BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Responsabilità oggettiva, l’Atalanta adesso si muove anche in Lega

Anche il club di Antonio Percassi tra le otto società che hanno chiesto alla Lega di Serie A di porre in discussione "una nuova definizione della responsabilità oggettiva", in seguito agli sviluppi che sta attraversando l'inchiesta sul calcioscommesse.

Più informazioni su

E’ stata convocata per venerdì 20 aprile l’assemblea ordinaria della Lega di Serie A. Fra i punti all’ordine del giorno la richiesta di 8 club (Atalanta, Bologna, Cesena, Genoa, Lecce, Novara, Parma e Siena) di porre in discussione "una nuova definizione del principio della responsabilità oggettiva delle società sportive", in seguito agli sviluppi che sta attraversando l’inchiesta sul calcioscommesse soprattutto per quanto riguarda le omesse denunce, che comporterebbero appunto responsabilità oggettiva dei club per i quali erano tesserati i giocatori al corrente di tentativi di combine, ma che, pur non avendo ruoli attivi nelle varie vicende, non denunciarono i fatti agli organi preposti. Si parlerà anche delle frodi sportive e delle misure di prevenzione, di controllo e di contrasto del fenomeno.

Si provvederà inoltre all’elezione delle cariche di vicepresidente e consigliere di Lega e all’eventuale nomina temporanea di un consigliere federale supplente, dopo la sospensione del presidente della Lazio, Claudio Lotito, in seguito all’approvazione da parte del Coni del nuovo codice etico.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Duca

    E’ dura far capire la realta’; le società di calcio, se pur sportive, sono società a tutti gli effetti, e talvolta quotate in borsa; di dilettantistico non esiste più niente, quindi devono rispondere alla giustizia ordinaria e basta; ma se viene provata la frode le sanzioni devono essere pesanti, fino alla radiazione. Tutti sono onesti fino a prova contraria; non come la giustizia sportiva che basa tutto sull’esatto contrario.

  2. Scritto da Alex Turani

    Se una società calcistica sa e non denuncia è moralmente corresponsabile del fatto commesso dal calciatore, anche se la squadra non è coinvolta direttamente.
    Quindi, non c’è nessuna regola da stabilire, perché è già il buon senso, la coscienza e la morale che stabiliscono.
    Ma sono cose di cui a nessuno frega niente. Vero?

    1. Scritto da scara

      frega a tutti la cosa…. ma si sà benissimo che più facile che paghi una atalanta …….che un milan o un napoli….un inter …..cerchiamo di essere obiettivi …… è troppo facile fare i colti e i moralisti quando la realta è un’altra.

  3. Scritto da Alex Turani

    Se una società calcistica sa e non denuncia è moralmente corresponsabile del fatto commesso dal calciatore, anche se la squadra non è coinvolta direttamente.
    Quindi, non c’è nessuna regola da stabilire, perché è già il buon senso, la cosaceinza e la morale che stabiliscono.
    Ma sono cose di cui a nessuno frega niente. Vero?

  4. Scritto da SCARA

    RISPOSTA AD ONESTO:
    VERISSIMO …MA MI SPIEGHI PERCHE’ QUANDO GRAZIE A MOGGI SIAM FINITI IN B NON SI E’ SCANDALIZZATO NESSUNO…. L’ATALANTA NON DEVE PAGARE PER DUE MERCANTI DI SCHIAVI ……

    1. Scritto da greatguy

      quanto si vede che sei Juventino……

      1. Scritto da SCARA

        SONO ATALANTINO NON CONFONDERTI ………….

    2. Scritto da paolo p

      xchè per la Juve era responsabilità diretta (non oggettiva) era coinvolto il loro direttore generale, era coinvolta la società direttamente (le maserati regalate mica le ha pagate Moggi..) siamo un pò seri dai, la siatuazione della Juventus era ben diversa.. molto più grave a mio avviso, poi se si vuole sminuire ok. Di fatti l’allora dirigenza si è accordata x la B..ma rischiava molto di più (spero arriveranno anche a Galliani prima o poi)

    3. Scritto da Marino Foletta

      moggi non era un giocatore… quella era responsabilità diretta della società

  5. Scritto da Onesto

    certo è giusto cambiare le regole, ma non adesso ma dal 2014 in avanti, sarebbe troppo comodo non solo per l’Atalanta ma per tutti.

    1. Scritto da paolo p

      veramente l’Atalanta prima ha aspettato giudizio, secondo grado e tnas ..ha pagato sul campo e solo dopo è “uscita allo scoperto” chiedendo di cambiare una legge sbagliata. Cosi ci si comporta, non come chi per paura cambia le carte in corsa (ogni riferimento al nano di arcore è voluto)