BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dialogo Pd-Pdl? Capelli: aperti a 360 gradi

Prove di collaborazione tra Popolo della Libertà e Partito democratico? Non ancora in via ufficiale, ma in vista delle prossime elezioni del 6 e 7 maggio in alcuni paesi potrebbero riproporsi forme di grosse koalition.

Più informazioni su

Prove di collaborazione tra Popolo della Libertà e Partito democratico? Non ancora in via ufficiale, ma in vista delle prossime elezioni del 6 e 7 maggio in alcuni paesi potrebbero riproporsi forme di grosse koalition. Non è una novità in piccole realtà dove le logiche di partito vengono scavalcate da rapporti personali e facce dei candidati. Anche in Bergamasca centrodestra e centrosinistra spesso accantonano le bandiere in nome del bene dell’amministrazione. Nella tornata elettorale del 2012, con il cambio ai vertici del Pdl provinciale, il dialogo tra il partito di Berlusconi e il Pd, ora insieme al governo, potrebbe infittirsi. Le premesse sono buone, perché il neo coordinatore Angelo Capelli non vuole escludere nessuno in nome del rispetto del territorio. Solo la Lega Nord sembra chiamarsi fuori ribadendo la corsa solitaria anche nei piccoli paesi. “Noi siamo aperti a 360 gradi – spiega Capelli – non c’è nessun vincolo di alleanza proprio perchP la territorialità e l’attenzione al rispetto è uno degli elementi che guida la nostra azione politica. Se vi sono aggregazioni che hanno un occhio di riguardo alla società civile e nascono liste civiche che esprimono gruppi di persone di varie appartenenze noi non li ostacoleremo. Non c’è nessun tipo di preclusione, solo rispetto del lavoro. In ogni Comune faremo un ragionamento ad hoc”. Anche il Partito democratico non nasconde che il dialogo c’è e si fa sempre più fitto in vista dell’appuntamento con le urbe. “C’è grande fiducia nell’autonomia dei nostri circoli – spiega Matteo Rossi, responsabile degli enti locali del Pd lombardo -. La nostra certezza è che il programma è discriminante per qualsiasi tipo di accordo. Siamo a disposizione di liste civiche aperte alle forze migliori di ogni singola comunità”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Valerio

    FORSE SAFFIOTI SI E’ PERSO QUALCOSA DI BERLUSCONI IERI? “Si’, si puo’ immaginare per il 2013 un governo ‘politico’ di Pdl, Pd e Terzo polo. La democrazia, del resto, ”si sostiene e si concretizza nei partiti”. Dunque, incalzano i giornalisti, davvero il Pdl e’ pronto a una grossa coalizione? ”Vediamo, vediamo – dice l’ex premier – Noi siamo responsabili, come abbiamo dimostrato facendo un passo indietro con generosita’ “.

  2. Scritto da Nicola

    Per fortuna i vari Paolo Franco e altri non ci sono più a fare disastri nei Comuni, adesso i militanti saranno in grado di seguire con libertà i progetti sul territorio

    1. Scritto da libero

      Paolo Franco nei comuni c’è stato 15 anni fà… forse intendi responsabile enti locali? Allora guardati in casa con il tuo socio Demetrio Cerea…..allora colpe sono da spartire a metà

  3. Scritto da andrea

    Io al congresso ho votato Enrico Piccinelli e dopo aver letto questo articolo sono sempre più convinto di aver fatto la scelta giusta, altro che questo cattocomunista

    1. Scritto da walter semperboni

      Esatto Andrea,orgogliosi di aver votato Piccinelli;il signor capelli non vuole essere subalterno alla Lega e si mette col pd…lasciamo perdere va!!!

      1. Scritto da daniel

        Come Andrea e Walter, anch’io sono orgoglioso di aver scelto Enrico Piccinelli. Sarebbe stata la persona giusta per guidare il PDL bergamasco e non avrebbe proposto aberrazioni come questa alleanza programmatica con il PD. La Lega è il mio competitor, il PD il mio avversario. Per Capelli il PD è un alleato e la Lega un avversario. Assurdo!!

  4. Scritto da giuseppe

    era normale ,anche Bizzoni a Castelli Calepio stà con i comunisti,come Dometti a Sarnico insieme alle Cadei.Aoh se c’è da magnà se magna ahahaah in nome della libertà de magnà appunto

    1. Scritto da davide

      Su Sarnico concordo, c’è il sindaco Camaleonte (dipende dall’interlocutore e dalla convenienza) il vice-sindaco del PD e l’assessore ai parcheggi del PDL

      1. Scritto da gigey

        Certo è che il Sindaco Camaleonte e la sua giunta hanno precorso i tempi…… sentita l’intervista di Berlusconi…..

  5. Scritto da S.M.

    se il PDL a Nembro si allea con il PD che ha governato fino ad adesso voterò e farò in modo che in tanti votino la Lega. Capelli Vergogna! da uno della valle ci si aspettava meno cinismo e meno calcoli alle spalle della gente. Altro che ascoltare il territorio… qui ascoltate solo quello che vi fa comodo!

  6. Scritto da PDL Alta Valle

    Ma siete convinti che si possano fare questi tipi di alleanze? solo chi non ha mai fatto politica puo’ sostenere una tesi del genere, nei comuni piccoli o medi grandi, si conoscono tutti, anche se celati dietro le liste civiche, tyutti sanno di tutti nell’appartenenza politica di ogni singolo.A mio avviso è solamente provocazione contro la Lega che non vuole allearsi alle comunali con il PDL. Magari cosi’ facendo la Lega perderà nei comuni dove adesso è in amministrazione.Leggendo le vostre dichiarazioni capisco che in tanti appaioni dei sapientoni della politica orobica, ma invece devo sincerarmi che non è proprio cosi’.

  7. Scritto da nella bassa

    Giù tutti dal pero dai! Il segretario provinciale del Pd Gabriele Riva nonchè sindaco di Arzago è in maggioranza con Pdl e Udc. Di cosa vi stupite?

  8. Scritto da Giorgio

    La vecchietta che stava morendo. < < Noo non voglio morire! Non voglio morire! >> e la vicina < < Ma perchè signora?>>
    < < Ma perchè tutti i giorni se ne sente una nuova >>

  9. Scritto da calca carpite

    Come faranno ora i fratelli Testa? A Predappio non si andrà più quindi? Il nuovo coordinamento organizzerà gite culturali a Mosca al Mausoleo di Lenin? Basta braccia tese, da ora pugno chiuso! Forza Maurizio Testa, ti ci vedo nel ruolo del COMPAGNO!

  10. Scritto da pm

    A me non pare una bella idea (per nessuno) allearsi con quelli che, con tanta allegria, in 17 anni hanno portato l’Italia sulla soglia della bancarotta.

    1. Scritto da e

      Caro pm, le dico di più. Già ho poca voglia di votare. Ma così sarà certo che NON VOTERO’. E sarà la prima volta dopo oltre trent’anni.

      Il disgusto per LA POLITICA fatta a vantaggio di alcuni CONTRO i cittadini è più che comprensibile,

      Sembra la DIMOSTRAZIONE che cambiati i fattori (dx o sx) i risultati sono pressochè identici.

  11. Scritto da Dirigente locale

    L’importante è che il provinciale (Sia del PDL che del PD) non si azzardi a ficcare il naso nelle dinamiche dei circoli di entrambi i partiti.
    Magari esistono situazioni (non le conosco, ma non lo escludo) dove una sintonia è possibile.
    In altre invece no.
    Ecco, in questo caso che i provinciali si tengano molto alla larga.
    Pensiamo noi, grazie.

  12. Scritto da conservatore

    il problema non sono le liste civiche, quelle sono nella pratica, sopratutto nelle piccole realtà. qui il fatto è che il coordinatore del pdl sta dando il placet a non presentare il simbolo del partito che dirige e a lasciare spazio alle civiche. eccoci al punto: lui è coordinatore del pdl o delle liste civiche? che politica sta facendo? l’inciucio fa bene ai cittadini?

  13. Scritto da PDL iscritto

    Non ho capito bene, il coordinatore del PDL dice che si faranno ufficialmente delle civiche anche con il PD??? Praticamente nei comuni sotto un nome fantoccio ci sarà gente che politicamente si insulta quotidianamente dandosi o dei comunisti o dei berlusconiani….. Capelli non tutti i comuni della provincia sono Ponte Nossa dove tu inciuci con la sinistra. Più le dimensioni sono grandi più l’essere appartenenti ad un partito piuttosto che all’altro si nota, e si notano anche le differenze. Certo che chi ben comincia è a metà dell’opera (si: dell’opera di far scappare altri elettori!)

  14. Scritto da spike 5stelle

    Pidielle e pidimenoelle escono allo scoperto. Il momento dell’outing è sempre molto emozionante, nel loro caso tuttavia è un pò meno sorprendente del consueto anche se non ci fanno mancare gustosi dettagli pruriginosi (apertura a 360 gradi…). Si apprezza in questo senso la rinnovata guida ciellina del pdl provinciale. Da parte dei cittadini un sentito ringraziamento: è importante che gli autori della rovina del Paese e del nostro territorio siano tutti dalla stessa parte. Unire alla bella compagnia anche la Lega no?

    1. Scritto da roberta

      Tu sì che sei un duro.

  15. Scritto da formica

    Che paura!!!! Il PDL santo e puro che si allea con il Pd diavolo e corrotto? Ma quando mai. Mai successo, soprattutto nei paesi vero?
    Ah quanta intransigenza e maccartismo che vedo tra chi scrive.

  16. Scritto da Gianluca

    Come sempre alla casta quello che conta è la poltrona…. Tutto il resto non conta…

  17. Scritto da conservatore

    era nell’aria. capelli è stato sostenuto da molti ex-dc ed ex-psi che a livello locali si trovano meglio con i loro fratelli separati che militando nel PD. durante il congresso si era espresso chiaramente contro la presentazione del simbolo del PDL laddove ci fossero situazioni di disaccordo: ovvero, praticamente ovunque. in questo modo, ha dato via libera alle liste civiche. ora dice: facciamo le liste civiche con il PD, organizzate direttamente dal provinciale. Ma Alfano lo sa???
    facendo così, il PDL scomparirà, mandando nelle braccia della lega gli elettori del centrodestra in tutti i comuni!

  18. Scritto da robertinoT

    non mollare la poltrona… MAI….

  19. Scritto da Luciano Avogadri

    Mi sembrerebbe un buon modo per rispettare l’autonomia del terrritorio, di cui spesso si lavano la bocca un po’ tutti.
    E anche un modo per non consegnarsi mani e piedi a scalmanati che farebbero solo dei danni.

  20. Scritto da Maria Nossa

    Complimenti!
    il sig. Capelli NON ha ancora convocato il primo coordinamento provinciale, NON ha ancora nominato i responsabili di settore, ha in malomodo fatto capire chi realmente gestirà il partito (pagnoncelli, raimondi, sirleto, moro, bonomo) e adesso detta la nuova linea politica del partito sul territorio proponendo alleanze innaturali con quella sinistra che non manca di sparare addosso al pdl in ogni occasione! bel modo di regalare ancora voti alla lega!!

    1. Scritto da FORSE

      FORSE sta ancora aspettando il provvedimento ufficiale di nomina, che tarda ad arrivare da roma.. chissà se c’entra il fatto che i candidati vicini ad Alfano e agli ex ministri stanno perdendo in tutta Italia…

      1. Scritto da libero

        Perdonami ma guarda che se c’era uno con il cartellone di Formigoni abbracciato ad Alfano per lasciar intendere una grande amicizia ed appoggio era Capelli. Hai sbagliato qualcosa… sveglia bimbo!

      2. Scritto da Maria Nossa

        Che il provvedimento di nomina sia arrivato o meno resta il fatto che prima di aprire a 360° al PD un coordinatore serio DEVE, non dovrebbe, ma DEVE aprire una discussione politica all’interno del proprio partito invece di uscirsene in questo modo autoritario anche perchè con la precedente gestione non c’era autarchia (semmai c’era fin troppa apertura e disponibilità a sentire il parere di tutti) e adesso dopo il congresso un segretario non può considerarsi autosufficiente… a meno che non abbia ricevuto l’unzione dal celeste e pertanto si senta superiore a tutti

      3. Scritto da PDL iscritto

        Perdendo? A Milano c’è Sisler, ex AN. A Brescia un coordinatore espresso dalla Gelmini, giusto per citare due casi vicini e due persone NON DI CL. In molte province i ciellini sono scesi a patti. Solo a Bergamo hanno vinto, per colpa di Piccinelli e soci, incapaci di aggregare seriamente una coalizione forte.

  21. Scritto da Iscritto deluso

    Ma come? Ieri la cricca dei saggi che mi ha fatto pentire d’averti votato. Oggi mi dici che sei disponibile alle alleanze col PD, ma ti rendi conto Angelo?????????????? Il PD??????????? La Lega sarà arrogante e insopportabile, ma il PD è sinistra. Sono incompatibili con noi!!!!! Sempre più deluso

  22. Scritto da Alberto

    Che a liivello nazionale assieme PD e PDL sostengano il Governo Monti, mi è parso logico e accettabile in un momento di “emergenza” dovuta alla crisi economica e finanziaria e allo “stallo” parlamentare dei due schieramenti. Ora che questo si riproponga anche nella gestione delle Amministrazioni locali mi pare solo un espediente per trovare ad ogni costo, e contro qualsiasi “logica politica”, una poltrona per qualcuno. Alla faccia della trasparenza!

  23. Scritto da conservatore

    no, ma stiamo scherzando?

  24. Scritto da Andrea

    Bravo Angelo

  25. Scritto da alberico

    Inciucio orobico….

  26. Scritto da non ci credo

    chiamiamolo col suo nome….Vincere a tutti i costi..!!