BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Il Comune non conceda Città Alta al gran premio”

“Auspichiamo che la manifestazione si svolga altrove, non in Città Alta”. Netta presa di posizione della terza circoscrizione contro l’Historic Grand prix in programma il 27 maggio a Bergamo.

“Auspichiamo che la manifestazione si svolga altrove, non in Città Alta”. Netta presa di posizione della terza circoscrizione contro l’Historic Grand prix in programma il 27 maggio a Bergamo. La manifestazione si svolgerà come di consueto in Città Alta e il comitato organizzatore ha già richiesto tutte le autorizzazioni del caso per permettere il regolare svolgimento della corsa. I consiglieri del parlamentino però non ci stanno. Nella seduta di mercoledì è stato approvato un ordine del giorno che invita Palafrizzoni a non rilasciare il via libera. Nel documento si attacca anche il comitato organizzatore sui soldi ricavati dalla corsa: “Nonostante “uno” degli scopi principali della manifestazione sia quello di raccogliere fondi a favore dell’Associazione Onlus Spazio Autismo Bergamo – si legge nell’ordine del giorno – non essendo ad essa interamente versati gli introiti di tale manifestazione non comprendiamo il motivo per cui il Comune non debba esigere quanto dovuto in termini di tasse, costi di pubblicità e occupazione suolo pubblico. Auspichiamo e consigliamo all’Amministrazione, qualora autorizzasse come richiesto da Comitato Organizzatore la manifestazione che non venga consentita la sosta e soprattutto la manovra in Piazza della Cittadella e nel Loggione della Piazza e del Parco della Crotta. Non vengano applicati sconti o esenzione alle tasse e/o tariffe.Imponga agli organizzatori di provvedere autonomamente, con personale proprio, al presidio del tracciato e non come richiesto (punto 4/b dell’elenco di cui sopra) per mezzo di risorse della Polizia Locale. Venga preservato il diritto dei residenti ad estrare ed uscire dal borgo storico. Si richieda al Comitato il rilascio di una adeguata cauzione e che questa venga restituita solo dopo aver accertato l’assenza di danni nell’area interessata dall’evento. Si vieti l’affissione di striscioni e pannelli pubblicitari su manufatti di Città Alta e se ne consenta l’affissione solo su transenne, protezioni e strutture mobili a disposizione del Comitato Organizzatore. Sarebbe più sobrio e in linea con le caratteristiche dei siti interessati che la manifestazione si svolgesse altrove e che per quanto riguarda Città Alta si limitasse ad un passaggio/ sfilata”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da residente

    Scommetto che si svolgera’ in centro, magari sul percorso della sfilata di mezza quaresima! Con anche un po’ di bancarelle!
    ps . SINDACO & CO. sono sarcastico. Non ne possiamo piu’! Vorrei tanto che la circoscrizione fosse come in citta’ alta e tentasse di vietare tutto.

  2. Scritto da cives

    …i ragazzini stanno dimostrando di sapersi fare portavoce delle scelte operate dal consiglio circoscrizionale democraticamente eletto! …ci avete stufato con i vostri sistemi mafiosi che hanno portato il paese allo sfascio!

  3. Scritto da Mark

    Concordo sul fatto degli striscioni,della polizia locale e spero vivamente i ricavi vadano dove devon andare realmente.Mi rattrista il fatto che un evento unico nel suo genere al mondo rischi di esser bloccato così.Città alta non è Monza ma è proprio per questo che intriga,proprio come Montecarlo.Sarebbe un’altra brillante idea accantonata a mio avviso se si fermasse il tutto..

  4. Scritto da Gigi

    Lussana, sarebbe più sobrio e coerente che ti dimettessi.

    1. Scritto da informato

      Dovrebbero dimettersi tutti i consiglieri che hanno votato a favore Dell’ordine del giorno allora!
      Se alla camera approvano una legge sbagliata non ne ha mica colpe Fini, se al senato approvato una legge sbagliata non ne ha mica colpa Schifani!

  5. Scritto da gianni

    Una delle manifestazioni più belle dell’anno

    1. Scritto da raffaella gia

      Concordo pienamente con gianni. Una delle più belle manifestazioni bergamasche, spero vivamente che continui negli anni futuri. Perchè togliere sempre queste belle manifestazioni, che non danneggiano nessuno. Raffaella Gia

  6. Scritto da concordo

    Sarebbe più sobrio e in linea con le caratteristiche dei siti interessati che la manifestazione si svolgesse altrove e che per quanto riguarda Città Alta si limitasse ad un passaggio/ sfilata”.

  7. Scritto da Gigino

    Lussana è il presidente della circoscrizione di città alta e fa bene a fare l’interesse degli abitanti di città alta.

  8. Scritto da ettore

    d’accordo al 100% città alta non è monza!

  9. Scritto da PDL iscritto

    Ancora una volta il buon Lussana attacca la giunta fatta dalla sua stessa maggioranza. Una volta i problemi si risolvevano con due chiamate e un incontro, non a colpi di ordini del giorno. Quando si mettono i ragazzini a presiedere gli enti ecco cosa capita!

    1. Scritto da Mirko

      Cosa c’entra la giunta? Semmai Lussana, o meglio la Circoscrizione attacca gli organizzatori e suggerisce all’amministrazione di mettere dei sacrosanti paletti.