BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rumore degli aerei Record a febbraio, mai così basso

Febbraio storico per la pazienza e le orecchie dei cittadini di Bergamo. Il rumore degli aerei in fase di decollo ha toccato limiti mai raggiunti da almeno quattro anni a questa parte. A Colognola, Campagnola e via Canovine dati positivi.

Più informazioni su

Febbraio storico per la pazienza e le orecchie dei cittadini di Bergamo. Il rumore degli aerei in fase di decollo ha toccato limiti mai raggiunti da almeno quattro anni a questa parte. A Colognola, Campagnola e via Canovine le centraline dell’Arpa hanno rilevato dati che fanno ben sperare sulle misure adottate da Sacbo ed Enac per limitare i disagi. A Campagnola sono stati toccati i 59,5 decibel, ben al di sotto dei 61,2 del febbraio 2011. A Colognola è stata abbattuta la soglia dei 58 raggiungendo 57,9 decibel, due in meno dell’anno scorso. In via Canovine invece le centraline hanno segnato 53,7 decibel. Valori sotto la media anche a Orio al Serio, Bagnatica, Seriate e Grassobbio anche se nei casi dei Comuni dell’hinterland non si può parlare di record positivo perché in passato sono stati rilevati valori simili a quelli di quest’anno.

Il vero artefice di questo miglioramento è il freddo. Grazie alle temperature rigide di febbraio i motori hanno garantito elevate prestazioni, riducendo il consumo di carburante e l’emissione di rumore. Hanno fatto la loro parte anche le misure antirumore sperimentate a fine estate 2011, interrotte da Enac e riprese a gennaio su invito delle amministrazioni comunali: virata anticipata, più decolli verso Est e partenza dal punto alfa della pista. Gli accorgimenti hanno migliorato l’impatto degli aerei soprattutto sulla città. Nei prossimi mesi sono attese anche le opere di insonorizzazione nelle scuole e nelle abitazioni. Dieci milioni di euro che Sacbo ha impegnato per attenuare i problemi di rumore. La società che gestisce lo scalo ha anche annunciato di aver commissionato uno studio epidemiologico all’Asl per verificare che non ci siano conseguenze sulla salute dei cittadini. I comitati e i sindaci dell’hinterland però non mollano la presa e sono pronti a continuare la battaglia per assicurare più qualità della vita agli abitanti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Alberto

    Venite a vivere a Osio Sopra, poi sentirete come si è abbassato il rumore!

  2. Scritto da usiamo il cervello

    Strano che la Redazione riporti i dati della riduzione del rumore “dimenticandosi” di rilevare che le centraline sono posizionate male (schermate da palazzi come a Colognola) o non rilevano il rumore dei rullaggi (anche di notte!!!) e che quindi il valore reale di rumore è molto più alto.
    Strano che non si mettano in evidenza le anomalie tra la curve isofoniche della zonizzazione acustica e il dato delle centraline
    Strano che non si segnali che i fondi stanziati perr le insonorizzazioni sono assolutamente insufficienti rispetto a quelle che servirebbero per gli interventi in base alle prescrizioni di legge.
    Strano che non si parli del rischio di catastrofe aerea sulle Alpi di Ryanair

    1. Scritto da Danilo

      Consiglierei di leggere tranquillamente tutti i diversi commenti, in modo da farsi un’idea di cosa può scatenare un articolo, come quello proposto qui sopra. Occorre notare,come è aumentata la consapevolezza e la preparazione, che un argomento come l’inquinamento degli aerei, richiede. Siamo veramente in molti a voler capire, a volerci informare e voler esprimere tutte le nostre opinioni. Quello che dobbiamo capire sono soltanto le nostre priorità. Io e come me molte altre persone, vogliamo il rispetto della nostra salute e del nostro territorio. Azzano S.P. non aveva mai subito tutti questi disagi, causati dal cambio di rotta e dall’anticipo della virata voluto dall’assessore M.Bandera.

    2. Scritto da aldo

      le uniche anomalie tra le curve isofoniche sono quelle celebrali di voi dei comitati che, al max siete 20/25 persone pertanto muti e rassegnati.

      1. Scritto da leggete gente, leggete

        Mi dispiace per lei, caro aldo, muti e rassegnati non lo saremo mai finchè non saranno rispettate le norme imposte dalla legge anche all’aeroporto di Bergamo.Le piacerebbe tanto che i comitati fossero composti solo da 20/25 persone? E’ solo una sua speranza! Siamo in tanti e se ne sono accorte anche le istituzioni che ci stanno ascoltando, perchè, pur reticenti, sono sempre più lungimiranti di lei che parla senza essere informato, e mi sembra anche un po’ ignorantello sulle leggi in materia di aeroporti. Si
        informi prima di offendere! E si rassegni. La verità alla lunga trionferà. L’ignoranza sarà seppellita da una ristata.

        1. Scritto da aldo

          e voi vorreste spacciarvi per controllori ? distorcete la verità e la realtà. se non siete 20/25 ( come le foto della “manifestazione” hanno fatto vedere, quanti siete NUMERICAMENTE ? non l’avete mai detto e non lo direte mai perchè siete pochi.i politici vi ascoltano tanto quanto dicono di voler combattere la corruzione, eliminare le auto blu ecc ecc la verità è quella che voi (20/25) non accettate. ma la mia replica è solo per farvi evitare che vi autoglorificate, solo per quello, non m’interessa nulla di voi e io intanto rido

        2. Scritto da Quercino Alessio

          La verità trionferà. In barba a tutte le menzogne dell’unico comitato, che è di Cogliognola, di 50 persone al max. Vertenza giudiziaria sul millantato credito e tutto il resto. In barba ai disadattati che pretendono di parlare a nome del popolo: ignoranti e arroganti.

          1. Scritto da leggete gente, leggete

            Ecco qua, quando non si hanno argomenti, si passa alle offese. Non si arrabbi, se esplode la bile diventa verde come Shrek.
            Buona Pasqua!

    3. Scritto da gigi

      dia la mano a quello che “ad orecchio” aveva contato i voli, che aveva capito che si era sfiorata una tragedia perchè “ad occhio” aveva visto lo so che quelli come lei aspettano solo l’incidente per brindare ma continui a gufare, ma io ( e migliaia di altri come me, augura prosperità e lunga vita all’aereoporto.

      1. Scritto da Danilo

        Difficilmente rispondo a simili frasi, ma se mi è concesso per questo preciso caso, vorrei augurare lunga vita a tutti i passeggeri ed i membri di equipaggio di tutti gli aerei. Definire prosperità e lunga vita all’aeroporto, mi sembra solo fuori luogo e di basso profilo. Non credo ci sia l’intenzione di annullare l’aeroporto, ma si tratta di definire quale rapporto corretto ci sia tra numero di voli e capacità del territorio come limite di inquinamento acustico e ambient. Chi guadagna dall’aeroporto cercherà come al solito di tenere alto i numeri dei voli, chi chiede qualità della vita invece di ridurre drasticamente l’eccesso dei voli. Io ho scelto la salute di tutti noi e dei nostri figli

        1. Scritto da Ste Zà

          Io ho scelto di vedere la realtà oggettiva e non dire quello che L’Eco di Colognola a firma di Nikpalj e di messer Gandüla mi “dicono” di dire.

    4. Scritto da arpaleni

      strano soprattutto che non si parli di inquinamento ambientale; fino a prova contraria l’inquinamento prodotto da un aereo è di qualche centinaia di volte, se non migliaia, quello prodotto da un’autovettura.
      Ma evidentemente sia a Sacbo che ai vari azionisti della medesima, fra cui Comune e Provincia di BG fa comodo cosi; il rumore si può contenere in un qualche modo, mentrre per i gas di
      scarico bisogna ridurre i voli (mentre qui si aprono nuove rotte tutti i giorni).
      Pace e bene.

      1. Scritto da Aldo Serangeli

        è 100 volte superiore a quello di un’auto. Ma date le proporzioni, forse è meglio preoccuparsi del casello dell’A4 di Cogliognola e della SS42, nonché del sottopasso di via S. Bernardino piuttosto che degli aerei.

        1. Scritto da fRANCESCA

          100 volte superiore ad un diesel Euro 0?
          1000 volte superiore ad un diesel Euro 4?
          Ma di che numeri si parla? Come se un’automobile possa distribuire il suo inquinamento su una superficie talmente ampia come è quella che viene interessata da un aeromobile pesante quanto due TIR a pieno carico, che decolla da una pista distante meno di tre chilometri da Porta Nuova in centro Bergamo.
          E’ ovvio che l’inquinamento prodotto da un aereo è superiore rispetto a quello che possono produrre diverse auto o camion, interessando comunque data la vastità ed intensità dell’inquinamento diverse migliaia di cittadini. E’ necessario ridimensionare il numero dei voli ad Orio,7 milioni di passeggeri Milanesi!!!

    5. Scritto da Roberto

      Cioè fammi capire, visto che sei l’unico che usa il cervello, mentre noi che non ce l’abbiamo contro l’aeroporto (e anche tanti in tante altre parti del mondo) siamo tutti imbecilli: il fastidio di cui cianci è rilevato perché tu ti metti davanti alla pista? Almeno lì non ci sono palazzi e le centraline sono al loro posto. Perché si vuole per farza dare il valore in db che vuoi tu, giusto? Allora le misuriamo dentro l’aeroporto, così almeno hai ragione tu, vero, cervellone (vuoto)?
      Poi, la pressurizzazione era dentro l’aereo. E poi, non cadere nella puerile strumentalizzazione di un intoppo, che sarebbe potuto succedere anche altrove, dai: cerca di usare il cervello!!

    6. Scritto da Redazione Bergamonews

      Non ci siamo dimenticati. Semplicemente sono i dati ufficiali diffusi dal Comune di Bergamo. Posizionamento giusto o sbagliato, sono gli unici dati oggettivi forniti da Arpa. Ah, la notizia del volo Ryanair è stata data da noi prima di tutti gli altri giornali visto che ci è stata segnalata da una passeggera di quel volo. E’ di due giorni fa. E non si è rischiata la catastrofe. https://www.bergamonews.it/cronaca/paura-su-volo-ryanair-problemi-di-ossigeno-atterraggio-d%E2%80%99emergenza-158943

  3. Scritto da michela

    io capisco tutti i disagi che la gente che vive vicino all’aeroporto sta provando..e mi dispiace molto..ma sinceramente io non avrei mai comprato una casa vicino all’aeroporto, nemmeno se all’epoca i voli erano molto meno rispetto ad oggi..
    ma che si deve fare ora, chiudere l’aeroporto??ma se è proprio grazie a Orio e alla Ryanair soprattutto che iniziano ad arrivare seriamente dei turisti anche a Bergamo..oltre alla comodità anche per noi bergamaschi di avere un aeroporto vicino ed efficiente che vola in tutta Europa..

    1. Scritto da gio

      capisco il commento, ma è vecchia storia. NON SI VEDE CHE LE ROTTE SONO CAMBIATE? E LE CASE ORA INTERESSATE ERANO LI’ PRIMA DELL’AEROPORTO???? NON SI VUOL VEDERE CHE QUANDO UNA COSA NON RISPETTA LA NORMATIVA NON VA FATTA????? MA E’ COSì SEMPLICE, SOLO IN ITALIA NON ISI VEDE. L’AEROPORTO DEVE RISPETTARE LA LEGGE E BASTA E SE QUESTO VUOL DIRE DIMINUIRE IL TRAFFICO, SIA FATTO.

      1. Scritto da fRANCESCA

        Stiamo parlando di migliaia di persone interessate dall’eccessivo sviluppo dell’aeroporto di Orio,che ad oggi subiscono disagi non più sostenibili, senza parlare dell’inquinamento, della notevole diminuzione del valore economico delle nostre case, dell’aumento del pericolo, della perdita della propria qualità di vita, …, a vantaggio di cosa? I passeggeri che transitano sono oltre 8 milioni e quanti i turisti che si fermano? esageriamo 100mila, quindi poco più dell’1%. E tutti questi eccessivi disagi solo per garantire guadagno ai soliti ricchi, vedi chi vuole costruire i parcheggi… Ma tutti noi Very Normal People adesso siamo fortemente indignati. VERGOGNA!!

      2. Scritto da Ajax

        Sblocca il caps lock e rispetta tu la legge.

  4. Scritto da raffaello

    Seh..hanno spostato i decolli verso brusaporto bolgare…che GENIIIIIIIIIII…..così aumentano i cittadini contenti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Verificate!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!qui si cambiano le rotte come se fosse una cosa normale…………………..avete mai visto la ferrovia cambiare binari ogni 6 mesi in base alle lamentele della gente!!1 ASSURDOOOOOOOOOOOOOO

    1. Scritto da fRANCESCA

      Finalmente il sindaco di Milano G.Pisapia e l’assessore B.Tabacci, hanno ammesso, che non è più conveniente investire per la terza pista a Malpensa, ma quando sarà conclusa l’autostrada Bre.Be.Mi, l’aeroporto di Montichiari che ha la pista più bella del Nord Italia, avrà tutte le caratteristiche per diventare fortemente strategico. L’aeroporto di Montichiari ha notevolissime possibilità di sviluppo, oltre al servizio cargo, potrà tranquillamente ricevere le compagnie low cost, che utilizzano “aerei pesanti e rumorosi”, proprio come Ryanair. Finalmente l’aeroporto di Orio, dovrà ridimensionarsi, diminuendo l’inquinamento e ritrovando il giusto equilibrio con il territorio che lo circonda.

      1. Scritto da manfred von richthofen

        Francesca… evita commenti privi di senso dai… parli per sentito dire!!!

        1. Scritto da fRANCESCA

          Sentito dire? E’ vero, se ne parla molto di più di quanto tu ne sia al corrente, a quanto pare! Non puoi trovare queste notizie sul “Bugiardino”, ma ad esempio su L’Arena.it “E Milano vuole utilizzare lo scalo bresciano”, e … Montichiari è già collegato con la ferrovia ad alta velocità e con l’A4, dispone della pista più bella del Nord Italia, nell’intenzione e nella necessità di avere una complementarietà o sostituibilità anche con Malpensa che ha dalla sua tutti i suoi limiti, dal disastro che è stato prodotto nel Parco del Ticino e dalla sua sfortunata ubicazione, è ovvio, che puntare su Montichiari è la miglior scelta, che si può rivelare da subito più economica ed in seguito duratura

          1. Scritto da Danilo

            Hai ragione fRANCESCA, se ne parla e anche molto. La scelta di costruire Malpensa si è rivelata da subito errata, uno spreco enorme di risorse economiche sia per costruire l’aeroporto e sia per i collegamenti con Milano. Il risultato oggi è sotto gli occhi di tutti. E ricordiamoci che l’ubicazione è stata scelta proprio perchè vicina anche a Como e Varese! Lascio ai più informati ulteriori considerazioni. Da subito invece si sarebbe dovuto investire su una pista già pronta come Montichiari, che guarda caso prossimamente come bacino d’utenza includerà Milano, Bergamo, Brescia, Verona,… Tutte le caratteristiche necessarie per riprendere il proprio ruolo e anche prima dell’EXPO. FINALMENTE!!

  5. Scritto da Ame

    Prima comprate casa in zona visti i prezzi bassi a causa dell’aereoporto, case con vetri antirumore pagati dall’aereoporto… Ora che avete avuto le agevolazioni non lo volete più… Mi piacerebbe vedere quanti abitanti della zona prendono un aereo… Ipocrisia italiana

    1. Scritto da gio

      non è ipocrisia. Sei un picio che non sa neppure quello che scrive!

      1. Scritto da Eric Thompson

        Quelli della zona lo fanno per ideologia da quando Orio era vuoto. L’ipocrisia è loro, perché dicono di preoccuparsi dell’ambiente, ma sono tutti imbroglioni e mentitori.
        E’ ideologia di gente frustrata e di gente disadattata, classico ultrà atalantino da curva nord che la partita manco la guarda

    2. Scritto da Rino Rudi Alfieri

      Ame siamo con te. Ma più che ipocrisia italiana è scemenza atalantina…

    3. Scritto da leggete gente, leggete

      Ma chi le ha detto che abbiamo comprato casa a prezzi bassi?Al al contrario i prezzi a Colognola sono sempre stati alti perchè considerata zona residenziale. I vetri antirumore la Sacbo non li ha mai pagati a nessuno qui da noi. Mi faccia un favore, parli dopo essersi documentato. Quando mai abbiamo avuto agevolazioni? Ma dove le ha apprese queste panzane? Non si scomodi a rispondere, dell’ opinione di una persona arguta come lei, mi rassegnerò a farne a meno.

    4. Scritto da aris

      infatti colognola, orio, azzano, san tommaso, carnovali ecc erano campagne disabitate fino a 5-8 annni fa. Dopo che l’a eroporto ha cominciato si sono popolate improvvisamente grazie a case a prezzi d’ occasione. Il problema in Italia e specie a bergamo esistono molti ignoranti o che per convenienza fan finta di esserlo. E’ logico che se uno deve volare prende i voli da dove partono (cioè Orio) ma anche MAlpensa o Linate o verona. Dove abiti tu che fai il gradasso a sparare c….?

      1. Scritto da x aris

        e chi sei tu un imboscato della sacbo? il centro di brusaporto secondo te è cresciuto dopo l’aeroporto? basta rispettare le leggi

      2. Scritto da Alessandro Scalessi

        A Colognola. E pensare che il tipo te l’aveva pure scritto!

    5. Scritto da guga

      Per l’ennesima volta ripetiamo che le case le abbiamo comprate prima che ci mettessero gli aerei sopra la testa, pagandole di piu’ non di meno, proprio perche’ in zone tranquille. Il rumore ce lo hanno messo dopo e senza nessun risarcimento. A Stezzano l’aereoporto non mette i doppi vetri a nessuno, ne prima ne dopo. Quindi certe illazioni restano frasi vuote e senza fondamento.

    6. Scritto da Danilo

      Ad Azzano S.P. in fase di decollo, si subisce il rumore assordante degli aerei che dura più di 15 secondi, creando gravissimo disturbo a migliaia di cittadini, che ricordiamo a tutti, da oltre 50 anni non avevano mai subito disagi dall’aeroporto di Orio. Diminuzione del rumore, trasparenza, minori disagi, … VERGOGNA!
      Noi Azzanesi non vogliamo doppi vetri o aria condizionata per restare rinchiusi nelle nostre case, noi pretendiamo la qualità della vita che abbiamo sempre avuto, rivogliamo poter vivere i nostri giardini, i nostri orti, la nostra tranquillità. Avevamo scelto Azzano S.Paolo per la sua straordinaria tranquillità, che in questo preciso momento risulta gravemente compromessa.

  6. Scritto da elena

    ma chi le dà queste notizie? è stato detto mille volte che le centraline non sono state spostate dopo il cambiamento delle rotte. venite a viverci a stezzano-colognola etc, e poi voglio vedere se dite ancora queste bugie! io me li becco tutti i giorni gli aerei sulla testa e il rumore è sempre insopportabile!!!!

  7. Scritto da guga

    Il titolo di questo articolo sarebbe potuto essere:
    Rumore degli aerei
    Record a febbraio,
    mai così alto!

    Febbraio storico per la pazienza e le orecchie dei cittadini di Stezzano e Azzano S.P. Il rumore degli aerei in fase di decollo ha toccato limiti mai raggiunti da almeno quattro anni a questa parte.

    1. Scritto da robi

      Sì, avrebbe potuto, MA LA REALTA’ OGGETTIVA E’ UN’ALTRA…fattene una ragione…

      1. Scritto da Guga

        si, che la falsità e l’ipocrisia non hanno confini! Non che il rumore è diminutio

        1. Scritto da Anna Guzzi

          La realtà oggettiva è un’altra, ma non tutti se ne fanno una ragione dell’evidenza e la negano come i Disadattati di Colognola, Azzano e dintorni (4 cani)

          1. Scritto da fRANCESCA

            DISADATTATO persona che non ha avuto la capacità o la possibilità di compiere il normale processo di adattamento all’ambiente che la circonda, con il quale viene quindi a trovarsi in conflitto…Tale definizione risulta non pertinente, con il rumore prodotto dagli aerei, parte estranea all’ambiente che circonda gli abitati. Occorre definirli come coloro che non riconoscono gli aerei come parte integrante del loro territorio e a cui con prepotenza, viene oggettivamente imposto un gravissimo danno… al fine di garantire a SACBO soldi che in parte vanno alla Provincia diBG responsabile adesempiodello spreco di 50milioni di euro dal1994, per la costruz. delCentroServiziFinanza vicino ad Azzano

          2. Scritto da Andrea

            Il Centro Servizi della Finanza, voluto dalla provincia di BG, costruito nel 1994 è solo un piccolo esempio degli sprechi perpetrati dalle nostre amministrazioni. A casa nostra, noi non ci potremmo permettere simili errori. I nostri amministratori devono comportarsi come dei padri di famiglia, evitando di pesare sulle tasse dei propri contribuenti con spese enormi, inutili ed ingiustificate. Nella unica intenzione di spendere, è logico che necessitano sempre più di ulteriori risorse. Ecco il motivo che il Comune di BG è socio di SACBO, così da poter incamerare altri soldi da spendere, in questo caso a danno di tantissimi cittadini. Imparate a risparmiare, altrimenti lasciate spazio ad altri.

          3. Scritto da Paolo

            Immaginate un’azienda privata che fornisce lavoro per parecchie persone, ma che allo stesso tempo produce forte inquinamento e disturbo per migliaia di cittadini. Verrebbe chiusa in poco tempo, oppure per salvaguardare il posto di lavoro, verrebbe imposto di rientrare velocemente nei parametri di legge. Adesso paragonate questa ipotetica azienda alla SACBO, anchessa un’azienda privata, ma avendo come soci la banca UBI, il Comune di BG e la provincia di BG, le è permesso di tutto, anche di crescere oltre ogni limite. Servono soldi e ne serviranno sempre di più e allora aumentiamo i disagi e l’inquinamento, in nome del lavoro, ma con quale obiettivo: una bolla di sapone, destinata a volare via

  8. Scritto da gabriella

    Ci si dovrebbe domandare se le centraline rilevano il vero inquinamento acustico: a Colognola la centralina è mal posizionata rispetto alla nuova rotta e non dà i valori corretti. Questo articolo è un ulteriore fumo negli occhi, ma i cittadini sono stanchi di essere presi…in giro! Attenti, perché la popolazione non ne può più di questi “padroni del vapore”! Vergogna!

  9. Scritto da Andrea Fasani

    Quanti sono? Gli idioti commentosi?
    Tutti gli altri silent
    Non sempre chi tace acconsente.
    REFERENDUM?

    E’ proprio vero: il vostro cervello (abbiate pazienza, il termine è quello) è solo Atalanta.
    Del resto non capite niente.
    Ritardati

    1. Scritto da giuseppe

      scusa, ma non si capisce nulla di quello che scrivi… non so chi è ritardato.

      1. Scritto da Andrea Fasani

        Visto?

  10. Scritto da panik

    Ma che vergogna, ma chi vi paga per scrivere certe “fregnacce”?…vi invito a pranzo e a cena da me…ok?…ad Azzano San Paolo, così ne parliamo un po’, MA CON IL MEGAFONO!!!!…non c’è peggior SORDO di colui che non vuol sentire!!!…venite ad Azzano, nella zona di Via Bergamo e limitrofi e poi riscrivete l’articolo!!!

  11. Scritto da giuseppe

    Fate controlli seri sulle centraline, sulle misurazioni, sulle posizioni e vedrete che i dati non sono quelli riportati con tanto compiacimento. Già che ci siete verificate in che rapporti sono i resposabili dei controlli con i controllati. MA PERCHE’ NON SI RIESCE AD AVERE CONTROLLI SERI IN QUESTO PAESE E MIGLIAIA DI PERSONE DEVONO SUBIRE? DOVE SONO I SINDACI? INVECE DI LIMITARSI ALLA FACCIATA PERCHE’ NON AGISCONO CON CAUSE PESANTI? Lo si sa il perchè…LO SAPETE CHE CI SARA’ UNA SECONDA PISTA? SECONDO VOI I DISAGI DIMINUIRANNO? …ALL’AUTORE DELL’ARTICOLO: MA PER FAVORE, NON INSULTATE LA NOSTRA INTELLIGENZA CON ARTICOLI SIMILI.

    1. Scritto da basta illazioni

      Ma perchè non ce lo dici tu chi sono i controllori e chi i controllati? Se hai le prove o semplicemente il sospetto che ARPA (controllore) non svolga correttamente il suo lavoro fai un esposto, oppure taci e prendi per buono quello che loro scrivono!!!

      1. Scritto da giuseppe

        offeso mister arpa? guarda che la gente ha smesso di bersi tutto…non so se te ne sei accorto.

        1. Scritto da soloatalanta

          Hai ragione tu. La gente pensa solo al frastuono dell’atalanta e dei suoi 500 facinorosi e allo scandalo delle partite truccate.
          Violenza, sperpero rumore ecc.
          Ma la colpa è di Orio.
          Dico bene???

        2. Scritto da per giuseppe

          si, hai ragione tu: il tuo orecchio è molto più preciso degli strumenti, tu conti tutti gli aerei che passano e non ti puoi fidare di ARPA perchè sicuramente è parte di un complotto di gente che vuol cancellare Colognola dalla cartina geografica, complice il Comune, la Regione, la Provincia e senz’altro il Ministero di nonsochè. Per curiosità, cosa ne pensi delle scie chimiche e degli UFO? chiedo così, per farmi due risate!!!

          1. Scritto da giuseppe

            mister arpa, non c’è nessun complotto, c’è solo molta incompetenza e molta arroganza in questo paese e tu ne sei l’esempio. Probabilmente più di 10.000 persone si inventano tutto quando dicono che non si riesce a mangiare all’aperto, o a dormire di notte, o a tenere le finestre aperte o a fare una passeggiata senza che un c… di aereo ti passi sopra la testa… Sì hai ragione tu mister misuratore perfetto, NON ESISTE IL PROBLEMA RUMORE, NON ESISTE IL PROBLEMA INQUINAMENTO, E’ TUTTO CONFORME…chi abita nei paesi vicino a bergamo ride un po’ meno di te!

          2. Scritto da Alfabetagammadelta

            Vero! Ma codeste cose che dici sono problemi di tutti gli aeroporti.
            Ma solo i disadattati bergamaschi protestano.
            Go work!

  12. Scritto da anna p.

    SIGNORI, PER FAVORE!! smettiamola di strumentalizzare sempre tutto!! Le rotte sono cambiate a settembre 2009. Poi ci sono stati febbraio 2010 e febbraio 2011. Se a febbraio 2012 si misura meno rumore si può parlare a ragione di minimo. NON significa che non c’è alcun disagio. NON significa che quello è il rumore massimo misurabile in bergamasca…. Significa che IN QUEI PUNTI il rumore misurato è stato inferiore. Ora venitemi a dire che non è vero…

    1. Scritto da Danilo

      Se gli aerei li sposti, puoi diminuire il rumore in una zona, ma sicuramente che aumenti i disagi e rumore da altre parti. Il PROBLEMA è che gli aerei sono TROPPI e non hanno caratteristiche adeguate per un aeroporto così vicino ai centri abitati! Inoltre i moderni turbo fan della Ryanair sono comunque esageratamente rumorosi ed inquinanti, cosa ci fanno qui a Orio!!! Venite ad Azzano S.P. a vedere e sentire per credere, rimarrete anche tutti Voi indignati da quanti disagi sono stati creati.

      1. Scritto da Mark

        Quindi chiudiamo Orio e facciamola finita a tutto così almeno non ci sarà più chi si lamenta del rumore(mi sembra di sentire che vive vicino al Meazza che si lamenta delle partite di calcio e dei concerti),chi si lamenta di questo e di quello.Parte dei turbofan di cui parla son 737NG,non aerei della seconda guerra mondiale(vita media dei velivoli 3 anni).Le caratteristiche non sono adeguate per un aeroporto vicino ai centri abitati?mi elenchi i tipi di velivoli adatti allora.Vogliamo rimetterci gli md80 di alitalia?Vi ricordo che fino a poco tempo fa venivate sorvolati dall’antonov(immenso),qualche volta è arrivato anche il 747 kalitta air ma di quel bestioni nessuno ne parlava.Relocate!

        1. Scritto da Danilo

          I nuovi Boeing 737-800 utilizzati dalla Ryanair trasportano 194 persone, pesano a vuoto 50 tonn. e pieni 77 t. Volendo confrontare tale aereo magari con un’altro modello tipo l’Embraer 190 che trasporta 114 persone, pesa vuoto 28 t e pieno circa 45 t. non serve molto per intuire la differenza di rumore ed inquinamento. Ad oggi decollano come minimo 50 aerei giornalieri di cui l’ 80% sono proprio Ryanair, pertanto non è possibile ovviamente paragonare l’inquinamento ambientale ed acustico che potevano produrre un numero molto ma molto più limitato di vecchi aerei, che sorvolavano il centro abitato ad una quota notevolmente superiore ai 120-130 metri ATTUALI, come succede ad Azzano S.Paolo.

          1. Scritto da Fabrizio Quassia

            Il vero problema non è il rumore o l’inquinamento, del che non ve ne frega proprio niente, perché voi già spaccavate i Maroni a partire almeno dal 1991, quando a Orio c’era un solo volo, che era la Swissair per Ginevra. Eppure anche quello dava fastidio. Mentre tu dici che non ti dà fastidio l’Antonov.
            MA CREDI DI FARTI GIOCO DI NOI??? CI HAI PRESI TUTTI PER IMBECILLI? TUTTI GLI ALTRI CHE NON PROTESTANO (BG E PROV. 1 MIO ABITANTI) SONO FORSE TUTTI IMBECILLI???
            Forse i disadattati siete solo voi…

            O no????

          2. Scritto da gigi

            disadattati? Guarda che a Francoforte (distante 8 km dal paese più vicino, mica 800 mt come Campagnola) hanno chiuso ai voli notturni, Berlino Tempelhoff (che aveva meno problemi di Orio) è stato chiuso definitivamente e ne hanno fatto un parco.

            Ah, già, ma i tedeschi sono dei disadattati….perchè loro le leggi le applicano e alla salute dei loro cittadini ci tengono.
            Poi se mi dici dove abiti vediamo se riusciamo a spostarti l’aeroporto vicino

  13. Scritto da lamagraz

    ultimamente voli bassi anche su STEZZANO !!

  14. Scritto da Danilo

    Ad Azzano S.P. in fase di decollo, si subisce il rumore assordante degli aerei per più di 15 secondi, creando gravissimo disturbo a migliaia di cittadini, che ricordiamo a tutti, da oltre 50 anni non avevano mai subito disagi dall’aeroporto di Orio. Diminuzione del rumore, trasparenza, minori disagi, … VERGOGNA!

  15. Scritto da Angelo Biffi

    Ma casa state dicendo? Venite a Bagnatica,ogni 5 minuti ne arriva uno e di notte i cargo decollano verso est! se il rumore lo sposti non diminuisce si sposta e basta.La verità é che siamo cittadini a cui non importa niente a nessuno.
    Ma voi chi vi paga? Per scrive queste “cose”?

  16. Scritto da senza parole

    Ahahaha…certo gli aerei non passano dove ci sono le centraline…chiedete a Azzano e Stezzano…la cosa triste che in questo articolo il posizionamento delle centraline sbagliato non viene menzionato..

    1. Scritto da ale

      scusa, dove è scritto e chi l’ha detto che è sbagliato? par che siate tutti “tecnici”.. visto che tu sembri avere le credenziali spiegamelo per favore, che io non ci arrivo, grazie

      1. Scritto da Alberto

        Probabilmente, come lei ammette, ignora la questione: le centraline sono state posizionate in zone dove attualmente sono state ridotte le rotte di decollo; per questo motivo le emissioni acustiche risultano “inferiori” rispetto al passato. Se comunque la fisica non è un’opinione (e non lo è) un aumento dei voli implica necessariamente (considerando costanti le tipologie di aereo utilizzate) un aumento delle emissione acustiche; quindi anche lei converrà con me che (considerato che la zona sud di bergamo non ha molte zone disabitate) il disagio non è sparito ma si è semplicemente spostato.

        1. Scritto da ale

          La mia domanda era precisa e non mi si è risposto: “dove è scritto e chi l’ha detto che la posizione è sbagliata?” perchè qualcuno può dire che sia giusta ed altri invece che non va bene! Chi ha il compito di valutarlo? Attendo risposta circostanziata da qualcuno che non aggiri la questione, grazie.

          1. Scritto da Danilo

            Non è corretto presentare il rumore rilevato dalle centraline, se le stesse non si trovano nel luogo in cui si produce il maggior rumore. Mi spiego meglio, le centraline possono misurare il rumore rilevato, ma non ti dicono di quanto in altre zone più vicine al passaggio degli aerei, il rumore prodotto può essere superiore. Questo calcolo lo possono fare i tecnici dell’Arpa, utilizzando la combinazione di diversi valori: il rumore rilevato dalla centralina, la situazione climatica, il tracciato radar e la tipologia di aereo in movimento. Utilizzando tutti questi parametri si può costruire un grafico tridimensionale che esprime il rumore al suolo evienziando quindi il massimo valore raggiunto

          2. Scritto da Paolo

            In merito al commento di fisica2 Gio,05/04/2012 – 13.45

            E’ determinante essere tecnici e ben preparati per poter parlare di questi argomenti. E ti accorgi man mano che ne parli, che c’è molto di cui imparare.

          3. Scritto da Paolo

            Quanto espresso da Danilo CORRISPONDE AL VERO. Non si dovrebbero riportare i soli dati delle centraline, ma rappresentare sul territorio la distribuzione del rumore che verrebbe percepito. Pertanto anche se le centraline fossero lontane, Arpa potrebbe calcolare ed esprimere il massimo rumore che si verifica nella traiettoria degli aerei. Solo in questo caso anche tutti noi potremmo essere veramente consapevoli del rumore reale. Enac, Arpa e Sacbo, conoscono bene questi valori, ma per la trasparenza,dovrebbero divulgarli anche a tutti noi cittadini. Finamente se ne vedrebbero delle belle. Ma la trasparenza è forse un GIUSTOobiettivo da parte dicoloro cheattualmente guadagnano dall’aeroporto!

        2. Scritto da fisica2

          Per valutare se la posizione sia corretta o meno rispetto alla normativa io mi fiderei di quello che dicono gli Enti competenti (non la SACBO, ma l’ARPA, guarda le relazioni sul sito del Comune!!) e non quello che dice un cittadino qualunque (senza offesa, se ha delle qualifiche in questo campo ce lo dica!)

        3. Scritto da fisica1

          I voli sono stati spostati nel 2009. Se sono costanti le tipologie di aereo (ma chi ti dice che sia esattamente così dal 2009 al oggi?) non è affatto detto che a parità di numero di voli il rumore in un dato punto sia costante. Il rumore è influenzato anche da altri parametri, tra i quali le condizioni meteo. Infatti se modifichiamo quelle modifichiamo il profilo di decollo e quindi la distanza da terra, per dirne una. Questa non è un’opinione, ma una questione “fisica”. Se vuoi valutare la variazione del rumore rispetto al passato bisogna che ti riferisca allo stesso punto di osservazione (leggasi posizione delle centraline) altrimenti, cosa confronti?

          1. Scritto da guga

            Sempre se la fisica non è un’opinione ( e concordo che non lo sia), il fatto che una centralina rilevi meno rumore significa solo che il rumore è diminuito in quel punto, non che è diminuito in valore assoluto. Se allontanto l’origine del rumore dal sensore di rilevamento non risolvo il problema, lo sposto soltanto. Paragonare i due valori riscnotrati nel 2009 e quello di febbraio ha significato solo ed esclusivamente in relazione a quello specifico punto. E fin qui non ci vuole una laurea in fisica nucleare. In questo senso la posizione delle centraline è sbagliata!. Il dato non è confrontabile.

  17. Scritto da guga

    IL VERO ARTEFICE E’ IL FREDDO? MA DOVE!!! Il vero artefice è la posizione delle centraline che sono ancora sotto le vecchie rotte! Se la differenza è solo di due decibel in meno, considerando di quanto sono stati spostati gli aerei dai sensori che rilevano il rumore, vuol dire che in realtà il disagio è aumentato notevolmente! Aprite gli occhie le orecchie e informatevi prima di emettere sentenze. Non si può sempre prendere in giro la gente, non siamo tutti delle pecore.

  18. Scritto da PIO

    ma capisco la vostra situazione ma sicuramente ogni caso è un piccolo mondo idem quando ti regalavano le case ridosso ai binari ci abitavi ma non pagavi nulla ovio quando passa il treno ti svegli
    idem le case cantoniere sulle strade oggi in disuso però funzionavano inutile lamentarsi dopo SPECULATORI

    VEDREMO???????

  19. Scritto da edoardo

    quindi basta far decollare su Azzano san Paolo ed il problema è risolto? a sto punto conviene riasfaltare la pista di decollo in modo che gli aerei puntino su Azzano già dalla fase di rincorsa, così evitiamo la virata su Colognola e i dati della centralina saranno ancora più bassi

  20. Scritto da mario

    furboni! a Cologola la centralina è ancora posizionata per le vecchie rotte quindi non rileva il rumore reale!L’assessore Bandera aveva garantito lo spostamento in piazzale delle Scienze ….campa cavallo…

  21. Scritto da Damiano

    Perché ha fatto molto freddo e si tenevano le finestre più chiuse del solito… Ecco perché si è sentito meno rumore…

    1. Scritto da edoardo

      tu sei veramente un genio, cosa ci fai ancora li alla tastiera? Il Paese ha bisogno di te!!!

      1. Scritto da Damiano

        :-) :-) :-)

        1. Scritto da edoardo

          :-)