BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Riecco German Denis per cercare il colpaccio in terra napoletana

Colantuono ributta il Tanque nella mischia dal 1' e alle sue spalle piazza Moralez, con Carrozza sulla fascia sinistra. Si rivede anche la difesa a quattro, con Lucchini chiamato a sostituire lo squalificato Manfredini.

Più informazioni su

Ci sono tre punti da riconquistare dopo due ko consecutivi, un’impresa da compiere e, soprattutto, c’è una salvezza più o meno matematica da agguantare una volta per tutte. Ma c’è anche il Napoli, l’altra grande delusa delle ultime settimane che, dopo la scottante eliminazione dalla Champions League rimediata in terra inglese, non è più stata capace di rialzarsi a dovere per continuare la corsa verso il terzo posto che regalerebbe ai partenopei ancora, per il secondo anno di fila, un prestigioso posto in quell’Europa che conta che in questa stagione ha regalato un grande sogno ai tifosi azzurri.

Colantuono ritroverà Denis e, come promesso martedì in conferenza, lo butterà nella mischia dal 1’. Per il Tanque, quella di questa sera, mercoledì 11 aprile, non sarà una serata come tante perché di fronte si troverà quel Napoli che l’ha sedotto e abbandonato. E la speranza dei sostenitori nerazzurri è che l’argentino, come un amante arrabbiato che si rispetti, possa prendersi la più cruda delle vendette, magari realizzando il gol decisivo a pochi minuti dal termine.

Come detto, i tre punti in casa Atalanta mancano ormai da troppo tempo, esattamente da due settimane: l’ultima vittoria, infatti, risale allo scorso 25 marzo quando Gabbiadini e Tiribocchi hanno steso il Bologna davanti al pubblico del Comunale. Chiaro che i favori del pronostico sono tutti da una parte, quella napoletana, ma dopo il bruciante ko interno rimediato contro il Siena sabato scorso, sia Colantuono che Schelotto hanno confermato che “la squadra sta bene ed è estremamente serena”.

Il tecnico di Anzio dovrebbe riproporre Moralez alle spalle dell’unica punta Denis, con Carrozza sulla sinistra della mediana e una difesa a quattro composta da Ferri, Lucchini, Stendardo e Peluso. Assente Manfredini, appiedato dal giudice sportivo per una giornata dopo l’ammonizione di sabato.

Insomma, provarci, anche se di fronte ci sarà il Napoli dei quattro fenomeni Hamsik, Pandev, Lavezzi e Cavani, non costa nulla, a maggior ragione se si pensa che Mazzarri dovrà anche fare a meno di elementi come Maggio, Zuniga (infortunati), Britos e Cannavaro (squalificati).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.