BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Agenti immobiliari nuove sentinelle contro il riciclaggio

Il convegno di Fiaip Lombardia sulle misure antiriciclaggio e sul ruolo fondamentale degli agenti immobiliari professionali. Anche la Guardia di Finanza all'incontro di Bergamo.

Più informazioni su

Centocinquanta agenti immobiliari dalle province di Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova hanno preso parte venerdì 13 aprile al convegno sull’antiriciclaggio immobiliare organizzato da Fiaip, la Federazione italiana agenti immobiliari, nella sede bergamasca della Confindustria, alla quale Fiaip aderisce.

Il convegno fa parte di un ciclo che coinvolgerà tutte le province lombarde per gruppi, e segna l’avvio di una collaborazione tra Fiaip Lombardia e la Guardia di Finanza, rappresentata dal Capitano Sandra Valerio, comandante del Gruppo tutela economia della Polizia Tributaria di Bergamo.

"L’antiriciclaggio è un tema sul quale vogliamo essere vicini agli associati – spiega Franco Arosio, presidente Fiaip Lombardia – urgono spiegazioni chiare ai molti quesiti operativi, dalla compilazione dei registri alla segnalazione delle operazioni sospette. Con le nostre ‘istruzioni per l’uso’ vogliamo semplificare la vita agli agenti immobiliari e dare tranquillità ai consumatori".

Dopo la spiegazione della normativa antiriciclaggio da parte della Guardia di Finanza, Max Comi, vicepresidente Fiaip Lombardia e coordinatore del convegno, ha presentato una serie di domande raccolte dagli associati sul territorio, alle quali è stata data risposta dal Capitano Valerio.

"In questo modo creiamo un archivio di quesiti e risposte – dichiara Comi – che metteremo a disposizione degli associati per guidarli nella casistica quotidiana, con un vero e proprio manuale operativo". Nell’ultima parte del convegno l’avvocato Evelina Rolfo Olivera, consulente Fiaip Lombardia con lo studio legale Marchese, Limonta e Associati, ha illustrato passo per passo la compilazione del registro antiriciclaggio, con una serie di silde che saranno inviate agli agenti immobiliari lombardi associati.

Al termine numerosissimi i quesiti dei partecipanti, che hanno impegnato i relatori in un tour de force di risposte a tutti i dubbi e i casi sollevati.

"Fortunatamente i nostri clienti sono per la stragrande maggioranza famiglie fuori da ogni profilo di rischio", è il commento conclusivo di Giuliano Olivati, presidente Fiaip Bergamo e delegato alla cultura e formazione per gli agenti immobiliari professionali della Lombardia, "tuttavia occorre vigilare perché il pericolo di infiltrazione mafiosa è concreto anche in Lombardia, e il crimine organizzato vive di riciclaggio fatto attraverso le transazioni immobiliari. Noi non siamo poliziotti, ma in quanto addetti alla distribuzione del bene immobile al consumatore collaboriamo alla prevenzione di questo fenomeno criminale. L’antiriciclaggio è come il metal detector dell’aeroporto, a nessuno piace ma è necessario per la sicurezza di tutti".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da MAURIZIO

    5. l’agente immobiliare a cui viene affidato un mandato di vendita deve procurarsi tutte le informazioni relative all’immobile per ciò che riguarda la posizione catastale, le planimetrie, i diritti di terzi, i vincoli giuridici, la classe nergetica, i valori di mercato, le condizioni strutturali, i vizi. E’ responsabile davanti alla legge di tutte le informazioni che fornisce alla parte acquirente che debbono esssre obbligatoriamente documentate.

  2. Scritto da MAURIZIO

    Proposte : 1. i siti dei comuni pubblicano le istruzioni, costantemente aggiornate, per vendere acquistare un’unità immobiliare. Pubblicano l’elenco dei notai del territorio che offrono atti notarili a prezzi agevolati 2. l’agente immobiliare che tratta la compavendita di un’immobile non può prendere la provvigione dalle due parti, ma da una parte sola 3. il mandato di vendita all’agente immobiliare può essere annullato dal proprietario in qualunque momento e senza alcuna penale 4. la provvigione dell’agente immobiliare non può essere fissa, ma viene calcolata sul lavoro effettivamente svolto per ciascuna unità immobilare e in base ad un tariffario nazionale.

  3. Scritto da Giuseppe

    le agenzie immobiliari fanno tutto… Dalla mediazione tra venditore e possibile acquirente, altre si occupano pure della ricerca e proposta del mutuo… Accade che Spingono all’ottenimento del mutuo con indicazioni di valori quantomeno sopra le righe… Alcune si propongono x certificazioni energetiche (dov’é finita l’indipendenza ed estraneità)… È importante la trasparenza in tutti i campi, e se l’antiriciclaggio va in quella direzione, almeno servirà giusto x dare il buon esempio a chi in questo settore non eccelle in tal senso… Nn critico tutti… Lavoro a stretto contatto con la categoria e moltissimi sono seri professionisti che stimo e dai quali ho imparato molto

  4. Scritto da Oscar Caironi

    Bob buonasera,
    1) il decreto legge n223/2006 convertito in L 248/2006, ha introdotto l’obbligo di dichiarare negli atti notarile recanti trasferimenti immobiliari, le provvigioni, che le partii hanno corrisposto al mediatore e quali sono le modalità analitiche di pagamento; quindi egregio siamo l’unica categoria in Italia che dichiara pubblicamente i propri redditi.
    L’antiriciclaggio oltre che un obbligo è per noi mediatori una cosa seria che rispettiamo ottemperando quanto indica il DM 143/06.
    Egregio siamo fieri di essere agenti immobiliari, una categoria di professionisti interessata al concreto, e non alla sua professione ne al suo reddito.
    Oscar Caironi Vice presidente Fimaa Bergamo

    1. Scritto da MAURIZIO

      1. L’agente immobiliare mente perchè afferma di fare contemporaneamente gli interessi due parti in conflitto (venditore e acquirente). Pretende poi di ricevere da entrambe le parti una provvigione FISSA a fronte di un impegno su ciascuna unità immobiliare molto VARIABILE 2 L’agente immobiliare, in accordo con venditore e acquirente a cui viene corrisposto uno sconto, può tranquillamente dichiarare nell’atto notarile una provvigione inferiore. Queste semplici cose, ma ce ne sono molte altre, ci fanno capire che oggi il sistema di mediazione immobiliare, al di là dei comportamenti dei singoli agenti, è superato, inutile e sopratutto tendenzialmente disonesto.

  5. Scritto da bob

    vorrei davvero vedere un operatore che accerterà un sospetto riciclaggio di denaro quando lo sappiamo bene che i primi furbi sono proprio gli agenti immobiliari (non tutti per carità) che sicuramente non brillano per trasparenza in fatto di soldi. Faccio una proposta: perchè gli agenti della FIAIP non pubblicano il loro reddito,o il bilancio della loro attività’?) oppure (visto che qualcuno potrebbe sollevare questioni di privacy) solamente il numero dei contratti conclusi annualmente?

    1. Scritto da gio

      troppo tardi !! ormai chi ricicla se ne va altrove e poi penso che di questi tempi non ci siano tanti di contratti o di redditi da mostrare ! e poi per chi non lo sa e’ gia’ da un po di anni che l’agente immobiliare ha l’obbligo di scrivere su un registro i suoi sospetti su una compravendita avvenuta con contante di dubbia provenienza ! probabilmente hanno tempo da dedicare per perdersi in queste cose !!