BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Agriturismo, bene a Pasqua Ma si teme calo di presenze

L’agriturismo in Bergamasca è riuscito a raggiungere a raggiungere anche quest’anno il tetto delle 8mila presenze complessive durante il tradizionale weekend pasquale, ma ora gli operatori temono risultati sotto la media per i prossimi mesi.

Più informazioni su

L’agriturismo in Bergamasca è riuscito a raggiungere a raggiungere anche quest’anno il tetto delle 8mila presenze complessive durante il tradizionale weekend pasquale (stimato sui tre giorni di sabato, domenica e lunedì): traguardo positivo per le ormai quasi 130 aziende agrituristiche attive nella nostra provincia, come ha constatato l’Ufficio tecnico-economico di Confagricoltura Bergamo.

“È sicuramente venuto in aiuto il clima, tutto sommato primaverile nonostante le previsioni inizialmente avverse” ha fatto notare Vincenzo Oprandi, segretario provinciale di Agriturist “Inoltre, i venti di crisi e la propensione a risparmiare con gite brevi e nelle vicinanze di casa hanno probabilmente privilegiato il comparto agrituristico e il contesto rurale rispetto ad altre mete di villeggiatura più costose. Occorre inoltre ricordare che diverse nostre aziende hanno optato per ulteriori ribassi nei prezzi e varato politiche promozionali, proprio per venire incontro alle esigenze delle famiglie”.

“Staremo ora a vedere quale sarà l’andamento del comparto nelle prossime settimane” ha commentato il presidente provinciale di Agriturist, Cristiano Cumini “Come tutti gli anni, da Pasqua in poi inizia un periodo di festeggiamenti e occasioni conviviali che normalmente dura fino ai primi di giugno, ma la sensazione degli operatori è che non si avranno più i significativi risultati degli anni passati, sia per quanto riguarda la ristorazione sia per il pernottamento”.

Il dato che rimane positivo è comunque il tasso di crescita del numero delle strutture agrituristiche. Come in Bergamasca, così anche in tutta la Lombardia il fenomeno agrituristico non ha ancora fatto segnare battute d’arresto: con oltre 1.300 aziende lombarde attive, il settore presenta attualmente un ritmo di crescita di circa il 7% annuo, contro un ritmo complessivo di incremento delle strutture in Italia pari al 4%.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.