BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rinnovare il guardaroba ai tempi della crisi

Non c'è bisogno di spendere soldi per nuovi capi, spesso basta ridare lustro a quelli vecchi. La fantasia non costa niente.

Più informazioni su

Nel passaggio da una stagione all’altra, uno degli assilli principali diventa il cambio di guardaroba. Sarà la necessità di ricostruire da capo a piedi gli armadi, scambiando le canotte estive con maglie più pesanti (e viceversa), oppure lo stress psicologico dello sbalzo di temperatura, ma ci sono dei periodi dell’anno in cui sembra di non avere più nulla di decente da mettere. Proprio in questi momenti è buona norma mettere sotto chiave carta di credito e liquidi per rimboccarsi le maniche e armarsi di inventiva.
Dare un tocco di colore e fantasia al proprio guardaroba
è infatti diventato più semplice. E il discorso vale sia per ravvivare una maglietta un po’ anonima, sia per recuperare jeans che sembrano irrimediabilmente perduti per una macchia o un buco. Qual è la soluzione? Semplice. Il rimedio ad acquisti non azzeccati o a pantaloni che sembrano destinati ad essere cestinati sta negli strass adesivi per tessuti, nelle borchie e nelle paillettes. Oltre ad essere esteticamente gradevoli, sono infatti semplicissimi da applicare sui tessuti. Strass e perline infatti solitamente vengono attaccati uno per uno, cucendoli con ago e filo, e impiegando ovviamente tempi lunghissimi per portare a termine il lavoro. Con borchie e paillettes termoadesive, invece, il discorso cambia, dato che l’unica accortezza richiesta è quella di passare sul rovescio del capo il ferro da stiro. Oltre a prestare attenzione al lavaggio, per evitare che possano saltare o perdere colore e brillantezza.

 

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.