BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Cassa solo 12 mesi, atto ostile contro i lavoratori”

“Un atto ostile nei confronti dei lavoratori e un atto lesivo del reddito delle loro famiglie”: così le RSU della Novem, FILCA-CISL e FILLEA-CGIL si sono riferite, all’ipotesi avanzata dall’azienda di far durare la Cassa straordinaria solo 12 mesi.

Lo hanno definito “un atto ostile nei confronti dei lavoratori e un atto lesivo del reddito delle loro famiglie”: così le RSU della Novem Car Interior Design spa, FILCA-CISL e FILLEA-CGIL si sono riferite, all’ipotesi avanzata dall’azienda di far durare la Cassa straordinaria solo 12 mesi, quando la legislazione vigente ne prevede 24. Al termine delle prime due assemblee dei lavoratori, poco fa, sono state proclamate 8 ore di sciopero per ciascun turno il 12 aprile, con presidi sui cancelli dello stabilimento.La mobilitazione è stata approvata nelle due assemblee con la quasi unanimità dei voti. “Arriva pur nell’apprezzamento da parte sindacale” dicono Ivan Comotti della FILLEA-CGIL e Gabriele Mazzoleni della FILCA-CISL di Bergamo e le RSU, “dell’accoglimento da parte dell’azienda della nostra proposta di organizzare il lavoro su 6 ore a turno su 3 turni al giorno sulle linee cariche di lavoro e, per le altre linee, di individuare diverse modalità di orario partendo sempre dal principio di riduzione di orario di lavoro giornaliero”. Ma le assemblee non ci stanno a veder utilizzare l’ammortizzatore solo per 12 mesi. “Non si comprende perché i lavoratori debbano rinunciare a 12 mesi di protezione sociale nella fase di ricollocazione occupazionale considerato il difficile perdurare della crisi che non agevola la ricerca di un lavoro. La proposta da noi avanzata (6 ore per turno e le altre 2 coperte dall’ammortizzatore sociale), consente all’azienda di recuperare il 7% di produttività per turno sulle piattaforme. Stupisce che la Novem non consideri tale opportunità per i 24 mesi di durata della cassa, ma si auto-limiti a soli 12 mesi. L’incessante richiesta di aumento della produttività che il governo, Confindustria e la stessa azienda avanzano in continuazione ai lavoratori e alle organizzazioni sindacali è in esplicita contraddizione con la posizione assunta da Novem di rinunciare a 12 mesi. Registrare limitazioni delle protezioni sociali al tavolo della trattativa, senza alcun logico motivo, è causa di rammarico”. Per l’azienda specializzata nella produzione di interni in legno per automobili d’alta gamma (Mercedes, Audi, ecc.) lavorano 285 persone: a febbraio l’amministratore delegato di Novem Italia, Karl August Kumpf, aveva annunciato 129 esuberi (scesi a 113, togliendo dal conto gli interinali e alcuni che hanno lasciato l’azienda). La motivazione addotta è stata quella dell’uscita dalla produzione dei modelli di auto C6 e Rover LR 322. A fine febbraio a sostegno della vertenze era stato proclamato un pacchetto di 32 ore di sciopero, di cui fanno parte le 8 previste per il 12 aprile. Ricordiamo anche che, a metà marzo, si era svolto il faccia a faccia con i rappresentanti europei dell’azienda e che il Prefetto di Bergamo Camillo Andreana aveva ricevuto le RSU, i sindacalisti di FILLEA-CGIL e FILCA-CISL e i due sindaci Claudio Rossi di Brusaporto, e Primo Magli di Bagnatica.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Ester

    Ragazzi bisogna scioperare..non ascoltate il sindacato che dorme e pensa ai comitati bilaterali.

  2. Scritto da bilancia

    due pesi e due misure la honegger di albino è anni che usa la cassa integrazione