BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Stefano Colantuono, mister tranquillità: “Ma è ora di ripartire”

Il tecnico nerazzurro tira le somme dopo gli ultimi due ko e cerca di non fare drammi: "Ma contro il Napoli dobbiamo ricominciare a fare punti. Denis tornerà titolare, il resto della formazione ancora non l'ho deciso".

Più informazioni su

“Sono tranquillo e sereno, ma ora dobbiamo pensare a ripartire”. Stefano Colantuono non fa drammi: i due ko rimediati contro Cagliari e Siena hanno frenato gli entusiasmi del popolo bergamasco ma non quelli del tecnico di Anzio che, assieme ai suoi ragazzi, ha già la testa rivolta all’impegno di Napoli: “Il tempo è poco – ha spiegato Colantuono -, ma stiamo preparando la partita come sempre. Sarà fondamentale recuperare il prima possibile quelle energie mentali che, quando si gioca così tanto, vengono perse velocemente. Col Siena è arrivato un ko inaspettato ma io, come ho detto anche nello spogliatoio, ho visto comunque bene la squadra. Il turno infrasettimanale cade a pennello: meglio giocare subito per smaltire velocemente la delusione di sabato. I ragazzi sanno di aver fatto la loro gara, gli è mancato solo il guizzo vincente. Veniamo da due sconfitte ma stiamo bene: Cagliari a parte, infatti, abbiamo sempre fatto il nostro dovere e anche fisicamente stiamo bene”.

Con Manfredini squalificato e con la fondamentale gara interna di domenica, quando al Comunale arriverà il Chievo, Colantuono ha ancora diversi punti di domanda nel suo scacchiere: “Non ho ancora deciso chi sostituirà Manfredini – ha commentato -, anche se le scelte non mi mancano. Denis sarà titolare, era questo il percorso di recupero che avevamo previsto e lo rispetteremo. Per noi, quello del Tanque è un rientro importante, ma non voglio screditare chi l’ha sostituito perché anche contro il Siena non era facile fare bene. Chi affiancherà Denis? Non lo so, dovrò valutare bene perché sia Gabbiadini che Tiribocchi hanno speso tantissimo nelle ultime uscite”.

A chi gli parla di un Napoli in crisi, Colantuono risponde così: “Avrà qualche punto in meno rispetto all’anno scorso, ma il Napoli sta comunque facendo il suo bel campionato. Come dice Mazzarri, credo che questo sia dovuto dal fatto che la squadra ha pagato a caro prezzo gli sforzi fatto in Champions. Come fermare i tre tenori? Dovremo essere bravi a non lasciare spazi”.

Infine una battuta sulla classifica, con la quota salvezza che, vista l’ultima vittoria del Lecce, si è alzata ulteriormente: “ Il nostro margine resta comunque buono – ha tagliato corto Colantuono -, anche se è chiaro che dovremo fare punti da subito, a partire da Napoli”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    Col Siena ho visto il Dennis più forte della stagione, ancora più forte di quanto pensassimo, veramente strabiliante. Con il Napoli farà una grandissima partita.

  2. Scritto da nino cortesi

    Cominciamo dagli errori che troppo spesso fa l’allenatore. Considera Bellini un difensore puro, Cigarini e Carmona hanno troppo spazio da controllare, considera Moralez scarso e lo fa giocare esterno, invece è fortissimo e deve giocare in mezzo dietro la prima punta che deve essere unica. Esterno sinistro fa giocare tutti meno Carrozza che è il più adatto ed inoltre sbaglia nel farlo giocare a tutto campo. Si lascia portar via sotto il naso Minotti. Le doti:è un martello,anche se spesso sfonda le porte aperte. A Napoli l’Atalanta spero giochi con Consigli; Raimondi,Stendardo,Lucchini,Peluso; Schelotto,Cigarini,Carmona,Carrozza;MORALEZ;Dennis. L’ultima mezz’ora Cazzola per Cigarini e Manolo.