BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Tifosi giallorossi a casa A Roma gli atalantini saranno invece benvenuti” fotogallery

Daniele Galli, giornalista de Il Romanista, popolare quotidiano sportivo romano, risponde ai commenti pubblicati su Bergamonews in risposta a un suo articolo. "Quando si giocherà Roma-Atalanta, i tifosi bergamaschi saranno liberi di venire".

Più informazioni su

Daniele Galli, giornalista de Il Romanista, popolare quotidiano sportivo romano, risponde ai commenti pubblicati su Bergamonews in risposta a un suo articolo. Galli aveva criticalo la scelta dell’Atalanta di non aderire all’iniziativa “tesserato porta un amico non tesserato” per “motivi di ordine pubblico”. Una decisione che ha costretto molti tifosi giallorossi a guardare la partita (con il senno di poi forse meglio così) dalla poltrona di casa. Il giornalista assicura che la Roma l’anno prossimo riserverà un trattamento diverso ai sostenitori nerazzurri.

Cari colleghi,

mi ha fatto piacere constatare come il mio articolo sulla trasferta vietata abbia avuto grande eco proprio a Bergamo. Anche se, onestamente, avrei preferito che fosse pubblicato per intero. Avrebbe permesso di comprenderne il senso più profondo. Titolare "Non ci vogliono perché meridionali" significa fermarsi all’ermo colle, senza gettare lo sguardo oltre. Per carità, nel pezzo mi concedo una battuta che – lo capisco bene – si presta a quel titolo ("Solo allora capiremo se i «motivi organizzativi» avevano radici più profonde. Padane, per esempio"). Ma invito voi e i vostri lettori a soffermarsi sull’aspetto che più mi stava – e che mi sta ancora – molto a cuore: l’assoluto menefreghismo dei club per le tifoserie. Per quelle altrui, ed è il caso dell’Atalanta (e non solo dell’Atalanta), ma anche per le proprie. Nel testo, che vi invito a leggere integralmente, comparo la Roma ad altre realtà. Metto in luce come il problema non sia "sic et simpliciter" il no al Viminale di una provinciale – ah, nessuno si offenda: non sono stato io a coniare questa terminologia, si usa per definire le società non metropolitane – ma come lo sia quello dell’intero movimento. Inter, Milan, Juve e Napoli stanno dimostrando assoluto disinteresse per le loro curve. Ecco, credo che sia su questo che si debba puntare il dito. Quanto alla decisione dell’Atalanta, la Roma non farà valere il principio di reciprocità. Nel senso che quando la prossima stagione si giocherà Roma-Atalanta, i tifosi bergamaschi saranno liberi di venire. A Trigoria rispetteranno la direttiva dell’Osservatorio del "tesserato che porta un amico non tesserato". Perché Roma è multiculturale, solare, annega le polemiche in una risata. Ma soprattutto, Roma è città aperta. Abbassiamo i toni, cerchiamo di cogliere anche da episodi spiacevoli come questo il valore autentico delle battaglie che tutti gli spiriti liberi, come voi e come noi, dobbiamo condurre. Quelle per un calcio restituito alle tifoserie. Senza distinzione di colore, fede o provenienza geografica.

Un caro saluto,

Daniele Galli

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da giuliopanza

    Leggendo divertito il pezzo, ho pensato essendo in clima carnevalesco (a casa mia Cisano si è festeggiato sabato), che il carissimo amico di roma, abbia votuto farci un bello scherzo…o no!!! Allora, stiamo allo scherzo e confermiamo al nostro amico che i tifosi della capitale sono famosi in Italia e all’estero, per la loro sportività e per come accolgono gli avversari a colpi di coriandoli, stelle filanti lanci di cioccolatini di tali dimensioni da mandarli all’ospedale. Che peccato domenica, perché oltre che ai tifosi romanisti, anche i giocatori non si sono presentati in campo, dove si è vista una sola squadra, quella di Bergamo. 4-1 che peccato e alla prossima.
    Giulio Panza

  2. Scritto da cl

    Purtroppo dai commenti vedo che sta uscendo ancora una volta la nostra provincialità, uno ci tende una mano e noi lo insultiamo.
    per quanto riguarda IL commento sul comune di Roma, da Bergamasco dico guardiamo a noi al nostro comune, e ricordo solo IL NUOVO OSPEDALE la LOCATELLI il PALAZZETTO e potrei citare anche altri fallimenti in terra bergamasca.

  3. Scritto da uno qualunque

    Mah…Articolo abbastanza subdolo. Sembra “buono e bello”, intanto ci ri-definisce provinciali (e anzi rincara la dose come a dire: “non vi ho definito io cosi’, lo fanno tutti! lo siete..”), non si scusa per le insinuazioni circa le “ragioni padane” del divieto e non manca di incensare la sua Roma citando Rossellini. In pratica ci tratta da bambini (anche un po’ stupidi e ignoranti) e ci racconta una favoletta per farci passare l’arrabbiatura sul suo articoletto.. Io, fossi in lui, penserei ai miei tifosi che accoltellano, a Capitan Futuro che non ha regolato l’orologio e alle quattro pere “provinciali” sul groppone. Ma (per mia fortuna..) non sono lui…

  4. Scritto da Alberto

    “Roma è multiculturale, solare, annega le polemiche in una risata”. Beh, fareste meglio a ridere un pò meno e sistemare un bel pò di cose, visto che il comune di Roma è sull’orlo della bancarotta.

  5. Scritto da volemose bene...a parole ma con i fatti ??

    l’unica distensione che tu puoi permettere quando vai a Roma è quella in barella mentre ti cuciono i punti di sutura per armi da taglio…il resto è aria fritta , è cosi con noi , con i tifosi inglesi, quando c’è il derby , quando piove e quando c’è il sole….

  6. Scritto da andreito71

    premetto che non sono leghista e nemmeno razzista, e da diversi anni non mi reco + allo stadio. sarebbe proprio bello se un tifoso bergamasco, o non romanista, potesse andare tranquillamente all’Olimpico senza problemi. la realtà è diversa da diversi anni. nel 92 ho passato 4 mesi alla Cecchignola x il servizio militare. dopo roma-inter ben 2 miei commilitoni (non erano nemmeno interisti) sono stati accoltellati dai tifosi romanisti e da allora è capitato molte altre volte fino ai giorni nostri. fosse capitato a BG “apriti cielo”! la verità è che i vostri teppistelli sono + protetti dei nostri!! ;)

  7. Scritto da gino

    fra le citta’ che hanno due squadre (Roma, Torino, Milano, Genova) solo nella capitale si registrano incidenti fra le tifoserie delle squadre cittadine, se si applicasse il regolamento ad ogni derby pertanto dovrebbero assistere solo i tifosi della squadra ospitante, ma quando mai…

  8. Scritto da guido da bg

    I fatti successi a Roma, sempre impuniti, dicono esattamente il contrario.
    L’Atalanta ha fatto bene a non aderire alla richiesta pervenuta da Roma. Se le regole sono che il tifoso deve avere la tessera del tifoso per entrare ed ottenere il biglietto non vedo cosa si stia cercando di mistificare. Tutto il resto scritto è aria fritta.

  9. Scritto da Mario

    E’ solo del bla-bla-bla che nasconde la verità. Con le parole possiamo apparire belli, bravi e generosi a dispetto di altri che invece sarebbero brutti, cattivi ed egoisti e in piu “padani”.
    Guardiamo i fatti e non facciamoci incantare dalle parole.

  10. Scritto da julius

    articolo retorico, penoso, subdolo ma soprattutto ipocrita.
    ho fatto il militare a roma, ho visto molte partite allo stadio di roma, ho molti amici a roma.
    il tifoso romanista è uguale agli altri tifosi (purtroppo!). bene hanno fatto ad impedire agli ultras di salire a bergamo, farebbero bene a fare altrettanto con i bergamaschi (purtroppo!), perchè è bene informare l’articolista, che molti “tifosi” si massacrano di botte

  11. Scritto da SHERWOOD

    Non mi risulta che a Bergamo ci siano accoltellati ad ogni partita, a Roma la cosa è un pò più frequente…alla faccia dell’accoglienza e del “volemose bene”.

  12. Scritto da Doge

    Mi piace molto l articolo di Daniele Galli: giusto smorzare le polemiche , ma mi piace in modo particolare quando parla della prox . Partita in A Dell Atalanta contro la Roma !!!! Un po’ di distensione fa solo bene !!