BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Stucchi scrive a Terzi “Vogliamo sapere come è morto Avelli”

L'onorevole della Lega, Giacomo Stucchi, scrive al ministro degli Esteri, Giulio Terzi di Sant'Agata, per chiedere informazioni sulle indagini della morte di Roberto Avelli, il falegname 41enne di Mozzanica deceduto a Cuba.

La partita è tutta bergamasca e coinvolge la politica romana per risolvere un giallo a Cuba. La morte avvolta nel mistero di Roberto Avelli, il falegname 41enne di Mozzanica, avvenuta il 15 febbraio scorso spinge il deputato leghista, Giacomo Stucchi, a scrivere al ministro degli Esteri, Giulio Terzi di Sant’Agata.

"La caduta fatale sembra sia da ricollegarsi al crollo di una parete o al cedimento di un balcone, ma non vengono fornite notizie ufficiali – annota Stucchi nella sua lettera al ministro – le autorità locali hanno riferito all’Ambasciata italiana a Cuba e all’Unità di Crisi della Farnesina che ipotizzano un suicidio, non suffragato da nessuna testimonianza o prova ufficiale. Il cadavere di Avelli è stato rinvenuto la mattina di mercoledì 15 febbraio 2012 alle ore 11.17 dalla polizia di Holguin – aggiunge l’onorevole leghista – nei pressi di un edificio preposto ai visti per gli stranieri e al permesso di uscita per cubani, in pratica una Questura, nei cui uffici pare si trovasse Avelli. La tesi del suicidio non convince i familiari e quanti lo conoscevano, anche perché lo stesso Avelli aveva acquistato un biglietto aereo per anticipare il rientro in Italia al 13 febbraio 2012, ma in aeroporto non è mai arrivato".

Fatte le premesse che ricostruiscono il caso, Stucchi chiede a Terzi di Sant’Agata: "se gli inquirenti locali stiano svolgendo tutte le indagini necessarie all’accertamento dei fatti che hanno portato alla morte di Roberto Avelli, in particolare se le autorità italiane siano tempestivamente messe al corrente di quanto emerge dalle indagini".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.