BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La paura se na va Hogs stracciati, riecco i veri Lions fotogallery

Dopo due sconfitte consecutive i Leoni bergamaschi tornano alla vittoria schiacciando con un netto 20-0 gli emiliani. Ora la strada verso i play off di fine anno si fa meno in salita del previsto.

Più informazioni su

In fase di presentazione temevamo questa partita per vari motivi, soprattutto per il contraccolpo psicologico dovuto alle due sconfitte consecutive e all’avversario ostico e pericoloso rappresentato dagli Hogs di Reggio Emilia.

Ebbene, il vento che ha soffiato per tutto il giorno, ha spazzato via oltre alle nuvole minacciose anche questi timori, risultato, netta e importante vittoria in una domenica che ha dato le prime importanti risposte: tre squadre quasi fuori dai play-off, Doves, Marines, Seamen e due squadre in testa, anche se non immacolate, Panthers e Warriors, cioè le finaliste dello scorso campionato.

I Lions sono in piena bagarre insieme alle restanti squadre, ma il tabellino dei punti subiti, oggi rimasto a zero, è di grande conforto, a dimostrazione dell’impeccabile partita giocata dalla difesa orobica, capace di bloccare sistematicamente gli attacchi degli Hogs con quattro intercetti a favore sul proprio tabellino.

Nel primo quarto non accade assolutamente nulla, le due squadre si studiano per cercare i punti deboli avversari e potere varcare la goal-line. Il forte vento inoltre ha inizialmente condizionato non poco l’approccio alla gara delle due squadre ed alcune azioni dei rispettivi attacchi.

Ma nel secondo quarto cambia il vento e i Lions rompono gli indugi. L’attacco produce un ottimo e lungo drive offensivo, prima con un paio di belle corse del QB Blanchard poi con pass lunghi e ficcanti per gli ottimi ricevitori Italiani, Podavitte e Gregorio, che sospingono la squadra fino alle 5 yards dalla end-zone avversaria. Il seguente td-pass Blanchard/Thompson è la solita formalità alla quale non fa seguito la trasformazione di Marone che viene stoppata dalla difesa Emiliana (6-0).

Nel finale di primo tempo accade di tutto, prima i Lions, tornati nuovamente in attacco, provocano un fumble che viene ricoperto dagli Hogs in buona posizione di campo. Ma al momento di sferrare il colpo del possibile momentaneo pareggio, il Qb Scaglia si fa intercettare il pallone da Thompson che determina la fine del prima metà di gara.

Al rientro in campo sono ancora gli Emiliani a ripartire in attacco, ma questo risulta essere improduttivo grazie alla difesa Bergamasca che ha capito bene come funziona la famosa “Wing T” avversaria e blocca tutto. Ecco quindi Blanchard e compagni che vogliosi di chiudere il match, cominciano un altro drive molto lungo, importante per fare scorrere il tempo, fatto di corse e passaggi. E’ Daryl Forte che sale in cattedra con bellissime portate di palla, ma è il Bergamasco Peter Brugali che sigla l’importante touchdown su pass di Blanchard direttamente in end-zone + trasf. di Marone (13-0).

A questo punto gli Emiliani, visto che con le corse chiudono pochissimi down, tentano di aggirare la forte difesa Bergamasca puntando sui lanci di Scaglia. Ma il quarterback Italiano degli Hogs si fa intercettare nuovamente da Thompson. Blanchard non ci pensa un attimo e tornato in campo sferra un lancio teso per “l’Americano” nostrano Marco Podavitte che si produce in un incredibile gesto atletico, tuffandosi in end-zone e catturando palla, purtroppo la segnatura non viene convalidata per un precedente fallo in attacco, ciò non toglie che il numeroso pubblico è tutto in piede ad applaudire lo stesso.

No problem, Podavitte si rifà subito dopo, quando, a seguito del terzo intercetto di Scaglia ad opera di Cantù, l’attacco Orobico rientra in campo. Prima è Gregorio che riceve un breve pass e corre fino a poche yards dalla goal-line, poi è appunto Podavitte che riceve l’ennesimo ottimo passaggio di Blanchard + trasf. di Marone per il definitivo (20-0).

Gli Emiliani ormai obbligati ai giochi disperati per accorciare almeno le distanze portano il QB Scaglia a forzare i lanci, ne consegue il quarto intercetto di giornata ad opera dell’onnipresente Thompson. Fine dei giochi. I Lions tornano quindi alla vittoria, una importante e salutare vittoria, voluta con il cuore ma soprattutto con il gioco espresso sia dall’attacco, che ha saputo segnare restando molto in campo nonostante l’ottima e arcigna difesa Emiliana e alla grande difesa, che ha bloccato perfettamente i giochi di corsa sapientemente “nascosti” dalla Wing-T degli Hogs. I quattro intercetti hanno fatto il resto.

Ora, dopo la pausa per le festività pasquali, i Lions Bergamo affronteranno i forti Rhinos al Vigorelli di Milano sabato 14 aprile. I tifosi sono già avvisati, non prendete impegni, adesso comincia il bello.

Servizio di Nicola Fardello

Foto di Andrea Gilardi

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da raider

    sembra di rivedere la squadra dell’anno scorso … giocando in questo modo possiamo arrivare lontano, avanti così ragazzi !!!