nuove, riferite a più anni e a più campionati.  

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da QWE

    Ragassi, mentre tutte le altre squadre fanno i loro comodi………SI AGGRAVA LA POSIZIONE DELL’ATALANTA!

  2. Scritto da mario59

    Leggendo i vari commenti, mi rendo conto del fatto che i tifosi sfegatati, sono come gli integralisti religiosi…pur di sostenere il proprio credo, sono disposti anche a difendere l’indifendibile.
    Mi piace guardare una partita di calcio, e se la squadra per la quale nutro simpatia vince, provo anche una certa soddisfazione, ma non mi sognerei mai di difendere chi commette dei reati…lasciamolo fare ai loro legali.

    1. Scritto da paolo p

      @mario59..qui nessuno difende nessuno, chiediamo solo uan giusta informazione.. ti assicuro che parlando con tanta gente in bergamo (ma anche fuori) credono ancora che sia Doni (visto ogni giorn oappare lui come immagine parlando di scommesse) il male del calcio italiano, quando dietro c’è tanto tanto di più. Io chiedo di punire (senza sconti) Doni..ma non puo ifar finta di nulla su gli altri. Insomma non fare come col caso Mills che c’è il corrotto ma non il corruttore x intenderci..

      1. Scritto da aldo

        o si ha fiducia nella giustizia oppure meglio lasciar perdere, il fatto che lei parli con tanta gente non vuol dire che siano dei giudici , che abbiano letto gli atti, se poi chiedeva, sino a qualche tempo fa, opinioni su doni, erano tutti avvocati e principi del foro che in 30 secondi sapevano la verità PS tutti hanno avuto avvocati a disposizione per difendersi …………….

  3. Scritto da L'ingegner

    L’unica cosa sensazionale non è il titolo, semmai è il marciume del calcio. Che dia fastidio a un tifoso dell’Atalanta, mi pare scontato. A nessuno piacerebbe vedere la propria squadra in quel pantano. ma mi pare ridicolo che si scateni la contraerea e si lancino accuse a chi riporta i fatti, come se fare cronaca fosse reato. Pulizia, pulizia, pulizia. ha chiesto qualcuno, buttare lo sporco sotto il tappeto serve a niente

    1. Scritto da uno qualunque

      eh no caro Ingegner…C’e’ modo e modo di riportare i fatti. E’ come se l’articolo riportasse un incidente e nel titolo anziche’ il numero dei feriti, ci fosse riportato il colore dell’auto. Cerchiamo di essere obbiettivi. E’ vero Gervasoni cita Polito (ai tempi del Grosseto!), ma dice anche che dei presidenti compravano partite, che un calciatore nel giro della nazionale idem, che una squadra di serie A e’ implicata in molte partite ecc… Lei invoca il “verde” slogan, io aggiugerei: “senza guardare in faccia a nessuno”. Il marciume e’ diffuso e c’e’ un palese tentativo di trovare alcuni capri espiatori per salvare il baraccone! E se anche la stampa locale partecipa al “tiro al piccione”..

      1. Scritto da aldo

        è ovvio che a me interessa maggiormente ciò che riguarda la mia squadra, la mia città, il cercare la democrazia, o il dire anche gli altri…. non cambia la sostanza, è solo un cercare di generalizzare per cercre di lavarsene le mani e sentirsi discriminati. poi se chi ha certe “fedi” è ovvio che travisano il tutto

  4. Scritto da solodea

    senzionalismo o meno, se fosse vero e provato, per chiunque fosse, il coinvolgimento in tutto questo SCHIFO, questo “chiunque” deve essere perseguito e punito perchè io, come il tifoso qualunque, allo stadio ci sono andato (anche con i miei figli piccoli) ed ho pagato soldi puliti e faticosamente guadagnati per vedere a volte ciò che altri avevano già deciso e pertanto, senza guardare in faccia nessuno (almeno questa volta), chi deve far rispettare la legge (e la corretta convivenza civica) deve agire e punire senza pietismo, anche se chi è coinvolto si chiamasse …………….

    1. Scritto da paolo p

      e ci mancherebbe altro..pienamente d’accordo ma se, puntiam osempre e solo i ldito su quella squadra “scommettiamo” che le altre ne escono ancora senza pagare nulla.. si perchè i loro organi di informazione sono faziosi verso gli altri, noi ci spaliamo m…a da soli.. il gioco è fatto, io chiedo solo obiettività, imparzialità e giustizia (x chiunque sia coinvolto). 2 settimane fà il titolo era “tegola sull’atalanta” x un giocatore che già si sapeva aveva confessato, x qualcosa al tempo di cui era al bari..e che da gennaio è fuori rosa..

  5. Scritto da uno qualunque

    Gran bel titolo che parla di Atalanta. Peccato che: A) ci si riferisca a fatti avvenuti quando il giocatore era al Grosseto B) nello stesso interrogatorio, secondo l’interrogato, una partita di serie A tra LECCE e LAZIO sia stata certamente “accomodata”. Curioso come non si ponga l’accento sulla squadra terzultima (l’unica che tiene viva la lotta retrocessione, particolare superfluo?) o sul coinvolgimento di una cosiddetta “grande”. Ma come? Ci hanno detto che si parlava sempre di Atalanta perche’ era l’unica che squadra importante coinvolta..Si parlava tanto di Doni e poco degli altri giocatori perche’ era stato in nazionale. E Mauri? E cosa dire del Siena in cui si sospetta del presidente?

  6. Scritto da paolo p

    mi sembra inguai molta gente..addirittura un presidente e molti giocatori di altre squadre.. ma il titolo si sà deve fare effetto.. CONTRO QUESTO SENSAZIONALISMO

    1. Scritto da lettore attento

      non è un titolo d’effetto è che questo è un giornale di bergamo e si danno con maggiore evidenza le notizie che in qualche modo riguardano bergamo

      1. Scritto da paolo p

        non prendiamoci in giro.. xchè non interessa Bergamo che i Siena (visto il suo presidente) rischia la retrocessione? Meglio speculare sul 3^ portiere quando ancora nessuno lo conosceva in BG? Strano non leggere “si aggrava la posizione dell’atalanta” da lettore attento dovresti leggere l’articolo e il titol odovrebbe dartene un’idea..non riportare la minima parte per attirare attenzione, ma ormai questo è il modo di fare notizia (e anche politica) di fatti i risultati sono sotto gli occhi di tutti.. Io faccio notare, poi certo..libertà di espressione

        1. Scritto da Oscar

          Concordo con Paolo….. uno che legge il titolo inizia già a sparare a zero contro l’atalanta anche se poi, leggendo l’articolo, si apprende che è il terzo portiere e per giunta AVREBBE fatto cose illecite (SOTTOLINEO AVREBBE) quando ancora non era da noi! BASTA SENSAZIONALISMI