BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il risparmio energetico al centro di Edil 2012

Da venerdì 2 marzo alla Fiera di Bergamo apre i battenti Edil 2012 Tech: quattro giorni tra qualità, novità, hi-tech, formazione ed innovazione per conoscere l'edilizia del futuro.

Più informazioni su

Alla Fiera di Bergamo si stanno curando gli ultimi dettagli dei 630 stand: venerdì 2 marzo apre la 26ª edizione Edil, la manifestazione dedicata al mondo dell’Edilizia organizzata da Ente Fiera Promoberg. Tecnologia per il Cantiere e grandi macchinari saranno i protagonisti assoluti di Edil 2012 Tech. Ma grande attenzione anche in tema di green economy e recupero del patrimonio immobiliare già esistente: due capitoli fondamentali per il futuro. In forte crescita il settore del Risparmio energetico: un espositore su quattro di Edil 2012 opera nel settore. Come da tradizione la fiera dell’edilizia prevede un ricco programma di eventi collaterali, con una serie di convegni su temi di strettissima attualità e di grande rilevanza economica e sociale.

A illustrare la manifestazione e la situazione del settore, hanno preso la parola: Luigi Trigona, Segretario Generale Ente Fiera Promoberg; Alberto Capitanio, Responsabile per Promoberg del progetto Edil 2012 Tech; Ottorino Bettineschi, presidente ANCE Bergamo; Giulio Pandini, Presidente Cassa Edile Bergamo; Alessio Cardaci, professore della Facoltà di ingegneria edile presso l’università degli studi di Bergamo.

“Nonostante la difficile congiuntura del mondo delle costruzioni – spiega Alberto Capitanio, responsabile per Promoberg del progetto – il cantiere di EDIL 2012 mostra un’evidente vitalità: tra interni ed esterno, sono 270 gli espositori presenti. L’area complessiva dedicata alla manifestazione è di 52mila metri quadrati di superficie, 29mila dei quali espositivi (21mila in area esterna, con 65 espositori; 8mila all’interno dei due padiglioni principali). In tema di macchinari, numerosi i nuovi modelli presentati a Bergamo, alcuni in anteprima europea”.

Ben 630 gli stand allestiti per la manifestazione, dove risaltano temi quali il recupero e la manutenzione dell’esistente, l’efficienza energetica e le soluzioni per contenere i consumi producendo energia da fonti rinnovabili, per l’impresa di costruzioni, l’artigianato e il mondo dell’installazione. Sul totale delle aziende espositrici, il 56% proviene dalla provincia di Bergamo, il 18% dalle altre province lombarde, il 24,5% dal resto d’Italia, mentre il restante 1,5% è costituito da aziende straniere. Il settore merceologico più rappresentato è quello del “Risparmio energetico”: nelle sue varie applicazioni, riguarda oltre il 25% degli espositori presenti. Luigi Trigona, segretario generale dell’Ente Fiera Promoberg, chiama in causa il nobel per la Fisica e filosofo Albert Einstein che – un anno dopo la terribile crisi del ’29, con il crollo di Wall Street, la Grande Depressione, l’economia mondiale sconvolta – disse che l’unica strada percorribile era il continuare a lavorare duro. “Un motto che ben si addice non solo alla tipologia della manifestazione – osserva Trigona – ma anche alle categorie professionali che ne sono interessate, abituate a lavorare duro, con grande fatica, abnegazione e spirito di sacrificio. La nostra fiera dell’Edilizia è anche questo, un riconoscimento alla laboriosità e alla imprenditorialità di chi opera in questo settore. Il momento è difficile, inutile negarlo, ma attribuire alla crisi i fallimenti significa dare più valore ai problemi che alle soluzioni”.

“Bergamo ha una vocazione edile – sottolinea Ottorino Bettineschi, presidente Ance Bergamo – lo dimostrano i dati: circa 80mila addetti all’interno di 28.600 imprese appartenenti alla filiera dell’edilizia. Bergamo, così come Brescia e Milano, ha un peso importantissimo per il settore. La situazione è drammatica, inutile negarlo, ma dobbiamo studiare delle soluzioni per far riprendere un settore fondamentale per l’economia del nostro Paese. L’edilizia fatta sino a pochi anni fa è finita. Il processo di cambiamento era già in atto, la crisi l’ha accelerato. In questo contesto, per tutti noi la fiera dell’edilizia di Bergamo è certamente importante, perché ci aiuta a mettere in sinergia tutte le nostre forze. Edil ha già recepito parte dei cambiamenti: molti gli spazi dedicati all’innovazione e al risparmio energetico. Ma già dalla prossima edizione sarà necessario incrementare ulteriormente il cambiamento, per un passaggio culturale verso l’edilizia del futuro. Basta costruire nuove abitazioni e occupare altro territorio – sottolinea Bettineschi -, il motore dell’edilizia futura si chiama ambiente, e coinvolgerà il recupero e la riqualificazione del patrimonio esistente, tramite risparmio energetico, nuove tecnologie e innovazione: temi sui quali Bergamo è ben preparata”.

 

EDIL 2012, EDIZIONE TRIENNALE DEDICATA AI MACCHINARI

In linea con l’evoluzione della sua strategia di mercato, EDIL 2012 TECH rappresenta la tappa conclusiva del progetto fieristico tradizionale, dedicato all’esposizione dei macchinari e attrezzature, grazie alla programmata presenza triennale di questi settori. La rassegna di settore punta, infatti, a un nuovo modello fieristico imperniato sulle nuove tecniche costruttive e di recupero dell’esistente, che coinvolge tutta la filiera, proponendo inoltre “contenuti” rivolti in via prioritaria al progettista. Un altro aspetto degno di nota e che non può più essere trascurato, è la forte connessione che il mercato della ristrutturazione e, più in generale, il mercato immobiliare, hanno nei confronti del cliente finale. Senza snaturare la connotazione business to business della manifestazione, questa dovrà tuttavia rivolgersi in futuro in misura sempre maggiore anche alla committenza privata, inserendo giornate o proposte dedicate.

EDIL 2012 TECH: IL PUNTO D’INCONTRO, CONFRONTO E FORMAZIONE ATTESO DAGLI OPERATORI DEL SETTORE PER FAR RIPARTIRE IL VOLANO DELL’ECONOMIA ITALIANA

 La riconferma della presenza – soprattutto per quanto concerne l’area esterna – delle principali realtà legate al pianeta dell’edilizia, tenuto conto della contrazione generalizzata trasversale a tutti i comparti produttivi, costituisce un segnale forte che le imprese vogliano dare a tutti gli operatori. Innovazioni, ultime novità tecnologiche, qualità e precisione del servizio di noleggio e vendita, standard qualitativi elevatissimi e bassi consumi sono caratteristiche che supportano un buon numero d’imprese nella loro ristrutturazione aziendale. La rassegna si conferma quale terza fiera nazionale per il settore dei macchinari per il cantiere e il movimento terra. Numerose le case costruttrici internazionali coinvolte, che mettono in scena una gamma di prodotti di eccezionale importanza. I numeri di Edil 2012 Tech confermano quanto importante continui a essere il comparto delle costruzioni sull’asse BreBeMi: una filiera composta da aziende solide e tecnologicamente avanzate, che da anni si incontrano alla rassegna bergamasca per presentare quanto di meglio il mercato internazionale possa offrire, per operare con qualità e sicurezza nei cantieri moderni. Il punto di forza di EDIL è sempre stata la sua capacità di mettere in rete, in un clima di reale collaborazione, tutti i soggetti della filiera della provincia più edile d’Italia. Imprese che hanno confermato, con la loro presenza in fiera, che da qui si può ripartire per un nuovo modello di business per il mercato delle costruzioni. L’attualità dei contenuti di EDIL 2012 per l’edilizia lombarda, rappresenta un punto di eccellenza che assume un significato ancora più importante dato il perdurare della grave crisi che sta attraversando il settore. L’attuale situazione del mercato, infatti, richiede a tutti gli operatori azioni concrete quali l’introduzione di nuovi elementi costruttivi e di soluzioni innovative in tutti i comparti, nella consapevolezza che la “selezione” in atto premierà solo le realtà che sapranno riconvertirsi in un modello di business sempre meno ancorato ai volumi di lavoro e orientato verso progetti con alto valore aggiunto di innovazione. Inoltre, la capacità di rendere l’impresa flessibile alle nuove richieste abitative e industriali costituirà fattore discriminante.

IL “DISTRETTO DELLE ENERGIE ALTERNATIVE”

In tutta la regione, ma in modo particolare nella Bergamasca, si sta sempre più configurando un nuovo distretto rappresentato dagli operatori del settore dell’energia alternativa e delle fonti rinnovabili, con una miriade di nuovi operatori impegnati nella produzione e gestione di sistemi per l’efficienza energetica o per la loro installazione. Basti pensare che nel 2010 Enel distribuzione ha connesso alla rete elettrica in Lombardia 8.505 impianti da fonti rinnovabili e che Bergamo è tra le province più virtuose. La Città dei Mille, per numero di impianti e per potenza complessiva, con quasi 2.800 impianti e oltre 124 megawatt; si piazza al secondo posto, dietro a Brescia (3.504 impianti e oltre 128 megawatt), e precedendo Milano (2.260 impianti per un centinaio di megawatt complessivi). La Lombardia è leader in Italia per numero d’impianti fotovoltaici in esercizio. Da sottolineare anche il ruolo e l’impatto avuto dalla “Settimana per l’Energia”, l’importante momento di approfondimento sulle tematiche del risparmio energetico e delle fonti rinnovabili e delle sue implicazioni per lo sviluppo delle imprese promosso dall’Associazione Artigiani di Bergamo in collaborazione con Confindustria e in sinergia con le associazioni economiche bergamasche, che in sole tre edizioni è divenuta un punto di riferimento nel panorama nazionale del settore.

L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA

La crescita tecnica e culturale di tutto il comparto hi-tech rappresenta la principale priorità della manifestazione in proiezione futura. In stretta connessione con le Associazione di Categoria e gli Ordini Professionali, l’Università degli Studi di Bergamo e la Scuola Edile, EDIL 2012 TECH punta a far convergere sulla fiera importanti approfondimenti sulle tematiche del settore con particolare riguardo alla tecnologia. EDIL 2012 TECH presenta inoltre un’area dedicata ai più innovativi prodotti e sistemi per l’edilizia, che mette in mostra quanto di meglio le imprese e i ricercatori bergamaschi offrono in tema di tecnologia, per l’allestimento della quale chiediamo la collaborazione di tutte le associazioni. Anche quest’anno viene riproposto e potenziato il “Premio per l’Innovazione Tecnologica in Edilizia” aperto a tutti i prodotti presentati in fiera.

FOCUS: EXPO 2015 E LE GRANDI OPERE

Edil 2012 è all’insegna della concretezza e della volontà di superare il momento d’empasse dell’economia, puntando sull’imminente varo del progetto “Expo” che farà percepire i primi effetti già nel secondo semestre del 2012. L’adozione di molteplici Piani di Governo del Territorio (Pgt), l’avanzamento dei cantieri della Brebemi e della Pedemontana, l’ultimazione del Corridoio 5, la linea ferroviaria Lisbona-Kiev e, non ultime, le grandi opere legate all’Expo 2015, testimoniano da soli la grande potenzialità del mondo delle costruzioni del futuro che sarà sempre più legato alla “qualità” e alla riqualificazione dell’esistente.

IL SALONE DEL RISPARMIO ENERGETICO

Dopo il successo delle scorse edizioni, ritornano l’area dedicata alla Sicurezza nei Cantieri e il 5˚ Salone del Risparmio Energetico e dell’Edilizia Sostenibile, cui è dedicata buona parte del padiglione A e B. Quest’area, di anno in anno, si amplia sempre più, tant’è che le aziende che si occupano del “Risparmio energetico” costituiscono oggi la maggior presenza merceologica con oltre il 25% delle presenze. Prosegue anche il trend di ascesa delle merceologie legate alla “Sicurezza”, tematica che come quella del contenimento dei consumi viene affrontata dalla stragrande maggioranza degli espositori tanto da divenire una vera “fiera nella fiera”.

LA PIAZZA DELL’ISOLAMENTO TERMO ACUSTICO ANIT

A completare l’offerta per il secondo anno consecutivo si è inserita nella galleria centrale la presenza di Anit, Associazione Nazionale per l’Isolamento Termico e acustico. Anit ha come mission la diffusione e lo sviluppo dell’isolamento termico e acustico nell’edilizia e nell’industria, per salvaguardare l’ambiente e il benessere delle persone. Il corretto isolamento sta alla base delle nuove costruzioni e dei programmi di riduzione dei consumi in tutti i manufatti e, attualmente, è il settore in maggior espansione. La collaborazione con Anit ha apportato a EDIL 2012 un valore aggiunto significativo, grazie a una “piazza” dedicata all’associazione, alla presenza di 5 primarie aziende nazionali e all’organizzazione del convegno: “La Cura del Dettaglio, Ponti Termici ed Acustici, dal progetto al Cantiere” che si terrà lunedì 5 a partire dalle ore 14,30. L’ATTIVITA’ FORMATIVA Il nuovo ciclo della Fiera dell’Edilizia bergamasca punta a far divenire la manifestazione anche il luogo di approfondimento privilegiato per il mondo dell’impresa. In questo contesto, il programma di “formazione” della manifestazione assume un ruolo sempre più rilevante, alternando momenti congressuali a molteplici workshop e laboratori aperti a progettisti e imprese, in collaborazione con realtà associative e della formazione: l’Ateneo bergamasco, la Scuola Edile di Bergamo, L’Associazione nazionale costruttori edili (Ance), le associazioni regionali degli artigiani (Confartigianato, Cna-Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola impresa, Claai-Confederazione libere associazioni artigiane italiane, e Anit.

I CONVEGNI

Il programma dei convegni prevede ben 15 appuntamenti con approfondimenti in tema di Ristrutturazione, Riqualificazione e recupero energetico sull’esistente, Sicurezza nei Cantieri, Approfondimento sulla corretta applicazione e gli obblighi connessi al Durc (Documento unico regolarità contributiva) nei lavori edili pubblici e privati, la presentazione in anteprima mondiale di soluzioni hardware e software per il rilievo termico degli edifici, Tecnica e Etica nell’attuale mercato delle costruzioni, Il valore degli immobili alla luce dei nuovi standard di valutazione immobiliare, Risparmio Energetico e alcuni approfondimenti tecnici sulla nuova normativa sulle “saldature”. Nel 2011 furono oltre 1.800 i partecipanti ai convegni specializzati promossi dalla Fiera dell’Edilizia. La presenza maggiore fu da parte dei geometri (39,5%), seguiti da Ingegneri (24,6%), architetti (23,4%), Periti (6,8%), altro (5,7%)

PREMIO PER L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA

Dopo il grande successo delle ultime cinque edizioni, grande attesa per la sesta edizione del “Premio per l’innovazione Tecnologica nell’Edilizia”. Un riconoscimento che, edizione dopo edizione, ha coinvolto la maggioranza degli espositori in una corsa al progresso tecnologico, mettendo in evidenza l’alta incidenza degli elementi innovativi presenti. Il premio è in continua evoluzione e aumentano di anno in anno i progetti presentati dagli espositori, mentre la Commissione si arricchisce di nuovi soggetti valutatori grazie alla collaborazione con l’Università degli Studi di Bergamo e con le testate tecniche del settore. Infine, nel segno della continuità e del pieno e consolidato sostegno, ricordiamo il fondamentale supporto degli sponsor storici: Credito Bergamasco – Gruppo Banco Popolare e di UBI – Banca Popolare di Bergamo. 

 

Edil 2012 in pillole:

Periodo: dal 2 al 5 marzo 2012;

Orari: venerdì 2 e lunedì 5 marzo dalle 10 alle 19; Sabato 3 e domenica 4 marzo dalle 9 alle 19;

Biglietti: Intero 6.00 euro; Ridotto (minori 12 anni e over 65 anni) 3.00 euro. Parcheggio 2.00 euro.

Info: Tel. 0353230913/914/919; www.fieraedile.it; edil@promoberg.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.