BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Cisl contro tutti Confindustria tace e Cgil invita alla calma

Una nota polemica del sindacato di via Carnovali contro Confindustria, mondo politico e Cgil alla vigilia della firma per l'accordo sull'apprendistato fa saltare l'incontro. Bresciani, Cgil, smussa i toni della polemica.

Più informazioni su

La crisi e le soluzioni, che non sono alla portata di mano, stanno creando una serie di scaramucce tra Cisl, Cgil, mondo politico e Confindustria Bergamo. Ad incendiare gli animi è un comunicato del sindacato di via Carnovali, firmato dal segretario Ferdinando Piccinini, in cui si legge: “A Bergamo, su sviluppo e occupazione, su investenti e ricerca, sul credito, scontiamo una pesante assenza di Confindustria e politica, nonostante l’azione insistita della Cisl”.

Nel testo si accusa anche la Cgil: “Scontiamo anche il poco coraggio del Governo Monti a colpire le fasce più ricche, e ancora l’incapacità della Cgil a decidere, pur riconoscendo la straordinaria importanza della piattaforma unitaria”.

Parole che bruciano.

Da Confindustria Bergamo nessun commento, ma un gesto eloquente: l’assenza alla riunione in calendario per la firma dell’accordo sull’apprendistato. Dal mondo politico – chiamato in causa proprio dalla Cisl – c’è un profondo silenzio, mentre da Cgil Bergamo arriva il commento del segretario generale Luigi Bresciani che invita tutti alla calma: “Trovo francamente incomprensibile la decisione di Confindustria Bergamo di far saltare la riunione di oggi per la firma dell’accordo sull’apprendistato. Le critiche al mondo imprenditoriale, da una parte e a chi dirige le Istituzioni bergamasche dall’altra, non sono una novità”. Poi Bresciani sfuma i toni della contesa: “Questo non è il momento delle polemiche, dobbiamo mettere in campo tutta la forza del sindacato confederale per la difesa dei posti di lavoro, per difendere le condizioni di lavoro, per creare occupazione e sviluppo”.

A questo punto anche la Cisl torna sull’argomento esprimendo: “Grandi perplessità in merito alla scelta di Confindustria Bergamo di sospendere la sottoscrizione formale dell’accordo sull’apprendistato prevista per oggi”. Poi torna sulla denuncia di ieri e rilancia: “Tutto questo è, che piaccia o meno, la conferma della necessità di un cambio di passo deciso della politica e del mondo imprenditoriale bergamasco”. Quindi un invito a “Scelte coraggiose e lungimiranti” e la disponibilità “a mettere in campo tutti gli strumenti contrattuali possibili per favorire nuova occupazione”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.