BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rimborso ai partiti È intesa, ma nessun taglio L’ira dei lettori di Bgnews

Trasparenza, controllo ma nessun taglio è quanto prevede l'accordo raggiunto tra i partiti di maggioranza sui rimborsi ai partiti. La rabbia e la sfiducia nei politici dai commenti e nel sondaggio di Bergamonews.

Trasparenza, controllo ma nessun taglio. Dopo cinque ore di confronto alla Camera i partiti di maggioranza hanno trovato un accordo e a breve dovrebbe nascere la “Commissione per la trasparenza ed il controllo dei bilanci dei partiti politici”.

La commissione sarà presieduta dal presidente della Corte dei Conti e all’interno ci sarà il presidente del Consiglio di Stato e il primo presidente della Cassazione. Il primo controllo avverrà sui rendiconti 2011. Tra le decisioni prese ieri anche il rinvio della riscossione dell’ultima rata, pari a 100 milioni di euro, dei finanziamenti per l’elezione del 2008. Il testo dell’ intesa raggiunto dai partiti sarà un emendamento al decreto legge fiscale in discussione alla Camera, un percorso che in teoria consentirà di trasformare il provvedimento in legge nel giro di pochi giorni. Mentre il ddl attuativo dell’art. 49 della Costituzione, che regolerà anche il finanziamento pubblico, è in calendario alla Camera per l’ultima settimana di maggio.

Se il mondo politico ha trovato l’intesa, i lettori di Bergamonews esprimono una sfiducia nei confronti della politica che è unanime.

Al sondaggio lanciato dal nostro giornale il 94% esprime il proprio senso di sfiducia, il 6% risponde “Non lo so”, mentre nessuno ha fiducia che avvenga il cambiamento. Una bocciatura totale che si esprime anche nei commenti, dove emerge la rabbia, la stanchezza, il livore verso una classe politica capace di chiedere sacrifici ai cittadini ma incapace di rinunciare ai propri privilegi.

La nostra testata, spesso attaccata di essere Leghista, di Sinistra, o addirittura “baciapile” ha lanciato il sondaggio e nei commenti ha raccolto un’unanime disaffezione verso la classe politica che la rappresenta.

Ecco alcuni dei commenti: “Redazione, come fate a fare certe domande? Forse avete il dubbio che qualche cittadino contribuente possa rispondere che ha fiducia? Gli unici che hanno fiducia sono i politici con i loro parenti e i loro tirapiedi”. “Come si fa ad essere fiduciosi in chi continua ad incassare il triplo di quanto spende per le spese elettorali mentre milioni di cittadini non arrivano alla fine del mese?”.

“Come si fa ad avere fiducia in chi ha disatteso un referendum?”. “Non c’è nessuna fiducia!”. “Fiducia Zero! Prima devono dimezzare i Parlamentari e stipendio massimo a cinque mila euro a seguire dimezzare politici in regione e provincie, via pensioni baby retroattive”. “Per essere fiduciosi dei partiti bisogna avere la testa nel sacco, non sentire e non vedere”. “Fiduciosi? È come far progettare al lupo il recinto delle pecore…assurdo!”. “Credo sia l’ultima chance per la politica, per la sua credibilità e sopravvivenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Tino

    rimborso spese, come dice la parola, non deve essere finanziamento.
    il partito spende con tanto di giustificativi contabili (fatture e ricevute) e riceve il rimborso fino ad un massimale stabilito indipendentemente dai voti ricevuti.
    dove sta la difficoltà di trovare una soluzione ?
    quello di creare la commissione che studia il problema è il classico provvedimento per complicare l’affare e non risolvere nulla … ancora una volta !
    poveri italiani presi per i fondelli così spesso !!!

  2. Scritto da MAURIZIO

    Tra i politici c’è una grande quantità di persone bravissime e oneste, come in tutti i campi della nostra vita sociale. Certamente, la maggior parte dei politici non ruba e fa politica con sacrificio personale. Noi italiani abbiamo qualità umane e professionali eccezionali, anche in politica. I problemi sono due : far arrivare ai vertici le persone oneste e cambiare radicalmente le regole del gioco. I partiti non sono più in grado di cambiare le regole. Deve pensarci la base. Dagli esperti, in questa situazione cosi compromessa, non può venire nulla di buono. Le vere riforme le deve fare chi oggi è fuori dalla politica, i non esperti. E’ l’ignoranza dotta socratica.

  3. Scritto da Gianni

    Siamo shiavi di una politica che sguazza coi soldi dello stato…. la cosa peggiore è che il popolo non può e non fa niente per bloccare questo male che ci sta dissanguando. Si salvi chi può!!!!!!!!

    1. Scritto da Davide

      Italia piena di partitocrazia

  4. Scritto da edo

    Penso che una rivolta pacifica della gente comune sia l’unica possibilità per far capire a questi nostri mestieranti della politica che è ora di cambiare registro.
    Chiedono sacrifici alle persone più deboli e continuano in modo nauseante a difendere i loro privilegi.
    Solo la società civile può oggi essere credibile,da qui, ripeto pacificamente, deve nascere un’opposizione reale e visibile a questo mondo politico che ormai è completamente distante dai problemi quotidiani di noi cittadini.

  5. Scritto da Carlo Pezzotta

    Mi trovo fuori dal coro, perchè se da un lato la gestione finanziaria di un partito deve essere certificata come i bilanci delle società, anche se il PdL vuole mantenere il “falso in bilancio”, dall’altro lato dico di fare molta attenzione ai facili orgasmi della gente. Se togliessimo il finanziamento ai partiti, avremmo 2 partiti in Italia: quello della confindustria e quello dei vescovi e se non vi ricordate dove ci ha condotti la DC, cioè a una seconda repubblica ancora più corrotta dalla prima, allora….
    Perchè questi 2 partiti? perchè sono gli unici che non hanno bisogno di essere finanziati dallo stato, cioè da noi:

    1. Scritto da nino cortesi

      Noi continuare a finanziare gli imbroglioni? Il problema non è darci la possibilità di finanziare ma darci la possibilità di scegliere e selezionare. Basterebbe un metodo di selezione a livello comunale, poi a livello provinciale e quindi nazionale. Incominciamo ad utilizzare il metodo Miss Italia, per scegliere non i più belli ma i più capaci. Uno, per esempio, potrebbe essere il segretario comunale di Seriate MICHELE LUCCISANO

  6. Scritto da MAURIZIO

    L’Italia è fallita. Molti imprenditori si uccidono. La Nazione è in grave crisi. I giovani laureati e non hanno scarse prospettive. Gli stipendi e le pensioni medie sono basse. I servizi sociali primari sono molto al di sotto delle necessità. L’economia controllata dai politici è in gran parte soggetta a corruzione e a monopoli ottocenteschi. La burocrazia surreale impera. I politici, però, cavillano sui loro rimborsi. Anche qui, su Bg News, intervengono e ci trattano come mentecatti e qualunquisti perchè osiamo metterli di fronte al loro squallore. Non vi rispondo con l’odio. Anzi, con l’ottimismo. Anche se vi salverete ancora una volta nel 2013, siete già morti. Noi invece siamo vivi.

  7. Scritto da MAURIZIO

    Tutti i beni immobili dei partiti per i quali non può essere certificato l’acquisto effettuato grazie a capitali privati vanno immediatamente requisiti e restituiti alla Nazione Italia. I partiti dovranno restitutire anche le somme non spese dei rimborsi elettorali a partire dal 1993.

    1. Scritto da Ennio

      Aspetta che cerco la ricevuta del contributo alla festa dell’unità del 1971, un attimo di pazienza.

      1. Scritto da MAURIZIO

        Se avete comprato immobili con i soldi del finanziamento pubblico ai partiti o, dopo il 1993, con i soldi dei rimborsi elettorali, gli immobili non sono vostri, ma dei cittadini. Vi siete appropriati indebitamente di immobili di proprietà altrui. Quindi, dovere restituirli. In ogni caso, la ricevuta non la troverà perchè siete abituati a incassare in nero oppure a farvi le regolucce che vi esentino dal pagamento delle imposte.

  8. Scritto da Zufolo

    La SUA idea ? Io voto per gruppi di persone che condividono la MIA idea di società e non mi interessa come si chiamano, possono persino essere intercambiabili , niente maghi della pioggia , persone di buonsenso, oneste e competenti che portano con se altre persone decorosamente affidabili. Sono requisiti che mi bastano e avanzano.

  9. Scritto da MAURIZIO

    Non mi interessa Grillo come leader, segretario di partito o Santone. Non voto il guru Grillo. Se lo voto, voto le sue proposte che, sul terreno dell’etica, sono le uniche valide oggi. Sulle banche Grillo dice cose molto vere e molto giuste accanto a cose molto sbagliate e molto distruttive. Grillo non ha in mano l’alternativa al capitalismo, mi pare ovvio. Spesso le spara grosse. Ma quando pretente eletti onesti, pagati 2.500 euro al mese, che facciano gli interessi degli elettori propone l’unica politica oggi possibile. I politici, invece, blaterano degli interessi dei pensionati al minimo e hanno in tasca (a norma di legge) 2.900 euro/mese a 44 anni di età (Di Pietro).

  10. Scritto da MAURIZIO

    L’unica riforma che i partiti possono fare sarebbe : 1. in attesa di decidere sul referendum del 1993, portare il rimborso a 100 mln di euro (valore del rimborso tedesco) 2. restituire i soldi non spesi e gli investimenti mobiliari 3. restituire i beni immobili acquisiti con i soldi pubblici (il PD ha 2.500 unità immobiliari)
    3. cerificare per legge tutte le spese 4. pubblicare in internet tutti i bilanci. I partiti non faranno nulla di tutto questo perchè non sono più in grado di salvarsi. I consiglieri regionali del movimento 5 Stelle prendono 2.500 euro al mese. Il resto ritorna allo stato. Punto e finito. Muoiono di fame? Non credo proprio.

    1. Scritto da TUBO

      1) L’unità immobiliare del PD del mio paese (sede) , come tantissime altre, è stata acquisita tanti anni fa INTERAMENTE con i soldi delle feste dell’unità e con i contributi degli iscritti . Per cui non acquisisci un bel TUBO 2) Per curiosità il bilancio del movimento 5 stelle (versamenti volontari) da quale società viene certificato ?

      1. Scritto da MAURIZIO

        Basta portare la documentazione e dimostrare come siano state comperate le 2.500 unità immobiliari dell’ex Pci. Semplice.Per conoscere la sua contabilità si rivolga al movimento 5 Stelle, non a me. Intanto un consigliere regionale 5 Stelle prende 2.500 euro al mese. Quelli del suo onesto partito un bel multiplo di questa cifra, per fare le stesse cose. Il bilancio certificato non vuol dire nulla. Se il suo onesto partito spende 20 mln di euro per una campagna elettorale e ne incassa 180, sa quanti tubi ci facciamo con il suo certificatino redatto da consulentri pagati dal suo partito con i soldi publlici?

        1. Scritto da TUBO

          1) perchè lei per non farsi requisire casa sua deve portare i documenti? 2) Per me i consiglieri regionali devono prendere la metà di quello che prendono (salvo gli assessori) ma soprattutto essere la metà, quelli del 5 stelle per il momento sono in 2 e mi sa che erano disoccupati, io il mio lavoro non lo lascio per uno che mi da 2500 euro al mese lordi e lo perdo dopo 4 anni. 3) Il bilancio certificato da una società di revisione internazionale vuol dire tantissimo (chissà perchè in borsa è obbligatorio)4) I costi assolutamente leciti e necessari di un partito non sono solo la campagna, che poi non debbano essere più di 100/150 mil. come in francia e germania è sacrosanto.

          1. Scritto da MAURIZIO

            1. perche casa mia l’ho pagata con i miei soldi, non con quelli degli altri. Quindi, gli immobili che avete acquistato con i soldi degli altri non sono vostri 2. Non le ha prescritto il medico di fare il politico. Questo è il modo migliore di liberarci di gente che ragiona come lei 3. La Parmalat era certificata da revisori internazionali. Inoltre, me ne frego del suo certificatino se lei spende 20 milionielettorale di campagna e lo stato gliene rimborsa 180 4. I costi leciti li avete stabiliti voi, non gli elettori. Dunque, non sono leciti. Il barbiere di Montecitorio costa 160 mila ero all’anno, a norma di legge. Leggi fatte da voi. Ecco le vostre cose lecite. Vergognatevi.

          2. Scritto da TUBO

            Caro Maurizio, io NON sono un politico e so per certo che la sede Pd del mio paese come tantissime altre è stata acquistata oltre 30 anni fa con i contributi personali degli iscritti. Perchè deve continuare a dire sciocchezze? Dire che la revisione del bilancio non serve è un’emerita sciocchezza, chieda in borsa perchè la fanno, l’esempio parmalat è un atto criminale come accade in tutti i settori, il suo ragionamento equivale a dire: aboliamo le leggi perchè tanto ci sono i delinquenti. A me la mena per il barbiere di montecitorio?Lei dov’era?per chi votava? Vergognati tu, io lavoro duro nel privato da una vita e non posso pensare che il finanziamento alla tedesca è una cosa sensata? Bah

  11. Scritto da antonio

    che tutti questi soldi vengano evoluti al sociale, smettiamo di arricchire questi partiti che del nostro paese se ne sbattono altamente, sono solo degli ipocriti, il finanziamento ci vuole, ma che la quota sia stabilita dal cittadino che vuole sostenere il suo partito.

  12. Scritto da nicola

    BEN VENGA IL ” PARTITO DEL NON VOTO” cosi’ vanno tutti a casa!!

    1. Scritto da Vulpix

      Così comandano comunque quelli che vincono e che sono decisi dagli altri. Che idea astuta , esghen .

      1. Scritto da MAURIZIO

        Se ci fosse il 45% di astensionismo, il partito politico vincente non avrebbe alcuna legittimità per governare, ma solo la legalità. Quindi non governerebbe nulla.

        1. Scritto da Enzo

          Se mia nonna avesse le ruote sarebbe un tram ma al di là di questo dopo che farebbe ? Per quanto mi riguarda cerco di tenermi informato , seguo la politica e gente onesta nei partiti ce n’è ancora , non sono tutti uguali. Voto quella.

          1. Scritto da MAURIZIO

            Si manderebbero a casa i partiti di oggi. E si farebbero partiti nuovi. Quindi l’astensionismo è una cosa seria. Le sue espressioni poi non fanno ridere nessuno, tranne lei.

  13. Scritto da Arianna

    Non è possibile che abbiano preso questa decisione…è incredibile la faccia tosta che hanno questi politici!!!!!Ma possibile che non si riesca a fermarli !!! Alle prossime elezioni io mi presenterò ,( è uno dei pochi diritti che abbiamo,) ma solo per esprimere il dissenso verso tutti i partiti ,non meritano nessuna fiducia.

  14. Scritto da ................................

    la richiesta di referendum da parte dell’IDV sarà anche strumentale, ma per ora sono gli unici che portano avanti, anche con la provocazione, la questione morale su questi rimborsi indecenti!

    1. Scritto da Samuele

      Ma siete sicuri che IDV lanci i referendum perché ci crede? Di sicuro lo fanno per i rimborsi elettorali che in caso di raggiungimento del quorum sono significativi. Da che pulpito IDV… Con un padre/padrone ai vertici e tante pentole da scoperchiare…. Ma fatemi il piacere. Almeno la lega ci prova a farsi un po’ di pulizia. Altri nelle stesse condizioni manco ci provano!!!! Comunque abbasso la politica. Tutti uguali!!!

    2. Scritto da Andrea

      gia’ moralmente io sono apposto se mi oppongo pero’ i soldi li prendo ugualmente…. bel modo di fare opposizione…comunque sia loro non si tagliano i fondi… pero’ aumentano le tasse su gli sms per finanziare la protezione civile….

    3. Scritto da Ginger

      In questi anni però si è guardata bene dal far certificare i bilanci , l’unico a farlo è stato il PD . In italia basta lanciare l’amo anche privo di esca, abboccano lo stesso. Auguri

      1. Scritto da Dario M5S Bergamo

        Anche la Lega certificava i bilanci dal 2008. Non venite a raccontare che il PD è pulito, perchè se qualcuno alza il coperchio succede un casino! Il problema è che hanno in cassa soldi che non dovrebbero avere.

        1. Scritto da Sangennaro

          Primo non dire stupidaggini o essere disinformato . Se è questo è il tuo calibro non ci siamo. Ripassa dopo aver acquisito che il PD era ed è l’unico partito che ha la certificazione di bilancio di una nota società di revisione internazionale. Ti aspetto fiducioso.

          1. Scritto da Dario M5S Bergamo

            Il fatto che il bilancio sia certificato non significa nulla, tantomeno se lo ha fatto una società di revisione internazionale. Lavoro nel settore e troverai sempre qualcuno che ti certifica un bilancio e considerando che lo paghi al massimo ti suggerirà qualche correzione, ma la certificazione te la lascia. Ribadisco che anche quello della lega era certificato da 3 revisori(Pietro Mantovani, Sergio Dominis e Silvio Clerici), ma se bersani ti ha detto che il PD è l’unico allora bisogna crederci.
            Smettetela di dire che il PD è diverso, dovreste quantomeno essere in grado di dimostrarlo.

          2. Scritto da Sangennaro

            Ma di cosa stai parlando ? Io ti parlo di società di revisione internazionali (price waterhouse e simili) e tu mi parli di 3 signori nominati dalla lega ? Vogliamo parlare di cose serie per favore ? Ad esempio il bilancio di 5 stelle ( per carità, versamenti volontari ma l’è istess) da chi è certificato ?

          3. Scritto da w@tercess

            Revisori internazionali come quelli che hanno certificato i bilanci Parmalat? Ma per piacere!

          4. Scritto da Andrea

            mi spiace per te ma ha ragione… la certificazione di un bilancio ha un valore molto relativo…. solo per far un esempio anche parmalat aveva un bilancio certificato…

          5. Scritto da marco origgi

            un bel chissenefrega se il PD ha il bilancio certificato?
            nel 93 avevamo votato praticamente tutti per abolire questo abominio e TUTTI I PARTITI l’hanno fatto uscire dalla porta per farlo rientrare dal tetto debitamente scoperchiato per riuscire a farcelo passare..
            VERGOGNA!!

          6. Scritto da Aldo

            Vergogna un tubo , i rimborsi elettorali ci sono in tutti i paesi civili d’europa , diversamente comanda chi ha i soldi . Il problema è che sono troppi e non trasparenti

          7. Scritto da marco origgi

            il fatto che ci siano in tutti i paesi civili non sposta di una virgola il problema..
            anche la mafia non esiste in tutti gli altri paesi civili e siccome è stato più volte provato che in italia mafia e politica vanno a braccetto, va estirpato il male alla radice..niente soldi, niente partiti, niente mafia..
            Introduciamo una democrazia diretta tramite referendum propositivi ONLINE senza quorum..chi vuol partecipare vota o delega, chi non vota si attacca e subisce le decisioni altrui..
            cabliamo l’italietta ed evitiamo rimborsi di viaggi, trasferte etc etc..ma no, poi tutti i tirapiedi dei partiti che ci mangiano sopra dove li mettiamo?
            un bel summit a pianosa con biglietto di sola andata?

          8. Scritto da Enzo

            Leggo attonito le tue motivazioni. La politica economica e fiscale falla tu “ONLINE” , se poi ti senti tranquillo ad aver chiamato “movimento” un partito , fai pure . Prego per il futuro dei miei figli che gli italiani non facciano come per le figure dei salvatori dell’ultimo ventennio. Mi si gela il sangue nelle vene

  15. Scritto da ................................

    sono del PDL ma mi rendo conto che i partiti non esistono più e su una cosa sono tutti uguali… i soldi!!! e a noi cittadini cosa ci resta da fare? solo auspicare supinamente che questi signorotti parlamentari, colpevoli dello sfacelo che assistiamo, espandano la vera morale al di la dei confini dei loro portafogli! CI STANNO FACENDO PASSARE LA VOGLIA DI CREDERE NELLA POLITICA E DI ANDARE A VOTARE, SIETE TUTTI UGUALI.

  16. Scritto da Dario M5S Bergamo

    Come volevasi dimostrare: invece di dividere moltiplicano (soldi e poltrone per gli amici). Forse è giunto il momento di spiegargli cos’è la VERGOGNA!

  17. Scritto da casta

    NON ADIAMO PIU A VOTARE QUESTI LADRONI LADRONI LADRONI INCOMPETENTI VANNO SOLO DANNI AL ITALIA BEL PAESE

  18. Scritto da MAURIZIO

    Il presidente e i membri della Commissione per la trasparenza ed il controllo dei bilanci dei partiti politici avranno un compenso? Se si, propongo che siano tutti i partiti a pagarlo, in attesa che il finanziamento pubblico venga abolito per sempre. Non è affatto vero che farà politica solo chi è ricco. Farà politica chi ha passione. Grillo sta arrivando all’8% dei consensi nazionali con un blog e poche migliaia di euro. Dunque i Casini, i D’Alema e i Rutelli la smettano di raccontare frottole e vadano a lavorare se ne sono capaci.

    1. Scritto da Zufolo

      Poi va Grillo a trattare con la UE ed a gestire lo spread , sostenuto dagli inevitabili Scilipoti e Razzi che questi partiti si portano dietro.
      Da un santone all’altro , questa nazione è destinata al NULLA .

      1. Scritto da MAURIZIO

        Non voto Grillo come Santone, stia tranquillo. Mi interessa la sua idea. Prende l’8% dei consensi senza spendere denaro pubblico si o no? Dunque, è del tutto possibile fare politica senza milioni di euro. Il resto non mi inbteressa minimamente. Punto a capo.

      2. Scritto da marco origgi

        Se ci fosse stato grillo non ci sarebbe stato neanche bisogno di trattare con la UE, perchè non avremmo avuto i 100 miliardi di euro di costi annuali aggiuntivi (stima per difetto) che sono riconducibili alla corruzione..
        se sei del PD, chiedi al tuo segretario perchè vuole fare la TAV..

        1. Scritto da Ugo

          Wow, siamo alla santificazione ! Io mi accontento di chi vuole fare una buona legge sul tema , ed in parlamento c’è chi la vuole . Senza dover ricorrere all’ennesimo creatore di miracoli accompagnato da torme di nuovi adepti che non sa manco lui chi sono. Per inciso la stima è di 60 miliardi

          1. Scritto da nessun@ stim@

            “Per inciso la stima è di 60 miliardi ” Una stima è una valutazione approssimativa, un’ipotesi, un’idea, direbbe Gaber, ognuno ha la sua, dico io. Una buona legge sul tema? In un momento in cui si taglia l’essenziale ai soliti, si toglie ai vecchi senza dare ai giovani e senza toccare quel 10% che controlla il 60% delle risorse, in Parlamento ci sono buone leggi che non tagliano i finanziamenti ai partiti? Ma va là. Questi ancora non se ne sono accorti, ma hanno approvato l’eutanasia dei partiti. Morti che camminano, ma solo fino alle prossime elezioni!

  19. Scritto da dovelasorpresa?

    Ma cosa pensavate? Che i partiti che si sono “spartiti” da sempre la res publica saccheggiando di fatto stato e imprese statali o parastatali, concessioni tutto ai danni dei cittadini, si mettessero d’accordo per darsi meno soldi?!? Ma che siamo impazziti?!? Cioe’ andreste voi dal vostro datore di lavoro che vi ha pagato tanto per non fare nulla fino ad oggi dicendogli.. guarda non me li merito, pagami solo meta’!! E pure Tonino Di Pietro con una mano firma i referendum contro il finanziamento ai partiti e con l’altra incassa a piene mani milioni su milioni! Gli unici sino ad oggi a rinunciare a tali rimborsi sono il movimento 5 stelle ed a loro andra’ il mio prossimo voto!

  20. Scritto da W V.E.R.D.I.

    Se ci sono i soldi per finanziare i partiti allora ce ne sono anche per finanziare la mia squadra di calcetto che,visto l’utilità dei partiti la si può considerare pure più importante come priorità

  21. Scritto da Pietro

    Credo che l’unica risposta da dare a questo parlamento, sia di boiccotare le urne, visto che per loro non contiamo nulla, si rappresentino da soli…

    1. Scritto da Giorgio

      Tu stai a casa , io vado a votare . Gente per bene ce n’è , non sono quelli per cui hai votato tu.

      1. Scritto da ex elettore

        Io non vado a votare, dammi qualche dritta di gente per bene e poi ci penso, fammi qualche nome.

        1. Scritto da Asdrubale

          Tranquillo, tu stai a casa e beccati altri 10 anni di Berlubossi come hai fatto l’ultima volta . Con relativo rischio default. Auguri

      2. Scritto da attila1968

        BARBARO SOGNANTE, salta giù dalla pianta che mele son marce; ci credi ancora alle favole?

        1. Scritto da Giorgio

          Ma quale barbaro sognante de stà cippa !!! Persone per bene e preparate e fino a prova contraria oneste ad es nel Pd ne vedo e ne conosco. Non mi allineo ai cercatori di santoni alla Bossi/Berlusconi/Grillo e nemmeno ai familistici alla Di Pietro , né ho pieni i maroni di pagliaccio d’europa. Di sparate per gonzi sono stufo , “aboliamo il finanziamento dei partiti “ ulula Di Pietro , intanto però in questi anni dov’era ? Non poteva far certificare il bilancio come il PD (unico nello scenario) ? Per me questi sono atti di consapevolezza e serietà . Voi votatevi i vostri santoni , pronti per i prossimi scilipoti, rosy mauro, capezzone e così via. Penoso.

          1. Scritto da attila1968

            tranquillo, non hò santoni sulla terra e mai li voterò. comunque BASTA FAVOLE. cara redazione di bgnews perchè continuate a censurare?

  22. Scritto da vergogna

    VERGOGNA
    VERGOGNA
    VERGOGNA
    VERGOGNA

  23. Scritto da Zumbeispiel

    Come in germania/francia : 100 milioni anno da dividere tra tutti i partiti , bilanci certificati da primaria società estratta a sorte ogni anno, pubblicazione dei bilanci su internet, pubblicità assoluta sui dati dei finanziatori privati/società sopra i 2000 euro (vietato e punito il frazionamento !!). Pene severissime per i trasgressori.