BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Blitz delle Fiamme Gialle Nel mirino commercianti che non emettono scontrini

E’ in pieno svolgimento da venerdì, a cura di oltre 140 militari dei Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Bergamo, un vasto “Piano Coordinato di Controllo Economico del Territorio” che interessa la città ed il territorio della provincia di Bergamo.

E’ in pieno svolgimento da venerdì, a cura di oltre 140 militari dei Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Bergamo, un vasto “Piano Coordinato di Controllo Economico del Territorio” che interessa la città ed il territorio della provincia di Bergamo. In particolare, pattuglie di finanzieri "in divisa" sin da ieri stanno dando attuazione ad una serie di attività operative volte al contrasto ed alla prevenzione degli illeciti fenomeni dell’abusivismo commerciale e della minuta vendita di merce contraffatta. Altre pattuglie, in questo caso composte da militari in "abiti civili", sono contestualmente impegnate nel controllo della regolare emissione di scontrini e ricevute fiscali da parte di una molteplicità di esercenti, appartenenti alle diverse categorie che caratterizzano il variegato panorama economico della città di Bergamo e della sua intera provincia. In particolare si segnala che, attraverso innovative modalità operative, sono in corso controlli anche nei confronti di liberi professionisti. I “quadrati” del territorio bergamasco maggiormente interessati dall’operazione delle Fiamme Gialle sono quelli del centro (Via XX Settembre, Viale Giovanni XXII, Via Camozzi, Zona Malpensata, Borgo Palazzo e zona ospedale) e di “Città Alta”, mentre in provincia sono concentrati in numerose località tra cui Almè, Bagnatica, Treviglio, Costa Volpino, Clusone e Sarnico. Tali tipologie di operazioni si inquadrano in consolidate metodologie d’azione, sistematicamente attuate anche nella specifica prospettiva di utilizzare i dati "caldi" acquisiti sul campo per integrare ed attualizzare le attività di monitoraggio ed analisi del tessuto "economico-finanziario". La "mappatura del territorio" e le correlate "analisi di rischio" sono infatti divenute usuali strumenti di cui si avvalgono i reparti del Corpo al fine di meglio "mirare" ben più approfondite attività ispettive o di indagine (anche di polizia giudiziaria) verso i soggetti nei cui confronti emergono significativi indizi di comportamenti illeciti e di "infedeltà fiscale". Si evidenzia che l’odierno "Piano Coordinato" ha quali obiettivi non solo quello di tutelare gli operatori economici "regolari" dalla sleale ed illecita concorrenza degli abusivi e di coloro che vendono merci fuori norma, ma anche quello di evitare che gli esercenti ed i liberi professionisti che rispettano gli obblighi di emissione dei documenti fiscali finiscano con il risultare indebitamente “svantaggiati” rispetto a loro concorrenti che violano le norme tributarie.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da MAURIZIO

    Il ricco libero professionista che intesta la maserati al marocchino nullatente va perseguito. Lo stesso dicasi per il ricco che affitta in nero i suoi dieci appartamenti. Se i ricchi italiani pagassero veramente le tasse, in Italia ci sarebbero molti meno ricchi. Detto questo, Vi fornisco un dato : l’agenzia delle entrate perde più dell’80% dei contenziosi con i cittadini riguardo la loro, presunta, evasione fiscale. Dunque, lo Stato presume di avere individuato 100 evasori fiscali, ma, in 80 casi su 100, presume molto male. Inoltre, i contenziosi sono lunghi, costosi, faticosi, violenti, persecutori, complicatissimi. Anche perchè c’è di mezzo lo Sceriffo di Nottingham (equitalia).

  2. Scritto da gianmaria

    Bisogna che lo stato faccia un incrocio fra lo storico dei rediti di tutta una vita di un intero nucleo familiare ed il capitale posseduto, in questo modo freghiamo tutti politici compresi.. , poi ancora chi va a produrre all’estero deve pagare una patrimoniale , visto che siamo noi stato a dovere versare le case integrazioni….

  3. Scritto da gianmaria

    quando avranno il coraggio di affrontare la elusione fiscale , non solo l’evasione ? a quando le regole anticorruzione e falso in bilancio ?

    basta pesare sui cittadini , tetto massimo a stipendi publici , a chi non piace che vada a lavorare per il privato , e come tetto intendo non oltre 20 mila euro lordi , visto che li dobbiamo sborsare noi con le nostre tasse….

  4. Scritto da Cristian

    Forse, carissimi nordisti, vi basterebbe aprire qualche quotidiano locale del meridione per leggere che le “Cortine” d’Italia non sono tutte al nord, anzi.

    http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/caserta/notizie/cronaca/2012/25-febbraio-2012/caserta-come-cortina-blitz–finanzanei-negozi-locali-movida-1903435338054.shtml

  5. Scritto da calore

    la stoltezza o forse l’ignoranza non ha mai fine; chi lamenta che i controlli vengano effettuati solo al nord è pregato di andare sul sito di un noto quotidiano di bergamo ( ergamo, ergamo… :-) ) per vedere come tali controlli siano effettuati anche in Campania. Mi pare che la GdF si stia muovendo su tutto il territorio nazionale. In merito a “battute” sui SUV qualcuno dovrà pur spiegare come fa a guidare una macchina da € 50000 e dichiarare da anni un reddito di non oltre € 10000 all’anno?
    Siamo un po’ seri però ragazzi, non è possibile che paghino sempre i dipendenti o i liberi professionisti/artigiani corretti (pochi ma ce ne sono e purtroppo devono pagare anche per chi non paga)

  6. Scritto da Berghem

    Se non vengono fatti i controlli non va bene …
    se vengono fatti non va bene …
    se vengono fatti al nord (anzi, se vengono fatti a me …) non va bene …
    Ma insomma, perchè non capite che se c’è chi non paga le tasse poi gli altri devono pagarle anche per loro?
    I casi sono 2:
    o chi si lamenta ha la coda di paglia perchè è un gran evasore o è un masochista e vuol continuare a pagarle anche per gli altri!

  7. Scritto da carletto

    Niente di scandaloso a fare i controlli certo che se penso che il capo dell’agenzia delle Entrate (Sig. Befera)guadagni 600.000 euro all’anno,il doppio di Obama.mi pongo questa domanda ma se noi pagassimo di meno i vari capi e supercapi statali quante tasse si potrebbero risparmiare?

  8. Scritto da andrea

    chissa se controlleranno tutto o solo quello che vogliono loro.magari una controllata ai giardinieri,alle pompe funebri,ai negozi non italiani,a chi vende ai bordi delle strade piante,frutta,o fa panini ….

    1. Scritto da Berghem

      magari una controllatina a te ……………

  9. Scritto da Malu

    Nel mirino i Suv, non gli scontrini. Ho paura che mi blocchino anche a me sulla mia bici da crosa che vale quanto una macchina. Questo è terrorsimo dai.

    1. Scritto da Berghem

      tranquillo, se hai una bici da 10 mila euro e ne dichiari 30, nessuno ti dice niente.
      ma se consideri terrorismo controllare uno che ha la farrari da 200 mila euro e ne dichiara zero …. continua a pensarla così ….

  10. Scritto da Luca

    La logica che sta alle spalle dei due primi interventi è agghiacciante! C’è qualcuno che evade di più per cui lasciate evadere anche noi. Forse si spiega perchè questo Paese sta andando a rotoli…

    1. Scritto da anna

      quello che si deve fare è far pagare tutti non i soliti se volete l’italia unita devono pagare tutti non sempre gli stessi…

      1. Scritto da Aldo

        Certo Anna , tutti, non ci sono problemi. Quando uno è un evasore non fa parte dei soliti …… no ?

  11. Scritto da Bergem

    Sempre gli stessi commenti. Tranquilli, oltre a Bergamo uguali controlli vengono e verranno fatti anche a Frosinone, a Catanzaro, a Catania …..

    1. Scritto da perplesso

      beh,speriamo prima del 2020 però,perchè di questo passo ho dei dubbi che succederà a breve,e poi voglio vedere se danno le multe al sud,chi le pagherebbe……è piu facile darle dove ci sono piu ricchezze e piu coscienza

  12. Scritto da ANTONIO

    MI RICORDA LA PARABOLA DI QUELL’ASINO CHE STRACARICO ALLA FINE IL PADRONE DECISE DI CARICARGLI ANCHE LA SUA GIACCA, L’ASINO STRAMAZZO E MORI,
    QUESTO SI STA FACENDO CON IL NORD MENTRE AL SUD SI CONTINUA ALLEGRAMENTE A FARE FESTA MA IL GIORNO CHE IL NORD MUORE LA FESTA FINIRA X TUTTI…

    1. Scritto da Ladrones

      Peccato che la tua parabola si applichi A CHI PAGA LE TASSE e per questi il nord ed il sud sono esattamente uguali !!!! A nord una % inferiore ma tantissima ciccia, a sud una % superiore con meno ciccia. Adoss coi sape ! A TUTTI , sono stufo di pagare per voi !

  13. Scritto da crif

    Da quando è nata la finanza? Dovera fino ad oggi? E’ la verità quella raccontata o una monotona informazione per creare panico generale? Presumo che la Finanza faccia il proprio lavoro come sempre (spero) e la politica racconti le favole a proprio piacere in base a come gli gira. Questo non è un paese libero, democratico ma sottomesso ad un regime bancario.

  14. Scritto da A.Z. Bg

    Certo il 9% di evasione del nord fa paura, invece il 35 % della Calabria, il 60% della Campania e della Puglia invece no.Quindi controlli a Bergamo, non a Bari, Reggio C, o Salerno.forse perchè sono tutti loro compaesani? A Napoli hanno fatto un controllo di cui si è parlato pochissimo, in cui il 90% dei commercianti non emette scontrino e il 20% non ha neanche il registratore di cassa, ma altri controlli non sono previsti. Perchè?

    1. Scritto da Pagare!

      Nord o sud per me pari sono , sempre di gente che mette le mani nelle MIE tasche si tratta.passare alla cassa per favore, possibilmente con gli arretrati.

  15. Scritto da il polemico

    blitz a bergamo per vedere chi emette lo scontrino,al sud molti non hanno nemmeno il registratore di cassa…chiaro che è inutile fare controlli al sud,meglio spolpare il nord.come sempre……evviva