BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Radio Padania: come ti finanzio l’emittente di partito

Radio Padania gode di un trattamento di notevole favore in tema di frequenze e canali. Una legge del 2004 l'aiuta e, anche se il ministero interviene per evitare che le frequenze avute gratis vengano rivendute, trova l'escamotage per far cassa.

Più informazioni su

Radio Padania gode di un trattamento di notevole favore in tema di frequenze e canali. Con una Legge del 2004, approvata dalla Lega stessa, Radio Padania è autorizzata ad attivare frequenze radiofoniche con una semplice comunicazione al Ministero, a patto che i nuovi canali non interferiscano con quelli (già affollatissimi) utilizzati dalle altre emittenti esistenti, Rai inclusa.

Lo scopo della Legge, che in realtà autorizza nuove accensioni a tutte le emittenti ‘comunitarie’ nazionali (si chiamano così quelle che trasmettono poca pubblcità) con copertura del territorio nazionale inferiore al 70%, è quello di permettere alle emittenti ‘minori’ di poter essere ricevute sull’intero territorio nazionale senza imbarcarsi in costosi acquisti di canali.

Prima evidenza che la dice lunga sugli eventi che racconteremo nel prosieguo dell’articolo: le radio nazionali comunitarie italiane sono due, Radio Maria e Radio Padania. Di queste Radio Maria copre già tutto il territorio italiano e non ha bisogno della Legge di cui sopra. Pertanto l’unico beneficiario della Legge è Radio Padania, organo d’informazione del partito.

Ma le distorsioni non nascono e finiscono con l’attivazione dei canali, la cui accensione ha peraltro portato a numerose cause giudiziarie per interferenze, ma partono dall’utilizzo improprio che Radio Padania ha fatto della Legge per finanziarsi accendendo i canali e cedendoli dietro corrispettivo ad altri operatori radiofonici: si parla di milioni di euro al cui confronto i soldi per le lauree sono ‘paghette’.

La pratica, che arricchisce l’organo di partito e distorce la concorrenza del mercato radiofonico, ha come ulteriore ricaduta la possibilità per alcune radio ‘amiche’ di espandersi in territori dove non erano presenti con modifica del profilo di concorrenza pubblicitaria e di audience.

Il Ministero è più volte intervenuto, con tutte le limitazioni che dava l’appartenenza della Lega alla maggioranza che nomina il sottosegretario e muove i dirigenti ‘periferici’, vietando la cessione degli impianti attivati in base alla famigerata Legge: in sostanza, sostiene correttamente il Ministero, gli impianti possono essere utilizzati solo da Radio Padania.

Ma ecco che la Lega trova una soluzione per conformarsi alla circolare del Ministero. Al posto di vendere gli impianti procede a permute (come se una permuta non fosse una doppia vendita) cui segue la vendita dell’impianto ricevuto in permuta. I signori della Lega sono senz’altro creativi.

Sandro Palermo

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da marco

    E’ proprio vero che per i soldi nessuna morale e’ valida . La lega con questa operazione ha incassato tantissimo mettendo in crisi altre emittenti locali e nazionali che non volevano partecipare a questo giochetto. Perche Bergamonews non pubblichi i nomi delle aziende che si sono adoperate per questa operazione?

  2. Scritto da ne manca una

    IL VERO SCANDALO E’ RADIO RADICALE, FINANZIATA DA DENARO PUBBLICO.

  3. Scritto da lezionidiarcore

    Si vede che le frequenti cene di arcore hanno ben insegnato (qualora ce ne fosse bisogno) ai legaioli come arricchirsi appropriandosi della cosa pubblica senza rischio alcuno. D’altronde anche silvio voleva le frequenze TV digitale gratis per poi affittarle a suon di milioni di euro. Intanto affamano la gente, le fabbriche chiudono, i servizi vengono tagliati (soprattutto dalle loro giunte leghiste) mentre loro belli paciarotti a roma incassano, rubano, re-incassano e ingrassano. Ma io non mi arrabbio con loro ma con chi ancora non solo li difende ma li osanna! Al loro confronto la Wanna Marchi è una dilettante visto che lei x fregare almeno spedica ai beoti sale e bastoncini magici..

  4. Scritto da Mauro

    Quando rubano gli altri usano il cappio, quando rubano loro va bene perché lo fanno anche gli altri, ma si sa… la coerenza non è mai stata un punto forte della lega.
    I LADRI IN GALERA! TUTTI!

  5. Scritto da La verità fa male

    Poveracci, quelli che godono per le difficoltà della Lega. Non si rendono conto che presto l’Europa crollerà perchè quando la spesa pubblica è superiore al PIL (ossia quando le spese correnti superano le entrate) qualunque azienda o ente pubblico prima o poi fallisce. A quel punto scatterà il “si salvi chi può” e nelle regioni più autonomiste e virtuose sarà una corsa a chi salta giù per primo dalla nave che affonda. La Lega è stata l’ultima speranza di evitare il crollo. Ormai può governare chiunque, il default è inevitabile perchè se i governanti affrontano il problema aumentando le tasse, vuol dire che non hanno capito niente di ciò che sta accadendo

    1. Scritto da Piripippo

      Siccome la lega è stata molto attiva nel creare,incrementare e mantenere la situazione di disastro che attualmente viviamo le auguro di vivo cuore che si trovi una via d’uscita intelligente perché si riesca ad uscire in qualche modo dalla fogna in cui la lega e i suoi amici ci hanno precipitati.In caso contrario si prepari anche lei perché la sua parte di conto da pagare e di maltolto da restituire passerà anche attraverso di lei che magari non ha incassato niente di persona ma ha incentivato e difeso a spada tratta i (come qualcuno li ha giustamente definiti) “LADRONI A CASA NOSTRA” Auguri.

      1. Scritto da La verità fa male

        1) la mia parte di conto da pagare ho iniziato a pagarla nel 1992, quando di notte Amato rapinò il 6 per mille dei miei risparmi bancari (non solo dei miei, purtroppo ero in numerosa compagnìa); Visco e Padoa Schioppa hanno poi continuato a spremermi esattamente come Tremonti e Monti quindi quando mi dice “si prepari a pagare il conto” mi vien da ridere 2) proprio ieri sera da Vespa un Casini serio e sobrio si scandalizzava per il caso di un padre andato in pensione a 48 anni che doveva mantenere la figlia disoccupata; pensavo di sognare: ma come, un ex democristiano si indigna per lo scandalo delle pensioni baby? se Casini è l’alternativa, meno male che Silvio c’è!!!

        1. Scritto da Piripippo

          Acqua passata si prepari per il suo futuro che dopo i disastrosissimi anni di bunga-bunga col capo del governo che governava nel tempo libero(non ho mai sentito nessun altro dire così né prima né dopo il 1992) sarà sicuramente peggio di quanto può immaginare.Da quello che dice discorsi troppo seri con lei non se ne possono fare e lo spazio sarebbe comunque poco.Per cui rida pure e ne approfitti adesso perché fra qualche anno,(quando cominceremo a pagare veramente le conseguenze di troppi anni di governo berlusconi-bossi) le passerà la voglia.I ragionamenti citrulli sono quelli di chi si scandalizza per chi va in pensione a 48 anni ma è contento che in 10 possiedano la ricchezza di 3 milioni.

          1. Scritto da lavoratore Lucchini

            Sono d’accordo, la Lega ha contribuito con Berlusconi a metterci con le pezze al culo, mentre manteneva il Trota e altri sfaccendati, Rompeva i coglioni col Paci Paciana e mandava al macero diritti e redditi dei meno ricchi.
            Come infatti non ricordare di che partito era il ministro che voleva cancellare per Berlusconi l’art. 18, come non ricordare sulle pensioni lo scalone Maroni? Ora a lega si presenta come paladino
            dei lavoratori ( ma solo quelli padani sia chiaro), ma quando era al governo con Berlusconi cosa proponeva? Be io non sono disposto a farmi prendere per il naso, e me lo ricordo bene cosa proponeva……. quindi se andremo a fondo so a chi devo presentare il conto.

  6. Scritto da danilo

    Tutto all’insenga che “Roma è Ladrona”!

  7. Scritto da Il Naggio

    Non passa giorno in cui non si facciano le pulci in casa Lega.
    Il marcio ormai è ovunque ma come detto da Libero Pensiero “risorgeremo”.

  8. Scritto da libero

    bergamo news il gazzettino contro lega sponsorizzato da un mix di…….
    x forza deve dargli dietro su ogni cosa gli fa il balzello ma degli altri …?suoi sponsor ne parla pochissimo
    sembra che il nemico numero 1 di bergamonews sia propio la lega
    redattori è ora di finirla !!!

    1. Scritto da Indignato orobico

      La lega è il problema numero uno e non solo di Bergamo, avete fatto schifo avete imbrogliato tutti. Sventolando “valori” miserabili come il razzismo e la xenofobia avete occupato poltrone e solo mangiato soldi pubblici, E mi viene a dire che non siete parte del problema del paese? E poi da che pulpito la predica!

  9. Scritto da antonio

    O cavolo, poveri leghisti, chi sa chi era che trasmette alla loro radio trufffaldinamente a loro insaputa, espelleranno anche la radio?
    Sarà un altro complotto ai loro danni, e chi complottava? Passeranno a risorgere in forma di televisione?
    Quando andranno a casa sarà sempre un filino troppo tardi per me.

  10. Scritto da Libero Pensiero

    Pur di offendere la Lega ogni scusa e’ buona, ma stiamo già’risorgendo.

    1. Scritto da Giggi

      Offendere la Lega?. Questo è furto. Ladri! Se esiste un Dio se ne accorgerà

    2. Scritto da Vittorio

      Ma andate a lavorare in …..Tanzania !!

      1. Scritto da Mov.Liber.Gioppinia

        E chi ha mai parlato di lavorare? Noi in Tanzania portavamo i vostri soldi però quando hanno saputo chi eravamo non si sono fidati neanche là.Insomma quelli che hanno un po’ di fiducia sono solo qui,alcuni di quelli che votano per noi perché non hanno capito niente (come un Senegalese che si iscrive al KU KLUX KLAN), gli altri che votano per noi sono anche loro “LADRONI A CASA N(V)OSTRA”.
        Libera Gioppinia
        Gioppinia libera

      2. Scritto da ex elettore

        La moglie del Boss-i da quello che si legge oggi sui giornali ha intestato ben 11 immobili, con la sua baby pensione ne ha fatta di strada……LEGA LADRONA.
        Sul muro del prato padano dovevano scrivere Ladroni E cosa Nostra…altro che ladroni a casa nostra. La cosa stupefacente è che trovi ancora dei bufali che li difendono

      3. Scritto da Vitore

        visto che tu sei già lì come si sta?

        1. Scritto da giorgio

          Sti leghisti neanche si accorgono di essere il peggio del peggio di ciò che contestavano,
          Avete rubato peggio di Ali Baba e i quaranta ladroni e pretendete con due spallucce e una ramazzata di ribadire la vostra diversità, siete peggio di Craxi…..ci avete presi per degli scemi?

          1. Scritto da a domanda.....

            si e un pò anche fessi